Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Serie A

Serie A: Genoa-Torino, tra obiettivo salvezza e sogno europeo

Il Genoa di Gilardino cerca il quinto risultato utile consecutivo: in attacco c’è Retegui. Il Torino di Juric vuole il bis dopo il clamoroso 3-0 contro il Napoli.

Evento: Genoa-Torino
Luogo: Stadio Luigi Ferraris, Genova
Data:13 gennaio 2024
Orario: 15:00
Dove vederla: DAZN

Vincere, per alzare l'asticella e fare sognare i propri supporter. Questo l'obiettivo di Genoa e Torino, protagoniste di un'ottima prima metà di campionato e vogliose di migliorare ulteriormente la loro classifica. Occhio al momento dei padroni di casa, nell'ultimo mese capaci di fermare sul pari la sorpresa Bologna e le big Inter e Juventus, nonché di vincere in casa del Sassuolo di Berardi. Bottino niente male per gli uomini di Gilardino, che adesso possono fare leva su ben 7 punti di vantaggio sul Verona terzultimo. Classifica ancora migliore per il Torino, reduce dal clamoroso 3-0 ai danni del Napoli campione in carica e ormai ad un passo dalla zona europea (la Conference è a soli 3 punti, la Champions è lontana 6 lunghezze).

Le probabili formazioni di Genoa-Torino

Genoa (3-5-1-1): Martinez; De Winter, Bani, Vazquez; Sabelli, Frendrup, Badelj, Malinovskyi, Messias; Gudmunsson; Retegui. Allenatore: Gilardino.

Torino (3-4-1-2): Milinkovic-Savic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez; Bellanova, Ilic, Ricci, Lazaro; Vlasic; Zapata, Sanabria. Allenatore: Juric.

Come arriva il Genoa alla sfida

Fine settimana tutt'altro che indimenticabile per il tecnico Alberto Gilardino, che ha perso per infortunio due giocatori di spessore come Ekuban e Thorsby. Pesa soprattutto l'assenza dell'attaccante italo-ghanese: l’ex Trabzonspor era destinato ad una maglia da titolare,  per permettere così una gestione più oculata di Mateo Retegui. L’oriundo, negli ultimi mesi falcidiato dagli infortuni e ancora non al top, è dunque chiamato agli straordinari: difficile che Gilardino possa optare per un attacco leggero composto dal solito Gudmundsson e dal duttile Malinovskyi. Quest'ultimo dovrebbe in ogni caso partire da titolare, ma in posizione di mezzala: occhio, però, alle quotazioni al rialzo dell'olandese Strootman, ormai guarito dall'influenza. 

A centrocampo spazio anche per Frendrup (finito nel mirino delle big), mentre sugli esterni dovrebbero agire Sabelli e Messias. Per quanto riguarda la difesa, in attesa del nuovo acquisto Spence (che di mestiere, in realtà, fa il terzino), il sostituto naturale dell’ex Dragusin è l’altro giovane scuola Juventus Koni De Winter, alla sua 17esima presenza stagionale tra Serie A e Coppa Italia. 

Per il Genoa, tirando le somme, un undici che si preannuncia decisamente offensivo. Interessanti le soluzioni Messias e Malinovskyi: da un lato, l’ex milanista è chiamato ad occupare tutto l’out di sinistra, preoccupandosi anche della fase difensiva e non solo delle combinazioni in velocità con un altro giocatore tecnico come Gudmundsson. Dall’altro l’ucraino fa ancora una volta la spola tra centrocampo e trequarti. In definitiva, sulla carta parliamo di un 3-5-1-1, ma grazie alla duttilità di Vazquez e Sabelli la squadra può virare in corsa verso una sorta di 4-2-3-1. 

Come arriva il Torino al match del Ferraris

Il Torino deve invece rinunciare ai difensori Schuurs (stagione finita per lui) e Zima. Il tecnico Juric, però, può contare su un terzetto di difensori puri: spazio, così, alle certezze Buongiorno e Ricardo Rodriguez e al recuperato Djidji, con il duttile Tameze inizialmente relegato in panchina. Per il resto, il tecnico ex Verona ha un solo dubbio e riguarda la fascia sinistra, con l'ex interista Lazaro al momento in vantaggio sul kosovaro Mergim Vojvoda. 

A centrocampo, così, spazio al nazionale azzurro Samuele Ricci, coadiuvato da Ilic e dal trequartista Vlasic. In attacco ancora la soluzione (fin qui vincente) del doppio centravanti: ecco l’ex atalantino Duvan Zapata e il paraguaiano Antonio Sanabria, quest’ultimo fresco di rinnovo contrattuale.

L'ultimo precedente tra le due squadre

Genoa e Torino si sfidano per la seconda volta in questa stagione. Lo scorso settembre vittoria di misura dei granata con rete al fotofinish di Nemanja Radonjic, giocatore che sembra destinato a lasciare Torino in questa sessione di calciomercato. 

Dove guardare Genoa-Torino in televisione e streaming

Genoa-Torino è un’esclusiva DAZN. Per seguire l’evento c'è bisogno di una connessione ad internet e un abbonamento con la celebre piattaforma streaming. In più, è fondamentale disporre di un dispositivo come smart tv, computer, tablet, smartphone o anche di un televisore più antiquato ma connesso ad internet tramite un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.