Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis
  2. US Open

US Open: Cecchinato all’esordio. Tra le donne c’è la Swiatek

Primo turno della competizione newyorchese che chiude la stagione dei Grandi Slam. Per l’azzurro sfida contro il russo Safiullin mentre la polacca affronta la svedese Peterson. 

Evento: Roman Safiullin-Marco Cecchinato
Luogo: USTA Billie Jean King National Tennis Center, New York
Quando: 20:15, 28 agosto 2023
Dove vederla: Supertennis

Terminata la fase delle qualificazioni, il tabellone degli US Open è ormai completo. La competizione è pronta a partire con il primo turno previsto per lunedì 28 agosto, naturalmente nei campi in cemento newyorchesi di Flushing Meadows. In attesa che entrino in scena le grandi star, tocca a quelle che stanno un po’ indietro conquistarsi la possibilità di farsi largo in un torneo che ha pochi eguali al mondo per importanza e che chiude la fase dei Grandi Slam stagionali. 

I preliminari sono stati una vera e propria ecatombe per gli italiani, quasi tutti estromessi dalla manifestazione. Giulio Zeppieri e Andrea Vavassori si sono fermati a un passo dalla fine, altri invece si sono fermati fin dalla gara inaugurale, come nel caso di Fabio Fognini che ha perso addirittura contro il diciassettenne ceco Jakub Mensik. L’unico che ce l’ha fatta è stato Stefano Travaglia, abile a imporsi nel match decisivo contro il francese Arthur Cazaux. 

La speranza è che gli azzurri possano trovare un po’ più di fortuna da qui in avanti. A partire magari proprio da Marco Cecchinato, il primo a scendere in campo tra i rappresentanti della bandiera tricolore. Il trentenne di Palermo deve vedersela contro il russo Roman Safiullin. Nessun precedente tra i due tennisti che si affrontano così per la prima volta in assoluto.

Safiullin contro Cecchinato: la condizione attuale e le statistiche recenti

Partiamo proprio da Roman Safiullin. Russo di Podolsk, ventisei anni, è oggi numero sessantuno del ranking ATP. Le sue performance migliori le ha fatte registrare nell’ultima edizione di Wimbledon, competizione nella quale è riuscito a spingersi fino ai quarti di finale in singolare (fermato da Sinner). Per il resto due semifinali, sempre tra i grandi, e titoli soltanto in circuiti considerabili minori. Insomma, non è un nome altisonante, ma si tratta comunque di un giocatore in ascesa che sta migliorando il proprio rendimento come attesta anche la graduatoria che lo ha visto toccare vette mai raggiunte in passato. 

Per quanto concerne, invece, il nostro Marco Cecchinato il suo feeling con gli slam non è mai stato idilliaco. L’unica eccezione è rappresentata dal French Open nel quale è riuscito a portare a casa almeno una partita, ma negli altri ha sempre e solo perso. In più il palermitano non sta vivendo un periodo di forma particolarmente felice. Basti pensare che negli ultimi dodici match giocati ha rimediato addirittura undici ko. 

Con questo score inevitabile che arrivasse a perdere posizioni all’interno del ranking ed infatti è scivolato fuori dalla top cento fino alla centonovesima piazza. Insomma, è una sfida che parte in sostanziale equilibrio. Serve farsi trovare pronti: il domani non conta, c’è solo l’oggi. Per entrambi si tratta di un’opportunità troppo grande per lasciarsela passare davanti col rimpianto di non aver dato tutto. 

Tocca alla campionessa: è Swiatek contro Peterson

Evento: Iga Swiatek-Rebecca Peterson
Luogo: USTA Billie Jean King National Tennis Center, New York
Quando:18.00, 28 agosto 2023
Dove vederla: Supertennis

Facciamo un salto anche tra le donne. Da chi partiamo? Ma naturalmente dalla campionessa in carica che, per chi non lo ricordasse, è Iga Swiatek. “Essere la numero uno per tanto tempo non è affatto facile”, ha dichiarato la polacca alla vigilia della competizione. Ma d’altra parte questo è il destino dei più forti, abituati alle pressioni generate dalle tante vittorie del passato che ne richiedono ancora altre e poi altre ancora. 

Il cammino della ventiduenne numero uno del ranking WTA comincia contro la svedese Rebecca Peterson. Due i precedenti tra le tenniste, entrambe favorevoli alla Swiatek per la quale qualcuno ha già azzardato un quarto di finale – indubbiamente affascinante – contro Coco Gauff che ha vinto il suo primo 1000 a Cincinnati. Ma un passo alla volta. Sarebbe irrispettoso nei confronti di Peterson e delle eventuali successive avversarie escluderle ancor prima di dar loro la possibilità di scendere in campo. 

La ventottenne di Stoccolma vanta due titoli nel circuito maggiore all’interno del proprio palmarès. Li ha vinti tutti e due in Cina nel 2019, a distanza di neppure un mese. Dopodiché non è che abbia fatto molto parlare di sé. Dal quarantatreesimo posto ottenuto a quei tempi è infatti drasticamente calata fino al novantaduesimo attuale. Negli eventi del Grande Slam non è mai andata oltre il secondo turno. Insomma, tutti fattori che non inducono all’ottimismo ma magari il contesto può esaltare il livello del tennis della Peterson. La Swiatek invece ha meno bisogno di presentazioni: qualcuno la paragona a Rafael Nadal per stile di gioco. La sua bacheca è già assai ricca, a dispetto dell’età, con tre French Open e uno US Open. Numeri destinati a salire. 

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.