Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Salernitana
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: una Salernitana disperata cerca l'impresa contro l’Atalanta

Salernitana ultima in classifica e con soli 8 punti a caccia dell’impresa a Bergamo. L'Atalanta arriva da due successi consecutivi che hanno interrotto un periodo negativo.

Evento: Atalanta-Salernitana
Luogo: Gewiss Stadium, Bergamo
Data: 18 dicembre 2023
Orario: 20:45
Dove vederla:Sky Sport Calcio, Sky Sport 4K, Sky Sport. In streaming su NOW, Sky Go e DAZN

La sedicesima giornata di Serie A si concluderà lunedì sera con il posticipo tra Atalanta e Salernitana. Morale decisamente opposto per le due squadre, con i nerazzurri che in una settimana hanno messo da parte tutte le difficoltà dell’ultimo periodo battendo il Milan e confermandosi pure in Europa League con il modesto Raków Częstochowa. I campani invece sono ultimi in classifica e si presentano all’appuntamento reduci da due sconfitte consecutive che hanno fatto seguito all’unica vittoria ottenuta in campionato ovvero quella sulla Lazio. 

I precedenti tra i due team sono quindici in totale: bilancio nettamente a favore della Dea che si è imposta in ben sette occasioni sui rivali. Clamoroso il successo dello scorso anno al Gewiss Stadium da parte della formazione di Gian Piero Gasperini che trionfò sull’avversario con un tennistico 8-2. Mai prima di allora i lombardi erano riusciti a segnare addirittura otto reti in un’unica partita. 

La Salernitana ha invece battuto una sola volta l’Atalanta e il riferimento è assai recente perché parliamo della partita dello scorso maggio che terminò 1-0 per i granata con gol di Candreva. Sette infine è il numero di pareggi che completano il quadro dei confronti. Anche tra gli allenatori gli scontri diretti sono stati finora impari. Gasperini ha sconfitto il collega Filippo Inzaghi tutte e cinque le volte in cui ha avuto modo di affrontarlo. L’ultimo incrocio risale al maggio del 2021 in un Atalanta-Benevento 2-0.

Come arriva l’Atalanta

Contro il Milan l’Atalanta si è finalmente ritrovata. Quel successo conquistato con fatica all’ultimo minuto ha interrotto un brutto ciclo di un punto in quattro partite per i bergamaschi. In settimana è arrivata anche la vittoria in Europa League, seppur inutile ai fini della classifica del girone, dal momento che il team di Gian Piero Gasperini era già certo della qualificazione con il primo posto. Ma se vincere aiuta a vincere, da questa doppia gioia consecutiva la Dea può ritrovare la linfa necessaria per scalare altre posizioni in Serie A e avvicinarsi alla zona coppe. 

Certo, bisogna tener conto degli infortuni che hanno condizionato sia il reparto di difesa che quello d’attacco. Dietro è possibile l’impiego di De Roon nel quasi inedito ruolo di braccetto. Davanti spera in una nuova chance Muriel, fin qui poco utilizzato e che dopo la doppietta col Raków è tornato a spingere per avere una maglia da titolare. Occhio al mercato di gennaio che potrebbe allontanare il colombiano da Bergamo.

Come arriva la Salernitana

tagione complicata per la Salernitana che è già dovuta ricorrere al cambio dell’allenatore, esonerando Paulo Sousa e rimpiazzandolo con Filippo Inzaghi. Nessuno finora ha fatto meno punti dei campani in trasferta (appena due in sette gare), così come nessuno ha segnato così poche reti lontano dalle mura amiche (soltanto quattro). D’altro canto i punti conquistati dai granata sono appena otto e valgono l’ultimo posto della classifica. Soltanto tre squadre da quando è cominciata l’era dei tre punti in Serie A sono riuscite a salvarsi partendo con questo numero di punti o con meno. 

Parliamo del Verona dello scorso anno, della Salernitana stessa della stagione precedente e del Crotone del 2016/2017. Insomma la strada è evidentemente in salita. Anche perché i campani hanno pure la peggior difesa dell’intero torneo oltre al secondo peggior attacco. Se lo scorso anno Boulaye Dia aveva inciso parecchio nelle sorti del club di Salerno totalizzando 16 reti, stavolta nessuno davanti sta toccando soglie realmente determinanti.

Le probabili formazioni di Atalanta-Salernitana

Nell’Atalanta Musso si riprende la maglia da titolare tra i pali; in difesa se non recupera Kolasinac tocca a De Roon affiancare Scalvini e Djimsiti; sulle fasce troviamo Zappacosta e Ruggeri con Koopmeiners ed Ederson in mezzo; Pasalic e Lookman agiscono in appoggio all’unica punta che dovrebbe essere De Ketelaere (in vantaggio su Muriel).

Tanti dubbi nella Salernitana a partire dal modulo che potrebbe prevedere sia la difesa a 3 che a 4. Nel primo caso davanti a Costil dovrebbero esserci Daniliuc, Gyomber, Pirola e Mazzocchi; regia affidata a Bohinen con Maggiore e Legowski mezzali; in attacco spazio a Ikwuemesi con Candreva e Cabral a sostegno. In caso di difesa a 3 dentro Bradaric e fuori Legowski. 

Dove vedere Atalanta-Salernitana in TV e in streaming

In ogni turno di Serie A sono tre le partite che vengono trasmesse sia da Sky che da DAZN. Nella sedicesima giornata tocca proprio ad Atalanta-Salernitana visibile su Sky Sport Calcio (canale 202) Sky Sport 4K (canale 213) e Sky Sport (canale 251). L’evento è disponibile anche in streaming su Sky Go, NOW e naturalmente DAZN.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.