Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio

Serie A: Roma e Mourinho, le strade si dividono? Tutte le ipotesi sul tavolo

Dopo la sconfitta nella finale di Europa League, è tempo di decidere il futuro. Il tecnico lusitano pretende un mercato da big e una società più presente. Nel frattempo, c’è da vincere contro lo Spezia per difendere il sesto posto ed evitare la “retrocessione” in Conference.

Mourinho e la Roma, un matrimonio destinato a finire? La (sfortunata) sconfitta nella finale di Europa League ha fatto riemergere ruggini e rivendicazioni che sembrano fare da prologo ad un divorzio tutt’altro che tranquillo, nonostante un contratto in scadenza nel 2024. 

Il tecnico lusitano vuole vincere e, soprattutto, vuole giocarsi le sue carte in ottica Scudetto: per questo l’ex Inter e Real Madrid chiede un calciomercato di assoluto spessore, da top team, seguendo cioè la linea tracciata dall’affare Dybala. Dall’altro lato, però, la proprietà dei Friedkin non sembra intenzionata a mettere mano al portafogli in maniera massiccia, anche e soprattutto alla luce del "settlement agreement" con la Uefa con scadenza nella stagione 2026/27 (per la serie, fino ad allora sono vietate spese folli).

Prima di ragionare su progetti e investimenti futuri, però, c’è da chiudere al meglio una stagione segnata da “zero titoli”, per usare un'espressione cara allo stesso Mourinho, e da un rendimento in campionato assolutamente insoddisfacente. Da marzo in poi, i capitolini hanno perso tantissimo terreno in ottica Champions League e adesso rischiano di chiudere al settimo posto, addirittura dietro una Juventus che deve fare i conti con il -10 inflitto dalla Federazione.

Attenzione Roma, ti “scippano” anche il sesto posto. Fondamentale vincere con lo Spezia

Dal sogno Champions alle “retrocessione” in Conference League è un attimo. La Roma non può permettersi di terminare il campionato al settimo posto, facendo così peggio dello scorso anno e rischiando - al netto dei guai della Juve, che probabilmente sarà esclusa dalla Uefa - di non prendere parte alla prossima Europa League. Il declassamento in Conference potrebbe determinare già di suo l’addio di Mourinho, in cerca di stimoli maggiori e voglioso di “vendicare” la sconfitta in finale con il Siviglia.

Il primo passo affinché i capitolini e il tecnico lusitano possano continuare insieme è dunque difendere la qualificazione alla prossima Europa League. Per questo, è fondamentale vincere nell’ultima giornata contro lo Spezia: una missione tutt’altro che semplicissima, considerando l’umore della truppa giallorossa, i tanti acciacchi post-finale (vedi alle voci Dybala, Abraham e Matic) e soprattutto le motivazioni dei liguri di Mister Semplici, che hanno assolutamente bisogno di un successo per l’obiettivo salvezza. 

Serve, insomma, una prova da squadra vera: guai a ripetere le prestazioni delle ultime settimane, passate con il cruccio della finalissima, con la vittoria che manca addirittura da un mese e mezzo, dal netto 3-0 ai danni dell'Udinese con reti di Bove, Pellegrini e Abraham.

Mourinho e la società devono parlare, ma le sensazioni non sono positive

Ipotizzando una vittoria contro lo Spezia, o comunque notizie positive dagli altri campi ed eventualmente dai “tribunali sportivi”, i vertici della Roma e José Mourinho saranno chiamati a rivedere le rispettive posizioni. Il punto d’incontro, come al solito, potrebbe essere a metà strada, con i Friedkin che potrebbero garantire maggiori investimenti ma senza sfociare nelle follie economiche, e Mourinho che potrebbe “accontentarsi” di operazioni low cost ma che vedono protagonisti giocatori di spessore, spesso vogliosi di lavorare con il tecnico lusitano (operazioni, per intenderci, alla Matic o in stile Aouar, il cui acquisto a parametro zero è stato definito nelle scorse settimane). 

L’impressione, però, è che le parti non siano poi così disponibili ad accettare compromessi: vero, nel post-partita Mourinho ha lanciato messaggi distensivi, ma le sue ambizioni in ottica calciomercato (che cozzano con il settlement agreement) e le sue pretese in ottica dirigenziale (ha chiesto maggiore presenza della società, soprattutto nei momenti di crisi) non fanno presagire nulla di buono. Certo, tutto è possibile, ma le ambizioni dell’allenatore nativo di Setubal non ammettono tentennamenti, né mezze misure. 

Mourinho, futuro in una big assoluta?

Per la Roma e Mourinho è il classico momento sliding doors. Da un lato serve la vittoria contro lo Spezia, dall’altro un accordo tra le parti che potrebbe includere la conferma dei big (Smalling, Dybala e Pellegrini su tutti) e il taglio dei rami secchi, inclusi anche alcuni giocatori voluti dallo stesso Mourinho nella scorsa estate e che non sono riusciti ad incidere (vedi alle voci Wijnaldum e Belotti). Se le parti non riusciranno a trovare il più classico degli accordi, per l’allenatore ex Inter potrebbero aprirsi le porte di una big assoluta del calcio europeo.

Perso il treno della nazionale portoghese, che lo ha inseguito per lungo tempo prima di virare su Roberto Martínez, Mourinho viene adesso accostato ad un Paris Saint-Germain in cerca di un gestore che sappia finalmente dare un’anima ad una squadra che non può più essere una collezione di figurine. Una missione complicata, ma che potrebbe stuzzicare l’ego del tecnico lusitano. L’altra ipotesi sul tavolo lo riporterebbe a Madrid, sponda Real, con i Blancos che sembrano ormai sicuri dell'addio di Carlo Ancelotti, destinato alla panchina della nazionale brasiliana.

PSG e Real Madrid due big assolute e portafogli infiniti (o quasi). La voglia di tornare a primeggiare è tanta, ma il portoghese ha un sogno: vincere ancora a Roma, dopo l’impresa in Conference dell’anno scorso e il trionfo sfiorato in Europa League. I Friedkin lo sanno bene, come sanno che Mourinho non ama abbandonare la nave da perdente. Continuare, alzare l’asticella e sognare: è un’ipotesi così difficile?

Notizie Calcio 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.