Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Euros Top XI
  1. Calcio
  2. Storie Di Sport

Top XI nella storia degli Europei

Gli Europei in Germania sono alle porte. Nel frattempo scopri il miglior undici possibile nella storia del torneo!

Gli Europei sono un torneo ricco di storia e di fascino. Dal 1960 a oggi le migliori nazionali del continente si sono sfidate dando vita a partite ed emozioni incredibili.

In questo articolo abbiamo deciso di schierare la miglior formazione possibile riunendo i migliori undici giocatori che abbiano giocato gli Europei.

Portiere: Lev Yashin

L’estremo difensore è una leggenda non solo degli Europei ma dell’intera storia del calcio. Da molti viene considerato il più grande portiere di sempre ed è l’unico nella storia ad aver conquistato il Pallone d’Oro. Con la maglia della Dinamo Mosca e con quella dell’Unione Sovietica ha compiuto autentici miracoli grazie ai suoi riflessi felini e la sua capacità di coprire lo spazio. Queste prodezze gli hanno permesso di conquistare numerosi titoli nazionali ma anche una medaglia d’oro olimpica e un Europeo.

Terzino sinistro: Paolo Maldini

Paolo Maldini è l'unico giocatore della nostra squadra a non aver vinto un Europeo ma è un elemento imprescindibile sulla fascia sinistra della nostra difesa.

Una leggenda italiana rispettata in tutto il mondo per il suo modo di difendere sempre pulito ed efficace. Da molti viene considerato uno dei più grandi difensori di tutti i tempi.

Ha fatto parte della nazionale italiana che è arrivata a un minuto dalla vittoria di Euro 2000, sfumata perché la Francia ha pareggiato al 94° minuto e poi ha chiuso la questione con il golden goal di Trezeguet realizzato nei tempi supplementari.

In tutti e tre i campionati europei a cui ha partecipato, il colosso milanese è stato nominato nella squadra ufficiale del torneo.

Difensore centrale: Franz Beckenbauer

Der Kaiser è diventato capitano della Germania Ovest nel 1971 e ha guidato la sua squadra alla gloria del Campionato Europeo in Belgio l'anno successivo, battendo l'Unione Sovietica per 3-0 in finale.

Dopo aver portato il suo Paese a diventare la prima nazione al mondo e a essere detentrice sia del Campionato Europeo che della Coppa del Mondo due anni dopo, Beckenbauer ha fatto parte anche della squadra di Euro 1976 che ha raggiunto la finale, per poi essere sconfitta ai calci di rigore dalla Cecoslovacchia.

È stato nominato nella squadra del torneo nei due campionati europei a cui ha partecipato ed è stato anche nominato vincitore del Pallone d'Oro alla fine di ciascuno di questi anni.

A suo agio nel cuore della difesa o più avanti a centrocampo, l'inclusione di Beckenbauer è una delle scelte più facili di questo TOP XI.

Il suo stile di gioco rivoluzionario ha ispirato intere generazioni di difensori che ancora oggi guardano le gesta del Kaiser e capiscono che gol, assist e passaggi filtranti non sono gesti tecnici destinati solo agli attaccanti.

Difensore centrale: Sergio Ramos

Prima di Euro 2008, la Spagna aveva vinto un solo trofeo a livello internazionale, il Campionato europeo del 1964.

Tutto questo, però, stava per cambiare: la Spagna ha iniziato un'era meravigliosa e ricca di trofei, che l'ha portata a vincere due campionati europei consecutivi e, in mezzo, la Coppa del Mondo del 2010.

Ramos è stato una forza dominante sia come terzino destro che come centrale durante la sua carriera, vincendo gli Europei in entrambe le posizioni e contribuendo anche con diversi gol dalla difesa.

Il calciatore con più presenze nella storia della nazionale spagnola è stato anche nominato nella Squadra del Torneo insieme ad alcuni suoi connazionali a Euro 2012.

Oltre a tanta affidabilità in difesa e una meravigliosa tecnica che gli ha permesso di contribuire anche in fase di attacco, Ramos può vantare anche una delle personalità più influenti e carismatiche che il mondo del calcio abbia mai visto.

Terzino destro: Lillian Thuram

Il giocatore che ha fatto le fortune di Monaco, Parma, Juventus e Barcellona è stato uno dei terzini destri più completi al mondo.

