Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Ciclismo
  1. Ciclismo

Parigi-Roubaix: data, orari e dove vederla

Domenica 7 aprile va in scena l'edizione numero 121 della “Regina delle Classiche”: 259,9 chilometri con numerosi tratti in pavé e arrivo nel velodromo di Roubaix.

Evento:

Parigi-Roubaix

Luogo:

Francia

Data:

7 aprile 2024

Orario:

dalle 11:10

Dove vederla:

Rai, Eurosport

È conosciuta come la “Regina delle Classiche”, “l'Inferno del Nord”, o anche come “la corsa di Pasqua”: più semplicemente è la Parigi-Roubaix, o se si preferisce la Roubaix. Una delle cinque classiche monumento, forse la più celebre, la più dura, la più prestigiosa di tutte. Una corsa che mette a dura prova la resistenza dei suoi protagonisti, con i suoi tratti in pavé e i suoi paesaggi leggendari, dalla mitica Foresta al terribile Carrefour de l'Arbre.

Il percorso della Parigi-Roubaix 2024

Tantissimo pavé nell'edizione di quest'anno, la numero 121 della corsa che dal 1943 si chiude nel velodromo della cittadina francese di Roubaix, alla frontiera col Belgio. Mai così tanti chilometri sui ciottoli, almeno nelle ultime stagioni: 55,7 su un totale di 259,9. Partenza fissata, come da consuetudine delle ultime annate, non da Parigi ma da Compiègne, a una sessantina di chilometri dalla capitale. Il primo tratto in pavé dopo quasi 100 chilometri, all'uscita del villaggio di Troisvilles, seguito dai 3,7 chilometri del tratto di Quievy e dai 3 di Viesly Briastre.

Altro tratto lungo e difficile è quello in pendenza di Le Hameau du Buat, che precede quelli più duri e insidiosi. Su tutti, quello della Trouée d'Arenberg, che cade a poco meno di 100 chilometri dall'arrivo, seguito da altri 18 tratti di pavé, tra cui quelli considerati ad alta difficoltà di Mons-en-Pèvèle e Le Carrefour de l'Arbre. Arrivo, come consuetudine, nello storico velodromo, ciliegina sulla torta finale di una gara realmente epica.

L'orario di partenza e di arrivo della Roubaix

La partenza dell'edizione di quest'anno della Roubaix è fissata per le 11:10. L'arrivo è previsto poco dopo le 17:00 e comunque massimo per le 17:40, a seconda della velocità media di percorrenza.

Parigi-Roubaix, i protagonisti più attesi

Tra i protagonisti più attesi della “Regina delle Classiche” di quest'anno c'è il vincitore dell'ultima edizione, Mathieu van der Poel. L'olandese è uno specialista del pavé, ha appena trionfato al Fiandre ed è logicamente l'uomo da battere, tanto più che il rivale principale, il belga Wout van Aert, non ci sarà. Tra i possibili protagonisti anche un altro olandese, Dylan van Baarle, vincitore dell'edizione del 2022, ma anche Jasper Philipsen, il belga che insegue il riscatto dopo il secondo posto del 2023.

Occhio poi naturalmente a Mads Pedersen, Matej Mohoric, John Degenkolb, e al francese Christophe Laporte o all'astro nascente Arnaud de Lie. E gli italiani? La decisione di Filippo Ganna di focalizzare la preparazione sull'Olimpiade a svantaggio delle classiche del nord toglie un potenziale protagonista. La sorpresa potrebbe essere rappresentata da un Alberto Bettiol che sta dimostrando di avere buona gamba, o da Luca Mozzato, secondo all'ultimo Giro delle Fiandre.

Parigi-Roubaix, l'albo d'oro

Il vincitore della prima edizione della Parigi-Roubaix, nel 1896, è stato il tedesco Josef Fischer e sarebbero passati 119 anni prima che un altro corridore della Germania trionfasse: John Degenkolb nel 2015. È il Belgio, con 57 vittorie, la nazione con più successi. Belgi pure i due vincitori di quattro edizioni dell'Inferno del Nord, Roger de Vlaeminck tra il 1972 e il 1977 e più recentemente Tom Boonen tra il 2005 e il 2012. Con tre vittorie ci sono sette corridori: il francese Octave Lapize, i belgi Gaston Rebry, Rik van Looy, Eddy Merckx e Johan Museeuw, l'italiano Francesco Moser, autore di un fantastico tris consecutivo tra il 1978 e il 1980, e lo svizzero Fabian Cancellara.

A proposito di italiani: 14 i successi nella Roubaix, serie inaugurata dalle due vittorie di Maurice Garin nel 1897 e nel 1898 e chiusa dal trionfo di Sonny Colbrelli nel 2021. In mezzo, impossibile non citare il successo di Felice Gimondi nel 1966, i due trionfi di Franco Ballerini, vero e proprio specialista della Roubaix, nel 1995 e nel 1998, e la vittoria di Andrea Tafi nel 1999.

Parigi-Roubaix, com'è finita l'edizione dell'anno scorso

Nell'ultima edizione del 2023 si è imposto l'olandese della Alpecin, Mathieu van der Poel, con 46 secondi di vantaggio sul compagno di squadra, il belga Jasper Philipsen, e su un altro belga, Wout van Aert, portacolori della Jumbo. Primo italiano Filippo Ganna, sesto a 50 secondi.

Dove vedere la Parigi-Roubaix in TV e streaming

La 121esima edizione della Parigi-Roubaix sarà trasmessa in diretta e in chiaro su Rai Due e su Raisport, con possibilità di usufruire della diretta streaming su Raiplay e sul sito Raisport.it. Trasmissione diretta di tutta la corsa anche su Eurosport, che si può vedere in streaming sulla piattaforma DAZN.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.