Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: Milan, contro il Torino per la rinascita

I rossoneri vengono da quattro sconfitte consecutive e adesso occupano il sesto posto in classifica. I granata vogliono ripetere l’impresa di Coppa Italia: l’obiettivo è consolidare la settima piazza.

Evento: Milan-Torino
Luogo: Stadio San Siro, Milano
Quando: 20:45, 12 Febbraio 2023
Dove vederla: Dazn

Vincere per uscire da una crisi che inizia a farsi preoccupante. Ormai fuori dalla lotta Scudetto, il Milan di Stefano Pioli ha assoluto bisogno dei tre punti per rilanciarsi in ottica quarto posto e arrivare nel migliore dei modi all'impegno in Champions League contro il Tottenham. I rossoneri non sono attesi da un impegno semplice: a San Siro arriva il Torino di Ivan Juric, protagonista di un 2023 da urlo come certificano il settimo posto in graduatoria e i 7 punti conquistati nelle ultime tre gare. 

In più, i granata hanno nei fatti inaugurato la crisi milanista, eliminando Tonali e compagni negli ottavi di Coppa Italia (successo ai supplementari, dopo quasi un’ora con un uomo in meno). Di certo, un precedente tutt’altro che rassicurante. Vittoria del Torino anche nell'ultimo scontro diretto in campionato: lo scorso 30 ottobre i granata si sono imposti per 2-1 grazie alle reti di Djidji e del russo Miranchuk. Per l'ultima vittoria rossonera dobbiamo riavvolgere il nastro fino al 26 ottobre 2021, giorno del successo di misura nel segno del solito Giroud.

Milan, in attacco si rivede Leao. In difesa pesa tantissimo l’assenza di Tomori

Il Milan deve ancora una volta fare i conti con le assenze pesantissime del portiere Maignan, dei difensori Florenzi e Tomori e del centrocampista algerino Bennacer, potenzialmente tutti titolari. Il tecnico Stefano Pioli si può rincuorare con il ritorno tra i convocati dell'uomo spogliatoio Zlatan Ibrahimovic: lo svedese potrebbe scendere in campo per la prima volta in stagione, subentrando molto probabilmente negli ultimi minuti. Per il resto, c’è poco da stare allegri, come attesta l’adozione dell’insolito e più difensivo 3-4-1-2, sintomo di un Milan che ha perso le granitiche certezze di un’annata, quella scorsa, culminata con la vittoria del 19esimo Scudetto della sua storia.

Guardando ai singoli, spazio al portiere Ciprian Tatarusanu, spesso destinatario di critiche anche feroci ma a conti fatti tra i migliori in campo della sconfitta (la quarta consecutiva) nell'ultima di campionato contro l'Inter. In difesa appaiono sicuri del posto Pierre Kalulu e Simon Kjaer, mentre per l'altra maglia è ballottaggio tra il favorito Malick Thiaw e Matteo Gabbia. A centrocampo tutto passa per i piedi della certezza Sandro Tonali, affiancato dall'ex Empoli Rade Krunic e dagli esterni Davide Calabria e Theo Hernandez. Riflettori puntati proprio sul francese, reduce da un post-mondiale da incubo. In attacco Ibrahim Diaz dovrebbe agire alle spalle delle due punte Olivier Giroud e dell'altro osservato speciale Rafael Leao, che riconquista il posto da titolare ai danni di un mai convincente Divock Origi.

Questi gli uomini chiave di un Milan che viene da una prima parte di stagione al di sotto delle aspettative. Una squadra che sembra lontana parente di quella che ha stupito tifosi e addetti ai lavori nel precedente biennio e che a questo giro appare oltremodo penalizzata da un calciomercato estivo fallimentare. A parlare, in questo senso, sono i mancati arrivi di Botman e Sanches e l'acquisto di un oggetto misterioso come Charles De Ketelaere, giocatore dalle grandi doti tecniche ma forse non adatto al calcio italiano. 

Torino, emergenza a centrocampo: il tecnico Juric spera di recuperare Ivan Ilic

Se il rendimento recente del Milan è da zona retrocessione (solo 5 punti nelle sei gare di campionato del 2023), il Torino vuole invece confermarsi tra le squadre più in forma del panorama calcistico italiano. Anche Juric, però, deve fare i conti con un'infermeria decisamente affollata: fuori gioco i lungodegenti Pellegri, Lazaro e Zima, a cui bisogna aggiungere Radonjic, Djidji e l'imprescindibile Samuele Ricci. In dubbio, invece, il nuovo arrivato Ivan Ilic, alle prese con una contusione. 

Nel 3-4-2-1 granata spazio per l'estremo difensore Vanja Milinkovic-Savic e per una retroguardia composta da Perr Schuurs, Alessandro Buongiorno e dallo svizzero Ricardo Rodriguez. Tanti dubbi a centrocampo, alla luce di defezioni e acciacchi dell'ultim'ora: si candida per una maglia da titolare l’altro nuovo acquisto Ronaldo Vieira, in prestito dalla Sampdoria. L’inglese classe '98 dovrebbe essere affiancato dall’altro ex sampdoriano Karol Linetty, mentre sugli esterni dovrebbero essere confermati Ola Aina e il mancino Mergim Vojvoda. In attacco l'unica punta Antonio Sanabria dovrebbe essere supportata dai trequartisti Nikola Vlasic e Aleksey Miranchuk.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.