Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: Milan-Frosinone, impegno complicato per i rossoneri

La squadra di Stefano Pioli deve fare i conti con un numero incredibile di defezioni in difesa: l’unico titolare è Tomori. I gialloblu si affidano a Soulé e Ibrahimovic.

Evento: Milan-Frosinone
Luogo: Stadio San Siro, Milano
Data: 2 dicembre 2023
Orario: 20:45
Dove vederla: DAZN, Sky Sport, Sky Go, NOW

Il Milan deve rialzare la testa dopo la bruttissima serata in Champions League contro il Borussia Dortmund. I rossoneri - falcidiati dalle assenze - hanno bisogno di un successo, il secondo consecutivo dopo un digiuno lungo quattro turni, per confermarsi al terzo posto e approfittare di un eventuale passo falso di Inter e Juventus. A San Siro, però, arriva una squadra difficile da affrontare come il Frosinone: i gialloblu sono a conti fatti la sorpresa di questa prima parte di stagione, grazie ad un attacco atomico guidato dagli enfant prodige Soulé e Reinier.

Le probabili formazioni di Milan-Frosinone

Milan (4-3-3): Maignan, Calabria, Krunic, Tomori, Theo Hernandez; Musah, Reijnders, Loftus-Cheek; Chukwueze, Jovic, Pulisic. Allenatore: Pioli.

Frosinone (4-2-3-1): Turati, Monterisi, Okoli, Romagnoli, Oyono; Mazzitelli, Barrenechea; Soulé, Reinier, Ibrahimovic; Cheddira. Allenatore: Di Francesco.

Difesa da reinventare per Pioli: esordio per il giovane Simic o soluzione Krunic?

Sempre più emergenza in difesa per il Milan, che oltre ai soliti Kalulu, Pellegrino, Caldara e Kjaer (il danese dovrebbe recuperare a breve) deve fare a meno anche del tedesco Thiaw. Il tecnico Stefano Pioli è dunque costretto a trovare soluzioni inedite: al fianco di Tomori, così, dovrebbe agire il centrocampista Krunic, utilizzato come centrale difensivo anche durante la gara di Champions contro il Borussia. In alternativa possibile l'esordio dell’elemento della Primavera Jan-Carlo Simic. 

Se a centrocampo si registra un certo affollamento, con tanto di rientro inaspettato del lungodegente Bennacer, in attacco invece c’è ancora una volta grande emergenza: Rafael Leao e Okafor sono ancora indisponibili per infortunio, mentre il vice campione del mondo Giroud deve scontare la seconda delle due giornate di squalifica. Al centro del reparto avanzato dovrebbe nuovamente giocare l'ex Fiorentina Jovic, supportato da Pulisic e Chukwueze. Ancora panchina per il giovane Camarda che, dopo il record di più giovane esordiente della storia della Serie A, sogna anche il primo gol tra i big (nel caso sarebbe battuto il primato del mitico Amedeo Amedei, capace di realizzare un gol a 15 anni, 9 mesi e 13 giorni).

Frosinone: solito affollamento in attacco per Di Francesco

Poche assenze per il Frosinone di Eusebio di Francesco, in campo senza Lirola e Harroui e con i soli Marchizza e Kalaj alle prese con acciacchi risolvibili nell'arco di pochi giorni. Per il resto, soliti ballottaggi per la compagine gialloblu: a centrocampo capitan Mazzitelli si candida ad una maglia da titolare, nonostante qualche acciacco fisico di troppo e la concorrenza dell'ex Sassuolo Bourabia. In attacco, invece, Cheddira si gioca un posto con il sempre più convincente Cuni,  mentre sulla linea dei trequartisti è scontata la presenza del talento argentino Matias Soulé e delle altre sorprese Reiner e Arijon Ibrahimovic.

Dove vedere Milan-Frosinone in televisione e streaming

La gara tra Milan e Frosinone è trasmessa sia da DAZN che dall’emittente Sky. Nel primo caso parliamo del classico streaming: fondamentale, dunque, una connessione internet per vedere l’evento su smart tv, computer, tablet e smartphone. Con Sky, invece, è possibile seguire la diretta del match anche con il classico televisore (serve l’apposito decoder), senza dimenticare l’opzione streaming Sky Go. Possibile guardare la gara anche con abbonamento a NOW, anch’essa nell’emisfero Sky.  

I precedenti tra le due squadre

Quinto confronto diretto tra rossoneri e gialloblu. L'ultima sfida risale al 19 maggio 2019, quando i rossoneri si imposero con un netto 2-0 nel segno di Piatek e Suso (da segnalare, però, il rigore sbagliato sullo 0-0 dal frusinate Ciano). Occhio perché parliamo di una gara segnata spesso da molti gol: nel dicembre 2015 spettacolare 2-4 rossonero con gol di Abate, Bacca, Alex e di Jack Bonaventura, ora alla Fiorentina. Nella sfida di ritorno del maggio 2016, pirotecnico 3-3 proprio a San Siro con pareggio al fotofinish targato Jeremy Menez.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.