Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: Serie A: Torino-Atalanta, Gasperini affronta Juric

Il tecnico della Dea a duello contro il suo erede Juric. Ma non c’è tempo per la nostalgia: entrambe le squadre hanno qualcosa da farsi perdonare dopo le ultime giornate. 

Evento: Torino-Atalanta
Luogo: Stadio Olimpico Grande Torino
Data: 4 dicembre 2023
Orario: 20:45
Dove vederla: DAZN, Sky Sport, NOW

La quattordicesima giornata di Serie A si conclude con il posticipo del lunedì sera che mette di fronte Torino e Atalanta. Appuntamento fissato alle 20:45 nel tradizionale orario serale del massimo campionato italiano. Si affrontano due squadre che hanno uno stile di gioco assai simile, d’altro canto Ivan Juric si è formato tatticamente proprio alla scuola di Gian Piero Gasperini, considerato di fatto il suo mentore. Al di là delle questioni legate alle figure dei due allenatori, granata e nerazzurri non arrivano all’appuntamento nelle migliori condizioni. Per quanto riguarda i piemontesi la debacle di Bologna ha fatto male poiché arrivata contro una rivale di pari rango. I lombardi, invece, nelle ultime tre gare hanno ottenuto soltanto un punto. 

Sono 128 i precedenti tra i due team, sommando tutte le competizioni alle quali hanno preso parte. Il bilancio complessivo è nettamente a favore del Toro che ha vinto 51 volte contro le 34 della Dea. 43 invece sono stati i pareggi. Nell’ultimo confronto allo stadio Olimpico Grande Torino è stata l’Atalanta ad accaparrarsi i tre punti, grazie ad una rete nel finale realizzata proprio da Duvan Zapata che nel frattempo ha cambiato casacca passando all’altra sponda. Bisogna scavare un poco in più per risalire all’ultima gioia sabauda: era il 2019 e nel 2-0 finale ci furono le firme di Izzo e Iago Falque quando sulla panchina del Torino era seduto Walter Mazzarri. 

Come arriva il Torino

Ivan Juric è alla terza stagione sulla panchina del Torino. L’ambizione è sempre la stessa: riportare i granata in Europa. Da tempo i piemontesi non giocano una competizione e cioè dal 2019 quando con Walter Mazzarri persero ai play-off di Europa League contro il Wolverhampton. Step by step il club di Urbano Cairo ha provato ad infilarsi tra le big del nostro calcio, riuscendo spesso e volentieri negli ultimi anni a stazionare nella parte sinistra della classifica senza mai però avvicinarsi più di tanto al grande sogno. 

Anche quest’anno la situazione non sembra essere differente per un gruppo ancora troppo discontinuo per pensare seriamente in grande. Il ruolino di marcia d’altro canto è indicativo: quattro vittorie, quattro pareggi e cinque sconfitte. Il problema più serio, poi, è quello dei gol segnati che sono appena dieci. Il calciatore più prolifico dell’intera rosa è Nemanja Radonjić con tre reti: ma il serbo dopo un discreto inizio è finito in panchina e nel nuovo modulo pare non esserci più tanto spazio per lui. Nel tentativo di rivitalizzare un reparto assai sterile, infatti, Juric sta provando a insistere con il doppio centravanti. 

Come arriva l’Atalanta

C’è chi sogna l’Europa e chi la vive ormai da qualche anno. L’Atalanta è da tempo una delle big italiane in lotta per le prime posizioni, con anche una stagione vissuta in Champions League. La realtà attuale dei nerazzurri si chiama Europa League, competizione nella quale peraltro stanno ben figurando avendo già strappato il pass per il turno successivo. In Serie A, invece, qualche passo falso di troppo negli ultimi tempi è stato fatto, tant’è che la Roma è riuscita a scavalcare la Dea in classifica. 

Anche perché nel mese di novembre la formazione guidata da Gian Piero Gasperini non ha mai vinto mettendo in fila un pareggio e due sconfitte. Vero che le partite sono state perse contro team come Inter e Napoli, sulla carta certamente superiori, però i lombardi ci hanno abituati nel corso di questi anni a combattere fianco a fianco anche con rivali più blasonati. Resta comunque positivo l’andamento dell’Atalanta, ancora perfettamente in linea con gli obiettivi prefissati. 

Le probabili formazioni di Torino-Atalanta

C’è Milinkovic-Savic in porta nel Torino; nella difesa tre troviamo Tameze, Buongiorno e Rodriguez; poi Bellanova e Lazaro esterni a tutta fascia con Ilic e Linetty in mezzo; Vlasic trequartista dietro alla coppia composta dall’ex Zapata e da Sanabria.

Atalanta con la difesa praticamene obbligata tra Scalvini, Djimsiti e Kolasinac a protezione del portiere Musso; sulla linea di centrocampo Hateboer, Ederson, De Roon e Ruggeri; Pasalic e Lookman in appoggio al centravanti Scamacca. Out De Ketelaere. 

Dove vedere Torino-Atalanta in tv e in streaming

La Serie A è interamente trasmessa su DAZN ma con tre partite per ogni turno visibili anche su Sky Sport. Nella quattordicesima giornata di campionato tra le prescelte per l’emittente satellitare c’è proprio Torino-Atalanta, in programma lunedì 4 dicembre alle ore 20:45. Naturalmente è possibile seguire l’evento anche in streaming su Sky Go e NOW. 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.