Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Altri Sport

Volleyball Nations League: Italia, ora c'è la Serbia

Gli azzurri inseguono il terzo successo nel girone di Rotterdam dopo quelli su Iran e Cina: vittoria che avvicinerebbe la qualificazione.

Evento: Serbia-Italia
Luogo: Ahoy Arena, Rotterdam
Quando: 20:00, 23 Giugno 2023
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Arena, Now TV

Dopo i successi su Iran e Cina, l'Italia va a caccia del terzo successo nel girone di Rotterdam. Sulla strada degli azzurri c'è la Serbia e una vittoria sulla nazionale balcanica, che ancora non sembra aver trovato la quadratura migliore in questa Volleyball Nations League, avvicinerebbe in modo significativo la qualificazione alla Final Eight. L'appuntamento è fissato per le 20:00 di venerdì 23 giugno alla Ahoy Arena.

Volleyball Nations League, il programma delle gare

Oltre a Serbia-Italia, sono tre le gare in programma tra il girone con base a Rotterdam e quello ospitato nella cittadina francese di Orleans. Si parte alle 16:30 col match tra Iran e Stati Uniti (in Olanda) e con quello tra Argentina e Bulgaria (in Francia). Alle 21:00, un'ora dopo il fischio d'inizio del match tra Serbia e Italia, a Orleans va in scena il confronto tra la nazionale francese e quella cubana, una sorta di scontro diretto per evitare l'ultimo posto in classifica e la conseguente retrocessione.

Italia rullo compressore anche contro la Cina

Come contro l'Iran, nonostante qualche piccola battuta a vuoto, gli azzurri di De Giorgi hanno fatto un sol boccone della Cina. L'innesto dei titolarissimi ha trasformato la nazionale italiana da brutto anatroccolo in cigno, soprattutto a livello di automatismi e di consapevolezza delle proprie enormi potenzialità. Anche l'andamento del match contro i cinesi ha seguito la falsariga della partita con gli iraniani: primi due set dominati, terzo più combattuto. Nella prima frazione l'Italia si è imposta con il rassicurante punteggio di 25-13, nella seconda con un altrettato confortante 25-19. 

Meno agevole l'affermazione nel terzo parziale, arrivata – curiosamente, proprio come contro l'Iran – ai vantaggi, sul 26-24. Miglior marcatore di giornata Romanò, confermatosi una garanzia con 12 punti a referto di cui quattro a muro. Molto bene pure Lavia e Anzani, autori di 11 punti a testa. Più defilato Michieletto, a referto con sei soli punti, con risposte significative anche da Rinaldi, entrato bene nel match. Un buon test, insomma, che conferma come l'Italia nella sua versione migliore non abbia nulla da temere, contro alcun tipo di avversario.

Italia in gran forma, le parole di Romanò e Lavia

Al termine della partita con la Cina Romanò e Lavia hanno fatto il punto della situazione. Il primo ha messo in evidenza l'ottima partenza e la saldezza di nervi mostrata nel terzo set, per poi spostare l'attenzione sulle prossime sfide: “Dobbiamo partire da quanto buono fatto in queste partite, migliorare qualcosa e provare a vincere con Serbia e Polonia per andare nelle Filippine più tranquilli”. 

Da parte di Lavia, invece, l'elogio dello spirito di gruppo mostrato dagli azzurri, soprattutto dai big, che hanno debuttato in VNL dopo aver saltato il primo girone mostrando subito grande compattezza: “La possibilità di avere un gruppo allargato e voglioso sicuramente aiuta, l'obiettivo è quello di ottenere risultati sempre più importanti”.

Serbia rilanciata dal 3-1 alla Germania

Se gli azzurri hanno ripreso a marciare a pieno regime col ritorno dei big, la Serbia viaggia a corrente alternata dall'inizio della Volleyball Nations League. Sin qui rendimento costante per il sestetto balcanico: una sconfitta e una vittoria, una sconfitta e una vittoria, una sconfitta e una vittoria. In totale tre successi e tre ko, con speranze ancora vive di rientrare in corsa per la Final Eight. L'ultimo match si è chiuso con un sofferto 3-1 alla Germania che ha rilanciato le ambizioni di Luburic e compagni. 

Miglior marcatore dell'incontro proprio l'opposto in forza alla Lokomotiv Novosibirsk, formazione russa, a segno in 16 circostanze. Partita che la Serbia ha impostato molto bene in avvio, come testimoniato dalla vittoria nel primo set (25-21). Poi sono venuti fuori i tedeschi, che hanno pareggiato i conti grazie al 20-25 del secondo parziale. Nel terzo e nel quarto, però, la Serbia l'ha spuntata in volata, vincendo entrambe le frazioni sul risultato di 25-23.

Chiusura di girone domenica sia per gli azzurri che per i serbi

Dopo il cruciale confronto diretto, probabilmente decisivo per la qualificazione alla fase finale della manifestazione, sia gli azzurri che i serbi osserveranno una giornata di riposo. Il ritorno in campo per entrambe le nazionali è fissato per domenica 25 giugno, sempre a Rotterdam: l'Italia alle 12:30 contro la Polonia, la Serbia alle 16:00 contro i padroni di casa dell'Olanda. Poi ci sarà la fase 3, in programma dal 4 al 10 luglio tra gli Stati Uniti e le Filippine.

Notizie Pallavolo

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.