Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Tennis
  1. Tennis

Jasmine Paolini, il volto italiano del tennis femminile

Non solo Sinner. C’è un’altra Italia del tennis che sta ottenendo risultati importanti. Il riferimento è a Jasmine Paolini, campionessa a Dubai e capace di riportare un Masters 1000 in azzurro.

Jannik Sinner sta monopolizzando l’attenzione per quanto riguarda il mondo del tennis italiano. Ma anche tra le donne c’è chi si sta facendo valere con la racchetta. Parliamo di Jasmine Paolini, ventottenne di Castelnuovo di Garfagnana – paesino in provincia di Lucca di poco più di 5mila abitanti – nonché tredicesima al mondo nella graduatoria WTA.

In carriera l’azzurra ha vinto due titoli, non tantissimi ma pesanti poiché hanno contribuito a farle centrare dei record che poi andremo ad analizzare nel dettaglio. Non siamo davanti ad un enfant prodige, piuttosto ad una ragazza che con il lavoro ha saputo migliorarsi, giorno dopo giorno, fino a raggiungere posizioni di vertice e fare strada nello sport scelto fin da piccola.

La carriera di Jasmine Paolini

Jasmine Paolini ha esordito a livello ITF nel 2011 ma solo dal 2017 ha iniziato ad affacciarsi all’universo WTA specialmente in ambito Slam. Le prime uscite della toscana non sono incoraggianti, con debutto nelle qualificazioni ed eliminazione immediata. L’anno successivo riesce poi ad ottenere la prima vittoria nel circuito maggiore: il torneo è quello di Bogotà e l’avversaria è l’australiana Lizette Cabrera. Questo è un giorno cruciale per la carriera della Paolini che da quel momento inizia a carburare. Nel 2020 partecipa per la prima volta al tabellone di principale di una competizione del Grande Slam come gli Australian Open. Nello stesso anno riesce ad accedere pure al French Open mentre parallelamente porta avanti il proprio percorso in ITF fino ad aumentare il proprio bottino di successi raggiungendo il numero di otto totali.

Nel 2021 arriva il primo trofeo di quelli che più contano, col trionfo nel 250 di Portorose in Slovenia. Il match decisivo è contro l'americana Alison Riske, battuta per 7–6 6-2. Il miglioramento delle performance porta a un consolidamento anche sportivo di Paolini che entra stabilmente tra le top cento sfiorando addirittura la cinquantesima posizione (termina al cinquantunesimo posto).

I successi ottenuti in doppio

In attesa di arrivare a Dubai, non si può non parlare dei traguardi raggiunti in doppio da Jasmine Paolini. Parallelamente a quanto raccontato per il singolare, è in coppia che la ventottenne toscana ottiene i successi più prestigiosi. Sono tre i titoli messi in bacheca, tra i quali spicca un WTA 500 vinto a febbraio 2024 a Linz insieme a Sara Errani, con cui conquista anche il torneo di Monastir ad ottobre 2023. Per quanto riguarda il primo titolo, invece, la stagione è sempre quella del 2021 nella quale vinse anche il primo in singolare: insieme alla svizzera Jil Teichmann trionfa ad Amburgo in categoria 250.

Le luci della ribalta arrivano con Dubai

L’escalation di Jasmine Paolini continua fino alla ventinovesima posizione, che raggiunge nel 2023. Ma è con l’anno nuovo che arriva il vero e proprio boom. Intanto agli Australian Open, la ventottenne lucchese si spinge fino al terzo turno, confermando i miglioramenti fatti registrare negli ultimi tempi, perdendo peraltro contro la futura vincitrice della manifestazione Elena Rybakina. Dopodiché arriviamo al momento clou, rappresentato dal Duty Free Tennis Championships di Dubai. Qui l’italiana si rende protagonista di una cavalcata memorabile che la porta fino alla conquista del titolo.

Si parte con il successo in tre set e in rimonta sulla brasiliana Maia Haddad (4-6, 6-4, 6-0), dopodiché è la volta di Fernandez (6-3, 6-4) e Sakkari (6-4, 6-2) prima di volare direttamente in semifinale per il ritiro di Rybakina. Nel penultimo atto Paolini supera 6-3, 7-6 Cirstea. Così si arriva in finale con inizio decisamente negativo: l’azzurra perde il primo set contro la russa Kalinskaya. Tutto finito? Neanche per sogno perché arriva la rimonta con un doppio 7-5. Per capire la portata dell’impresa bisogna ricordare che l’Italia femminile coi Masters 1000 non ha avuto sempre un feeling straordinario. L’ultima a vincerne uno era stata Camila Giorgi poco meno di tre anni prima (2021 a Montreal). Prima ancora invece c’era stata unicamente Flavia Pennetta nel 2014 a Indian Weels.

I risultati ottenuti dopo Dubai da Jasmine Paolini

Il successo ottenuto a Dubai portò la Paolini fino al quattordicesimo posto della graduatoria mondiale. Da allora, poi, l’azzurra ha scalato un’altra posizione arrivando fino alla tredicesima. Dopo l’avventura araba per la toscana ci sono stati Indian Wells, il Miami Open e l’ATP di Stoccarda. In quest’ultima esperienza ha ottenuto il risultato migliore arrivando fino ai quarti di finale, dove ha trovato ancora una volta Elena Rybakina a tarparle le ali. Il 2024 ha comunque dato all’azzurra una nuova dimensione e la speranza è che possa continuare a dare luce anche al tennis femminile.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.