Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Volley generic 1450x680
  1. Altri Sport

Volleyball Nations League: l’Italia sfida un Giappone imbattibile

Romanò e compagni si trovano al cospetto di una nazionale che fin qui ha vinto dieci gare su dieci: gli azzurri, però, devono difendere lo status di campioni del mondo e conquistare il quarto posto nella fase di qualificazione. In campo anche le big Brasile e Stati Uniti.

Vincere per essere sicura del quarto posto finale. Questo l'obiettivo dell'Italia di Ct De Giorgi, in campo sabato pomeriggio contro l'invincibile Giappone. Per gli azzurri si tratta dell'ultimo impegno nella fase di qualificazione della Volleyball Nations League, competizione itinerante che sta chiudendo la sua "Week 3". Missione complicata per Michieletto e compagni, che si trovano al cospetto della squadra più in forma della manifestazione: gli asiatici hanno infatti vinto tutte e dieci le sfide fin qui disputate, vincendo 30 set e perdendone solo 10. Numeri impressionanti, certo, ma l'Italia campione del mondo non può avere paura di nessuno.

Giappone-Italia, è sfida tra Michieletto e Ishikawa

Evento: Giappone-Italia
Luogo: Mall of Asia Arena, Pasay (Filippine)
Quando:  13:00, 8 luglio 2023
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Arena, Now TV

Iniziamo proprio dal sestetto nipponico, reduce dal netto 3-1 ai danni dell'Olanda: un risultato che potrebbe avvantaggiare la Francia campione in carica, protagonista di una Nations League altalenante ma che (quasi miracolosamente) potrebbe ritrovarsi all'ottavo posto. Nel tris contro gli olandesi, il Giappone ha sfoderato ancora una volta un Yuki Ishikawa in forma clamorosa: lo schiacciatore della Powervolley Milano ha realizzato la bellezza di 17 punti, confermandosi tra i top-scorer di questa edizione della VNL, tanto da essere in lizza per il premio di migliore realizzatore del torneo (al pari dell'oranje Abdel-Aziz Nimir). A completare la formazione base della nazionale asiatica, ecco l'altro schiacciatore Ran Takahashi, il centrale "goleador" Akihiro Yamauchi (addirittura 13 punti per lui contro l'Olanda), l'opposto Kento Miyaura, l'altro centrale Onodera e il palleggiatore Masahiro Sekita.

In fatto di bocche di fuoco, l'Italia non è da meno. Basti pensare ai 16 punti realizzati nell'inequivocabile 3-0 contro la Slovenia dal solito Yuri Romanò, a conti fatti uno degli opposti più forti del panorama internazionale. Al suo fianco due schiacciatori che rappresentano anche loro il meglio che il volley moderno può offrire: parliamo ovviamente di Alessandro Michieletto e Daniele Lavia, autori di 13 punti a testa contro gli sloveni (impressionante soprattutto Michieletto, che ha una percentuale di tiri andati a buon fine strabiliante, intorno al trenta per cento). Nel sestetto base immancabili i centrali Roberto Russo e Gianluca Galassi, senza dimenticare il palleggiatore (e capitano) Simone Giannelli e il libero Leonardo Scanferla.

La corsa per i primi posti: gli Stati Uniti sognano ancora la vetta

Se l'Italia ha bisogno di una vittoria per sperare (almeno) nel quarto posto, gli Stati Uniti invece possono ancora puntare alla prima piazza. Gli americani, a differenza del Giappone, hanno vinto otto gare senza passare nemmeno una volta dal tie-break e non a caso hanno concesso agli avversari solo quattro set in nove gare. La nazionale a stelle e strisce deve dunque giocare altri tre match, il primo contro l'Argentina di capitan De Cecco: nella sfida contro i sudamericani, occhio ai soliti Matthew Anderson e Aaron Russell, opposto e schiacciatore perennemente in doppia cifra.

Sempre per la zona alta della classifica, attenzione ad un Brasile che sembra destinato a chiudere a quota 25 punti per effetto della probabile vittoria contro la Cina fanalino di coda. In questo caso, riflettori sui soliti Souza e Lucarelli. Discorso simile per la Polonia, che si appresta a vivere la final eight da padrone di casa e che può puntare anche al quarto posto del girone in caso di vittoria (tutt'altro che impossibile) contro un Canada veramente deludente.

Le altre gare in programma sabato: solo la Serbia spera ancora

Altri due i match che si giocano nella giornata di sabato. Il primo mette a tu per tu Cuba e Germania, due nazionali che hanno assoluto bisogno di punti per evitare l’onta dell’ultimo posto. Situazione simile per la Bulgaria, galvanizzata dal successo al tie break contro l’Iran e in cerca del successo della sicurezza per “mantenere la categoria”. La missione, però, non è delle più semplici, trovandosi al cospetto una Serbia che che ancora sogna l’accesso agli ottavi di finale.

Notizie Pallavolo

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.