Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis
  2. Australian Open

Tutto pronto per gli Australian Open

Il 2023 si apre subito con un grande appuntamento di tennis che è il primo Slam della stagione. Torna Djokovic, occhi puntati sul numero uno Alcaraz. In gara anche tanti italiani.

Evento: Australian Open
Luogo: Melbourne Park
Quando: 16-29 gennaio 
Dove vederla: Eurosport

L’inizio del nuovo anno per gli appassionati di tennis coincide con il primo Slam della stagione. Naturalmente il riferimento è agli Australian Open che prenderanno il via il 16 gennaio per chiudersi a fine mese e più precisamente il 29. Parte quindi la caccia a Rafael Nadal, detentore del titolo in cerca di conferme. L’altro spagnolo più atteso è il numero uno del mondo Carlos Alcaraz che precede il connazionale nel ranking. A completare il quadro c’è tutto il meglio che questo sport può offrire: il norvegese Casper Ruud, il greco Stefanos Tsitsipas, il serbo Novak Djokovic, il canadese Felix Auger-Aliassime, i russi Daniil Medvedev e Andrey Rublev, lo statunitense Taylor Fritz, il polacco Hubert Hurkacz.

Chi salterà la rassegna, invece, è il francese Gaël Monfils per il quale il 2023 si prospetta come un’annata di transizione a causa di un infortunio che lo aveva già costretto al forfait agli Open di Francia, Wimbledon e US Open 2022. L’ultimo giocatore ad approdare al main-draw è il portoghese Nuno Borges mentre accedono tramite il ranking protetto Hugo Dellien, Stan Wawrinka, Lloyd Harris, Kyle Edmund, Guido Pella e Jeremy Chardy.

C’è tanto tricolore nella competizione

Ci sarà anche un po’ di tricolore oltreoceano. Almeno cinque sono quelli che faranno certamente parte del tabellone principale. Tra questi figurano ovviamente Jannik Sinner, Matteo Berrettini e Loreno Musetti, in rigoroso ordine di posizione all’interno del ranking, che sono teste di serie nella competizione. Oltre al terzetto ci sono poi Lorenzo Sonego e Fabio Fognini, rispettivamente numero 45 e 55 della graduatoria mondiale. Per gli altri invece previsto un percorso più tortuoso che dovrà passare attraverso la fase delle qualificazioni. 

Potenzialmente potrebbero aggiungersi anche altri sedici candidati tutti italiani all’accesso nel gruppo principale. Tra questi, giovani di belle speranze che desiderano cogliere l’occasione della vita ma anche più esperti che hanno vissuto tutti gli alti e bassi che la carriera sportiva sa regalare. Un esempio è Marco Cecchinato, numero 101. Gli altri sono: Francesco Passaro, Matteo Arnaldi, Luca Nardi, Franco Agamenone, Mattia Bellucci, Giulio Zeppieri, Flavio Cobolli, Andrea Pellegrino, Riccardo Bonadio, Raul Brancaccio, Francesco Maestrelli, Luciano Darderi, Gianluca Mager, Andrea Vavassori e Roberto Marcora. Soltanto quattro di questi hanno avuto in passato l’opportunità di misurarsi in un tabellone principale Slam. 

Occhi puntati su Alcaraz, giovane stella al primo posto del ranking

C’è attesa e curiosità per il ritorno in Australia di Novak Djokovic, dopo l’assenza nella precedente edizione. Ma gli occhi saranno inevitabilmente puntati anche su Carlos Alcaraz che è stato l’autentico protagonista del 2022, anno ormai agli sgoccioli. Il giovanissimo spagnolo, che non ha ancora compiuto 20 anni, è già salito sul tetto del mondo conquistando il primo posto nel ranking ATP. Mai nessuno era riuscito a centrare un’impresa del genere in così giovane età. Ora l’obiettivo, per nulla scontato, dovrà essere quello di confermare il primo gradino del podio. 

Il tennista di El Palmar, però, è ragazzo ambizioso e pare anche avere le idee estremamente chiare. Tanto che avrebbe già deciso il programma del nuovo anno. Sostanzialmente Alcaraz ha messo in atto una vera e propria selezione che lo terrà impegnato esclusivamente negli ATP 500, i Masters 1000 e i tornei del Grande Slam. L’inizio è rappresentato proprio dall’Australian Open che lo scorso anno non fu proprio un grande successo. Lo spagnolo fu infatti eliminato al terzo turno. Ora però aspettative e pressioni sono superiori e le spalle sono larghe per sostenerle. 

Melbourne può essere la chance per non perdere terreno sui rivali ma anzi addirittura possibilmente aumentare il vantaggio. Negli Slam il suo ultimo anno non è stato tutto rose e fiori: dell’esperienza nella terra dei canguri abbiamo già detto ma anche Wimbledon e Open di Francia non hanno portato nulla di eccezionale. Gli US Open hanno permesso alla stellina di Alcaraz di prendersi la vetta. La concorrenza non manca, come normale che sia. A partire anche dal connazionale Nadal che è al numero due della classifica ma anche ai tanti potenziali campioni che vogliono rubargli la scena.

Dopo l’avventura in Australia i prossimi step di Alcaraz saranno gli ATP 500 di Rio de Janeiro e Acapulco prima di cimentarsi poi con i Masters 1000 di Indian Wells, Miami e Montecarlo. Superati questi scogli, il tour in giro per il pianeta lo riporterà nei pressi di casa, a Barcellona, per il torneo ATP 500.

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.