Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis
  2. US Open

US Open: in finale con Djokovic ci va Medvedev

Il serbo va a giocarsi l’ultimo atto della rassegna newyorchese per la decima volta in carriera. Il russo passa sopra a tutti, anche ad Alcaraz, pur di riconquistarsi il palcoscenico. 

Evento: Daniil Medvedev -Novak Djokovic
Luogo: USTA Billie Jean King National Tennis Center, New York
Quando: 22:00, 10 settembre 2023
Dove vederla: Supertennis

La tavola sembrava già apparecchiata. Dopo Madrid, Parigi, Wimbledon e Cincinnati il dualismo che sta segnando il tennis contemporaneo, ovvero quello tra Carlos Alcaraz e Novak Djokovic, pareva dover vivere un nuovo capitolo dell’intrigante saga. Ma così non sarà. Perché se il serbo è riuscito a portare a termine la missione, lo spagnolo ha invece finito per inchinarsi dinanzi a un Daniil Medvedev desideroso di riprendersi la scena e al quale il ruolo di terzo incomodo era poco gradito. 

Il 36enne di Belgrado, dopo un percorso non senza intoppi (Laslo Djere docet), ha mandato a casa anche il giovanissimo americano Ben Shelton, ventenne nato ad Atlanta, esaltato da alcune performance di assoluto rilievo che gli avevano permesso anche di raccogliere lo scalpo del connazionale Frances Tiafoe. Il russo, che in precedenza si era parecchio lamentato dei campi in cemento anche in relazione alle condizioni climatiche, ha convertito la rabbia in foga agonistica disputando una delle sue partite più belle in carriera. E dire che tante altre ne aveva fatte di prestazioni degne di nota. 

Stavolta, però, di fronte aveva un Alcaraz che tutti consideravano lanciatissimo verso, se non un ulteriore trofeo da aggiungere alla già ricca bacheca, quanto meno un’altra finale da vivere. Ed invece non avevano fatto i conti con il 27enne di Mosca, terzo in graduatoria, ma che non si sente inferiore ai due colleghi. E non avevano fatto i conti neppure con la maledizione degli US Open, che da quindici anni a questa parte non permette a un campione uscente di riconfermarsi. L’ultima volta che ciò era accaduto era stato con Roger Federer, vincitore delle edizioni dal 2004 al 2008 (addirittura cinque consecutive). 

I precedenti tra Medvedev e Djokovic, tra cui la finale del 2021

Sebbene il grande rivale di Novak Djokovic sia oggi per lo più considerato Carlos Alcaraz, dopo l’epoca che lo contrapponeva agli altri due fenomeni del Big Three Rafa Nadal e Roger Federer, contro Daniil Medvedev possiamo definirlo un classico del tennis. I due tennisti si sono infatti affrontati complessivamente già quattordici volte e il bilancio dei confronti è nettamente favorevole al serbo. 

Il 36enne di Belgrado aveva già messo tutto in chiaro nei primi tre incroci, tra il 2017 e il 2019 con i successi ottenuti dapprima in Serbia, poi ad Eastbourne e infine agli Australian Open. Poi le sfide sono diventate un po’ più equilibrate ed allora anche il russo è riuscito a infilarci qualche vittoria di tanto in tanto. Monte Carlo e Cincinnati nel 2019 e le Nitto ATP Finals del 2020 sono tutte andate a vantaggio dell’attuale numero tre al mondo. Ma la più importante di tutte è datata 2021, quando i due si affrontarono proprio a Flushing Meadows nella finalissima degli US Open di quell’anno. 

Contrariamente a ciò che dicevano i pronostici, Medvedev si impose in tre set conquistando il primo Slam della sua carriera. Così facendo, grazie al prestigioso trionfo, impedì anche a Djokovic di completare il Grande Slam, 52 anni dopo Rod Laver. La performance di Nole, nervosa e sottotono, con tanto di racchetta rotta e lacrime per un gioco insoddisfacente, rimase sotto gli occhi di tutti. Non capita spesso di vedere un gigante come Djoker cadere così rovinosamente. Oggi il serbo può prendersi la rivincita ma attenzione, perché Medvedev arriva all’appuntamento cattivo e determinato al punto giusto. 

I titoli, il passato agli US Open e il ranking. Una sfida che vale tanto

Novak Djokovic ha vinto 95 titoli in carriera. Di US Open ne ha già portati a casa tre: il primo nel 2011 contro Nadal, il secondo nel 2015 contro Federer e il terzo nel 2018 contro l’argentino Juan Martín del Potro. Insomma, il serbo sa come si fa qui a New York, anche perché se mettiamo insieme tutte le finali disputate il bilancio newyorchese sale a dieci che è un record assoluto. 

Ma pure Medvedev non è da meno se consideriamo il successo ottenuto nel 2021 con trionfo finale proprio sul rivale di Belgrado. Il 27enne nato a Mosca fu il primo ad interrompere l’egemonia dei Big Three togliendo loro la vetta della classifica mondiale nel febbraio 2022 dopo anni di dominio assoluto. Comunque vada a finire Djokovic sa già che riprenderà il primato del ranking ATP: sarà numero uno al mondo per la 390esima settimana in carriera. Numeri sensazionali, destinati ad aumentare ancora. Anche se Medvedev ha intenzione di guastargli i piani. 

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.