Il suo fisico possente gli permetteva di lasciare poco spazio agli attaccanti avversari. Sapeva sfruttare benissimo la sua velocità sia con le sue cavalcate palla al piede sia in fase d’inserimento.

È stato uno dei primi terzini in grado di abbinare una grande fase difensiva a una grande abilità in attacco. Quelli che oggi sembrano dei requisiti essenziali per un laterale moderno, risultavano rivoluzionari quasi 30 anni fa.

Centrocampista: Ruud Gullit

Giocatore polivalente in grado di coprire quasi ogni posizione dal centrocampo in su.

Tecnica sopraffina e capacità fisiche incredibili gli hanno permesso di conquistare il Pallone d’Oro e qualsiasi trofeo possibile con la maglia del Milan.

Con la sua Olanda ha vinto l’Europeo nel 1988 togliendosi anche la soddisfazione di aprire le marcature nella finale contro l’Unione Sovietica.

Centrocampista: Zinedine Zidane

Zidane ha partecipato a tre Campionati Europei e, sebbene ci siano stati momenti di spicco nel 1996 e nel 2004, è stato nel 2000 che Zidane ha raggiunto il suo massimo splendore.Ha mostrato la sua classe e la sua eleganza per tutto il tempo e ha contribuito a guidare la Francia alla conquista del trofeo. Quell’anno ha vinto il premio come miglior giocatore del torneo.Il franco-algerino aveva già raggiunto lo status di leggenda con i suoi due gol nella finale della Coppa del Mondo di due anni prima, ma a Euro 2000 ha portato le sue prestazioni a un livello addirittura superiore ed è così che probabilmente si è guadagnato il titolo di miglior giocatore francese della storia.

Centrocampista: Andres Iniesta

La scelta tra Andres Iniesta e il suo connazionale e compagno di squadra Xavi è stata molto combattuta, ma abbiamo optato per il primo insieme a Gullit e Zidane nel nostro centrocampo a tre.

Iniesta ha fatto parte della squadra spagnola che ha messo fine alla sua lunga attesa di gloria internazionale a Euro 2008, guadagnandosi il premio di man of the match nella semifinale contro la Russia e giocando un ruolo chiave nella vittoria per 1-0 sulla Germania in finale.

Dopo la vittoria nella finale della Coppa del Mondo 2010, il gioco di Iniesta è salito di livello a Euro 2012, quando si è affermato come uno dei migliori giocatori al mondo.

Ha vinto tre premi come uomo del match durante il torneo ed è stato ufficialmente nominato miglior giocatore del torneo.

Trequartista: Michel Platini

Avrà anche partecipato a un solo campionato europeo, ma le prestazioni di Michel Platini a Euro 1984 sono state semplicemente straordinarie.

Ha capitanato il suo Paese alla conquista del primo grande trofeo internazionale, dopo che la Francia non era riuscita a qualificarsi ai cinque campionati europei precedenti.

Il centrocampista segnò nove gol, tra cui una tripletta contro il Belgio nella fase a gironi, una doppietta all'ultimo minuto contro il Portogallo e il gol che ha sbloccato la finale contro la Spagna.

La sua creatività, la sua visione di gioco, la sua capacità di passaggio e la sua abilità nei calci piazzati gli hanno fatto guadagnare un posto dietro le punte della più grande formazione di sempre nella storia degli Europei.

Attaccante: Marco van Basten

Abbiamo dovuto escludere due attaccanti eccezionali come Alan Shearer e Antoine Griezmann, che hanno entrambi segnato sette volte nei campionati europei, ma non potevamo escludere Marco van Basten.

L'eroe dell'Ajax e del Milan ha illuminato Euro 1988, quando l'Olanda ha vinto il suo primo trofeo internazionale.

I suoi cinque gol al torneo includono una tripletta contro l'Inghilterra e uno spettacolare tiro al volo contro l'Unione Sovietica nella finale.

La semifinale del 1992 si rivelò l'ultima uscita di van Basten in un torneo internazionale, poiché la sua carriera fu crudelmente interrotta da un brutto infortunio alla caviglia, ma la sua brillantezza nel 1988 sarà per sempre ricordata nei Paesi Bassi.

Attaccante: Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, è l'unico giocatore della storia ad aver partecipato a cinque campionati europei.

Il suo record di 14 gol agli Europei è impressionante se si considera che Michel Platini, secondo in classifica si è fermato a quota 9.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.