Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: il punto sull’Empoli di Zanetti, mix di gioventù ed esperienza per una nuova missione salvezza

A breve comincerà la stagione 2023/2024 degli azzurri, impegnati già il 12 agosto in Coppa Italia contro il Cittadella. 

L’Empoli riparte per una nuova stagione, segnata sempre dal medesimo obiettivo: centrare la salvezza nella maniera più tranquilla possibile. Questo traguardo lo scorso campionato è stato tagliato con largo anticipo, tanto che il torneo si è concluso con quarantatré punti: ben dodici in più dello Spezia terzultimo. Sul mercato sono arrivati talenti da valorizzare ma anche calciatori già affermati per un obiettivo che rimane sempre lo stesso. 

D’altra parte in Toscana hanno dimostrato di saper fare le cose per bene, anzitutto scegliendo allenatori che sposassero in pieno il progetto della linea verde e dei tanti giovani da lanciare. Nel mezzo, certamente, qualche tassello d’esperienza a rendere meno complicato il percorso, ma sempre tenendo fede al principio della valorizzazione dei talenti a disposizione. Per poi venderli, al momento opportuno, e rifinanziarsi. 

Cosa accaduta anche nel corso di questa estate quando è stato consentito a Fabiano Parisi, uno dei terzini sinistri più promettenti nel panorama nazionale, di accasarsi alla Fiorentina per continuare altrove il proprio cammino lasciando la casa madre. Stesso discorso per quel che riguarda Guglielmo Vicario che si è lasciato ammaliare dalle sirene della Premier League firmando per il Tottenham con la speranza di raccogliere presto l’eredità di Hugo Lloris. Il tempismo nelle cessioni è fondamentale per un club dalle dimensioni di quello azzurro, che non può permettersi grossi investimenti ma deve sopravvivere nella categoria, divertendosi e divertendo.

Non solo scommesse: gli azzurri hanno allungato la rosa

Ciò che non è cambiato in una lunga e complicata estate per tutto il calcio italiano è il manico. La squadra è rimasta nelle sapienti mani di Paolo Zanetti, tecnico che si è dimostrato all’altezza della situazione rilevando un gruppo che era stato già ben gestito dal suo predecessore Aurelio Andreazzoli per impiantargli la propria idea di gioco. Che è più pragmatica e meno estetica rispetto a quella del sessantanovenne di Massa, che nell’ultima stagione ha allenato la Ternana, ma sicuramente funzionale. 

Non soltanto cessioni, comunque. L’Empoli ha chiaramente dovuto sostituire i partenti rilevando Elia Caprile in prestito dal Napoli, portiere di assoluta affidabilità, e Giuseppe Pezzella acquistato a titolo gratuito dal Parma che dovrà colmare il vuoto lasciato da Parisi. Opportunità a buon mercato che non abbassano il livello della squadra. Ed in più qualche scommessa, come Daniel Maldini che nell’ultimo anno a La Spezia ha aumentato il suo minutaggio in attesa, magari, di esplodere definitivamente. 

Anche Filippo Ranocchia risponde alla stessa logica: la Juve lo ha lasciato andar via in prestito per capire se potrà un giorno tornare utile ed Empoli in tal senso è una tappa preziosa praticamente per tutti. Gioventù ma anche esperienza, dicevamo. Infatti, i toscani hanno aggiunto elementi del calibro di Gyasi e Walukiewicz che possono certamente dare un contributo importante alla causa nel corso del campionato.

La Coppa Italia primo impegno ufficiale. Poi l’esordio col Verona

La stagione 2023/2024 dell’Empoli è già pronta a partire. Il 12 agosto è infatti fissato il primo impegno ufficiale per il team guidato da Paolo Zanetti. In Coppa Italia gli azzurri affronteranno in gara secca il Cittadella, compagine che milita in Serie B, nel primo turno della competizione. Si tratta di un banco di prova già importante per capire la condizione dei toscani in un torneo nel quale legittimamente terranno comunque a far bella figura per arrivare quanto meno agli ottavi di finale. 

Il bilancio delle amichevoli è stato positivo con le vittorie nette a spese dei club dilettantistici come Calcio Castelfiorentino e Certaldo ma anche contro un avversario sulla carta di caratura superiore come il Lilla. L’unica macchia, se così possiamo definirla, è il ko contro l’Heidenheim del 26 luglio ma fa parte di lungo processo che mira alla ricerca della forma fisica migliore per gli appuntamenti che più contano. In campionato l’Empoli comincerà il 19 agosto alle ore 18:30 allo stadio Castellani contro il Verona in quello che possiamo considerare a tutti gli effetti uno scontro salvezza. 

Partire col piede giusto è fondamentale per costruirsi attorno un clima quanto più sereno possibile, che è uno dei fattori del successo del sodalizio toscano. Abbiamo citato arrivi e cessioni, ma tra chi è rimasto nell’attesa di ulteriore salto di qualità ci sono due pedine considerate già ora dei punti di forza del club. Anzitutto Tommaso Baldanzi, finito nel mirino delle big nostrane ma destinato a rimanere almeno un altro anno in Toscana. Poi l’altro gioiellino Jacopo Fazzini, vent’enne di Massa, al quale verrà concesso un minutaggio maggiore rispetto a quello della passata stagione. Dalla Primavera dell’Empoli, poi, altre piccole stelle sono destinate ad emergere per una società che da sempre punta a valorizzare il made in Italy. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.