Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Juventus, Allegri
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: Juventus, contro l’Empoli per la mini fuga

La Juventus sogna di portarsi (momentaneamente) a +4 sull’Inter. In attacco conferme per le star Vlahovic e Yildiz. Ma attenzione all’Empoli rigenerato dalla cura Nicola.

Evento:Juventus-Empoli
Luogo:Allianz Stadium, Torino
Data:27 gennaio 2024
Orario:18:00
Dove vederla: DAZN

 Lo Scudetto non è poi un sogno così irraggiungibile. Sabato sera, nell’ambito della 22esima giornata di Serie A, la Juventus affronta l’Empoli e ha la possibilità di mettere ulteriore pressione su un'Inter che si ritroverebbe a -4 ma con due gare in meno rispetto ai bianconeri. È una lotta per il titolo, ma somiglia sempre di più ad una partita a scacchi, con la truppa di Allegri chiamata a sfruttare tutte le occasioni, anche quelle dettate dal calendario (vedi alla voce rinvii per la Supercoppa) e dalla mancata partecipazione alle competizioni europee. 

Occasioni ovviamente che non arrivano per caso, dal momento che parliamo di una squadra che sabato può mettere in fila l’ottava vittoria consecutiva tra campionato e Coppa Italia. Dall’altro lato, però, c’è un Empoli che non è in vena di regali: l’arrivo del nuovo tecnico Davide Nicola, che ha subito messo mano all'assetto tattico, e la netta vittoria contro il Monza rappresentano un biglietto da visita niente male per una squadra che vuole salvarsi.

Le probabili formazioni di Juventus-Empoli

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Miretti, Kostic; Vlahovic, Yildiz. Allenatore: Allegri.

Empoli (3-5-2): Caprile; Ismajli, Walukiewicz, Luperto; Bereszynski, Zurkowski, Grassi, Marin, Gyasi; Cambiaghi, Cerri. Allenatore: Nicola.

Come la Juventus arriva all’impegno

Nella Juventus, oltre ai soliti Pogba, Fagioli e De Sciglio, non dovrebbe essere del match anche il vice campione del mondo Adrien Rabiot. Il francese, uomo chiave nello scacchiere tattico bianconero, è ancora alle prese con i problemi al polpaccio e non sarà rischiato: nel mirino c'è infatti lo scontro diretto di inizio febbraio con l'Inter di Simone Inzaghi. A centrocampo, così, spazio per un Miretti che ancora non ha convinto appieno e che potrebbe addirittura lasciare Torino in questi ultimi giorni di calciomercato, per fare esperienza (in prestito) in una squadra minore. Chi è certo dell’addio è l’attaccante Moise Kean, chiuso dall'esplosione di Yildiz e da un Milik dal rendimento costante: per l’ex Verona si prospetta un’esperienza di 6 mesi (sempre a titolo temporaneo) con la maglia dell’Atletico Madrid.

Guardando a chi invece scenderà in campo, Allegri rimane fedele al suo 3-5-2 e al trio di difesa nel segno di capitan Danilo, della certezza Bremer (che sta tornando sui livelli visti con la maglia del Torino) e dell’ottimo Gatti. A centrocampo, con Locatelli, McKennie e Cambiaso sicuri del posto, l'unico dubbio vede protagonisti Kostic (che ha mercato in Arabia) e l'altro statunitense Weah. In attacco, infine, è impensabile rinunciare ad un Vlahovic in grandissima forma: il serbo è a quota 11 gol e viene da due doppiette consecutive contro Lecce e Sassuolo. Al fianco dell’ex Fiorentina c’è ancora il fuoriclasse turco Kenan Yildiz, giocatore che ha letteralmente sovvertito le gerarchie in attacco e che non sta facendo rimpiangere l’acciaccato Federico Chiesa.

Come l’Empoli arriva alla sfida

Davide Nicola è l’uomo giusto per la salvezza. Dopo le missioni impossibili con Crotone e Salernitana, il tecnico originario di Luserna San Giovanni sogna un’altra impresa. Il recente trionfo contro il Monza ha mostrato che la strada intrapresa è quella giusta: difesa a tre che concede qualcosa in meno, centrocampo folto guidato dallo scatenato Zurkowski (cavallo di ritorno da 4 gol in due partite) e un attacco che vede subito protagonista il nuovo acquisto Cerri (mancato ex della gara, essendo stato acquistato dalla Juventus nel 2015 ma senza mai fare esordio con la casacca bianconera). 

Piccoli ma sostanziali correttivi rispetto alla recente, e brevissima, gestione Andreazzoli: dimostrazione ulteriore della grande intelligenza di Nicola, un tecnico che non verrà ricordato per il bel gioco ma per la valorizzazione di giocatori tutt’altro che di prima fascia.

Andando nello specifico, l'Empoli si ritrova ancora una volta senza Pezzella, Ebuehi e Guarino, a cui potrebbero aggiungersi gli acciaccati Caputo, Destro e Simone Bastoni. In ottica probabili formazioni Walukiewicz dovrebbe ancora una volta guidare il terzetto difensivo, mentre a centrocampo è ballottaggio tra Marin e l'ex leccese Maleh. Dilemma anche sulla fascia sinistra, con il più offensivo Gyasi che sembra in vantaggio sul terzino Cacace. In attacco, al fianco del già citato Cerri, c'è Cancellieri.

Dove seguire Juventus-Empoli in TV e streaming

Juventus-Empoli è un’esclusiva DAZN. Per seguire l’evento serve una connessione ad internet e un abbonamento con la celebre piattaforma streaming. In più, è fondamentale disporre di un dispositivo come smart tv, computer, tablet, smartphone o anche di un televisore più antiquato ma connesso ad internet tramite un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.