Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie B

Serie B: Genoa, contro la Reggina una vittoria per continuare a volare

I liguri vogliono consolidare il secondo posto e confermarsi tra le squadre più in forma del campionato. I calabresi sono in crisi nera (otto sconfitte nelle ultime dieci) e devono difendere la zona play-off.

Evento: Genoa-Reggina
Luogo: Stadio Luigi Ferraris, Genova
Quando: 20:30, 31 Marzo 2023
Dove vederla: Sky Sport, NOW Tv, Dazn, Helbiz

Subito una grande sfida nella 31esima giornata di Serie B. Nel classico anticipo del venerdì sono protagoniste due nobili decadute come Genoa e Reggina, due squadre che vivono momenti decisamente agli antipodi. I liguri sono stati rigenerati dalla cura Gilardino: con il Campione del Mondo in panchina, il Grifone si è assestato al secondo posto in classifica, raccogliendo la bellezza di 21 punti nelle ultime dieci partite (meglio ha fatto solo il Sudtirol, terzo a quattro punti di distanza). 

Nello stesso periodo, invece, la Reggina è stata protagonista di un andamento da zona retrocessione: appena sei punti conquistati in dieci match, con il secondo posto adesso distante 14 punti e nei fatti irraggiungibile. Per i calabresi di Pippo Inzaghi è necessaria la classica svolta: continuando così non è a rischio solo la zona play-off, ma c'è da preoccuparsi anche in ottica play-out, considerando l'andamento recente di squadre attrezzate come Venezia e soprattutto Cosenza. 

Genoa, emergenza sulle fasce per Gilardino. In attacco chance per bomber Coda

Qualche problema di formazione di troppo per Mister Gilardino, che deve fare i conti con le assenze in contemporanea degli esterni mancini Czyborra, Haps e Pajac e con un Dragusin a mezzo servizio dopo il doppio impegno con la nazionale rumena (l'ex Juventus ha un solo allenamento nelle gambe e potrebbe partire dalla panchina).

Così, nell'ormai consueto 3-5-2, spazio al portiere Martinez e alla retroguardia nel segno di Vogliacco, Bani e dell'eterna bandiera Domenico Criscito. A centrocampo la zona nevralgica è formata da tre giocatori che non hanno bisogno di presentazioni: riflettori puntati sull'ex colonna di Olanda e Roma Kevin Strootman, un vero e proprio lusso per la categoria; al suo fianco l'altro ex bianconero Sturaro e un habitué dei palcoscenici della Serie A come Badelj. 

Sulle fasce, considerando le tante assenze, appare scontato l'utilizzo di Hefti a destra e Sabelli a sinistra. In attacco, alla luce dei soliti acciacchi di Puscas, è certo l'impiego dal primo minuto dell'islandese Gudmundsson e del bomber Massimo Coda, quest'ultimo alla ricerca della sua decima rete stagionale. Il numero 10 Aramu dovrebbe iniziare dalla panchina: scontato il suo utilizzo nella ripresa, per spezzare eventuali resistenze della retroguardia avversaria.

Reggina, cambio di modulo per Pippo Inzaghi. L’acciaccato Fabbian dovrebbe essere della partita

La Reggina ha assolutamente bisogno di punti, per smuovere la classifica e ripartire dopo il recente trittico di sconfitte contro Cosenza, Parma e Cagliari. Gli amaranto dovrebbero scendere in campo con un insolito e speculare 3-5-2: abbandonato un po' a sorpresa il solito 4-3-3, dimostrazione che Inzaghi è alla ricerca di soluzioni alternative per uscire da una crisi che si sta facendo sempre più allarmante.

In ottica formazione, preoccupano solo le condizioni del gioiello di centrocampo Giovanni Fabbian: il classe 2003 di proprietà dell'Inter è alle prese con un problema fisico di lieve entità e dovrebbe essere in campo dal primo minuto. Una notizia importantissima per i calabresi, che possono fare leva su un giocatore che sta vivendo la classica stagione della consacrazione, con tanto di 8 gol in 27 presenze. 

Al fianco del giovane originario di Camposampiero, ecco gli esperti Majer ed Hernani, mentre sugli esterni dovrebbero agire Pierozzi e Di Chiara. In attacco ecco un talento assoluto (e forse mai sbocciato definitivamente) come Jeremy Menez, mentre per il ruolo di centravanti vero è ballottaggio tra Strelec (in vantaggio), Galabinov e Gori. In difesa, invece, davanti al portiere Colombi, il trio dovrebbe essere all'insegna del centrale scuola Fiorentina Camporese, coadiuvato da Cionek e dall'italo-svedese Gagliolo.

Notizie Calcio 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.