Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. MotoGP

MotoGP: assegnazione dei punti, ecco tutti i criteri

Il Motomondiale si presenta con lo stesso (particolare) sistema di distribuzione utilizzato a partire dalla scorsa stagione, segnata dall'avvento della Sprint Race.

Evento: MotoGP 2024
Luogo:itinerante
Data: da domenica 10 marzo 2024 a domenica 17 novembre 2024
Orario: da definire 
Dove vederla:Sky Sport MotoGP, TV8

Format che piace non si cambia. E, al di là di qualche legittimo aggiustamento, la principale novità della stagione 2023 in MotoGP, vale a dire l'introduzione della Sprint Race, al pubblico e ai piloti del Circus è piaciuta. Pertanto, è rimasta in vigore anche per il 2024 e tutto lascia credere che sarà mantenuta a livello permanente. Ma andiamo per gradi e vediamo un po' come funziona il regolamento della massima categoria del mondo delle due ruote.

Come vengono assegnati i punti per la classifica MotoGP

Prima di tutto, è importante capire chi prende punti in MotoGP: il rider più gratificato in questo senso è ovviamente il primo classificato, con una vittoria che vale 25 punti. Si scala, poi, fino al quindicesimo in graduatoria, che ne riceve solo uno. La distribuzione, così, è stabilita in base alla posizione finale al termine di un singolo Gran Premio, in programma la domenica come da tradizione. 

Nello specifico, ecco quanti punti vengono assegnati:

Primo posto:25 punti
Secondo posto: 20 pt
Terzo posto: 16 pt
Quarto:13 pt
Quinto: 11 pt
Sesto:10 pt
Settimo: 9 pt
Ottavo: 8 pt
Nono: 7 pt
Decimo:6 pt
Undicesimo:5 pt
Dodicesimo: 4 pt
Tredicesimo:3 pt
Quattordicesimo:2 pt
Quindicesimo: 1 pt

Motomondiale, Sprint Race: ecco come vengono assegnati i punti

Questo criterio di assegnazione dei punti viene utilizzato dal 1993. Insomma, niente di nuovo sotto il sole. La vera novità, introdotta lo scorso anno e mantenuta pedissequamente per la stagione 2024, è rappresentata invece dalla Sprint Race. Si tratta a tutti gli effetti di una mini-gara che si disputa il sabato: si percorrono la metà dei giri rispetto alla domenica e in questo caso si assegnano punti dal vincitore fino al nono classificato.

Ecco nello specifico il punteggio attribuito il sabato:

Primo Posto Sprint Race: 12 punti
Secondo: 9 pt
Terzo:7 pt
Quarto:6 pt
Quinto:5 pt
Sesto: 4 pt
Settimo: 3 pt
Ottavo: 2 pt
Nono: 1 pt

Motomondiale, come funzionano le qualifiche

Quanto succede il sabato, è bene sottolinearlo, non va a influenzare in nessun modo la gara vera e propria della domenica. La Sprint Race e il classico Gran Premio hanno in comune la griglia di partenza, decisa dalle qualifiche Q1 e Q2 previste come da tradizione il sabato mattina.

Ovviamente l'aggiunta della Sprint Race ha rivoluzionato il programma del week-end della MotoGP. Si inizia come al solito il venerdì con le prove libere, che al pomeriggio passano da 45 minuti a un'ora e che servono a definire l'accesso diretto per dieci piloti in Q2. La mattina di sabato, invece, è dedicata alle già citate qualifiche, con Q1 e Q2 della durata sempre di un quarto d'ora. A prendere parte al Q1 sono i piloti che non hanno fatto registrare i dieci migliori tempi nelle seconde libere del venerdì pomeriggio, assimilabili a tutti gli effetti a delle pre-qualifiche. I due migliori del Q1 disputano poi il Q2.

Dando un ultimo sguardo al regolamento, a fine stagione, in caso di parità di punti tra due e più piloti, si conta il numero di Gran Premi vinti. Qualora dovesse esserci ulteriore parità, si considera il numero di secondi posti, poi quello dei terzi posti e via discorrendo.

Assegnazione punti MotoGP: particolarità e record

Il record di tutti i tempi per il miglior punteggio conseguito nella MotoGP spetta allo spagnolo Marc Marquez, che nel 2019 ha raccolto ben 420 punti frutto di dodici vittorie su diciannove Gran Premi disputati, sei secondi posti e un ritiro: e meno male che allora le Sprint Race non c'erano ancora, altrimenti il campione iberico probabilmente avrebbe sforato il muro dei 500 punti. Un primato difficile da scalfire, ma con gente come Bagnaia, Martin e Quartararo tutto è possibile. 

Altri casi curiosi sono relativi alle passate stagioni. Nel 2022 spicca il caso di Enea Bastianini, che ha conquistato al fotofinish il terzo posto grazie all'ottava piazza in quel di Valencia. L'italiano ha raccolto otto punti, superando così un Aleix Espargaró costretto al ritiro. Ancora più particolare il caso risalente al 2020, con Joan Mir che riuscì a conquistare il Mondiale con una sola vittoria e sei podi, contro i tre successi di Franco Morbidelli. Dimostrazione che, con questo sistema di assegnazione, a essere premiata è soprattutto la continuità nel corso della stagione.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.