Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie B

Serie B: in zona retrocessione rinascita Cosenza, Benevento sorpresa in negativo

Anche nei bassifondi della classifica, la “cadetteria” regala grandi emozioni: in coda preoccupano Brescia e Spal, ruggito del Perugia. Ascoli sempre più giù. 

Ancora otto gare e conosceremo le quattro squadre che saluteranno la Serie B. Nel campionato cadetto, che si ferma per una settimana per la sosta per le nazionali, è accesa la lotta per evitare l'onta della retrocessione. I riflettori sono ovviamente puntati sulle tre squadre che chiudono la classifica e che, al momento, sono virtualmente retrocesse in Serie C. In questa veloce carrellata, diamo uno sguardo alla lotta salvezza, partendo proprio dal trio in coda fino ad arrivare alle possibili outsider, anche quelle che al momento sembrano al sicuro.

Brescia, Spal e Benevento: tre nobili decadute che rischiano grosso

Appena 28 punti in 30 gare. Questo il magro bottino di Brescia e Spal, due squadre che ad inizio stagione venivano date tra le pretendenti in chiave play-off. Male soprattutto il Brescia, peggiore attacco e tra le retroguardie più battute del torneo (peggio ha fatto solo il Cosenza): i lombardi, adesso guidati dall'ex difensore Gastaldello, vengono dal pesante 0-3 contro il Genoa, arrivato dopo tre pareggi consecutivi che sembravano preannunciare la più classica delle rinascite. 

Momento complicato anche per la Spal, che con il Brescia condivide una predisposizione all'esonero facile - ora in panchina siede Massimo Oddo, preceduto da Venturato e De Rossi - e che nelle ultime cinque giornate ha totalizzato solo tre punti. Insomma, niente svolta per i ferraresi nonostante i tanti cambi in panchina: per quello servono i gol di La Mantia, Mancini e - perché no - anche quelli di un Pepito Rossi che vuole chiudere al meglio la sua sfortunata carriera.

Al terzultimo posto, con un solo punto di vantaggio sul duo in fondo alla classifica, c’è un Benevento che a conti fatti è la sorpresa in negativo di tutto il campionato di Serie B. Parliamo di una compagine che in estate veniva data in corsa per la promozione e invece ci ritroviamo al cospetto di un vero e proprio disastro. Anche qui, due allenatori esonerati (Caserta e Fabio Cannavaro) e giocatori che non stanno rendendo al meglio: certezze come Simy, Schiattarella e Improta non riescono ad incidere più come un tempo. Manca soprattutto il gioco, dimostrazione che qualcosa si è rotto definitivamente nel mezzo della stagione. 

Poco più su: il Cosenza fa sul serio, Venezia e Perugia cercano continuità

Guardando alla zona play-out (ricordiamo che quartultima e quintultima partecipano agli spareggi) sorprende il momento del Cosenza. I calabresi hanno conquistato 9 punti nelle ultime quattro gare e nella 30esima giornata hanno addirittura avuto la meglio sul Frosinone capolista: sugli scudi il centrocampista Marco Brescianini, classe 2000 cresciuto nel Milan che ha realizzato i gol decisivi contro gialloblu e Spal.

Calabresi a 32 punti, distanti una sola lunghezza da un Venezia che ha ripreso a correre. La squadra di Vanoli sembra avere messo alle spalle la recente crisi, come dimostrano i quattro punti raccolti negli ultimi due match, con tanto di recente successo in casa dell'Ascoli (rete di Andrea Carboni). 

A pari punti con i veneziani, ma con una gara da recuperare, c'è il Perugia di Castori: gli umbri sono reduci dall'importante successo in casa del Cittadella, con rete decisiva di Samuel Di Carmine (primo gol del 2023 per lui). L'organico perugino è di tutto rispetto, la guida tecnica è di assoluto spessore e la salvezza, per questo, appare tutt'altro che un sogno impossibile.

Le altre tre che possono essere risucchiate e le possibili outsider

Proprio il Cittadella deve darsi una mossa, dopo aver conquistato appena due punti nelle ultime quattro gare. Gli uomini di Gorini hanno perso gli ultimi due scontri diretti in chiave salvezza (l'altro con la SPAL) e non possono permettersi ulteriori passi falsi. Preoccupa anche la situazione dell'Ascoli, 36 punti, reduce da tre sconfitte di fila e lontano parente dell'undici che ad inizio stagione dava del tu alle squadre in zona play-off. 

Occhio anche al momento del Modena, quattro sconfitte negli ultimi cinque turni e protagonista di una prova disastrosa contro il Palermo, segnata da cinque gol subiti dopo aver finito il primo tempo in vantaggio. Safety zone, invece, per un Como in forma clamorosa e la Ternana che ha ritrovato la vittoria con il rientrante Cristiano Lucarelli.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.