Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Davide Ballardini
  1. Calcio
  2. Serie A

Salernitana-Sassuolo: probabili formazioni, orari e dove vederla

Allo stadio Arechi si affrontano le ultime due della classe. Il Sassuolo cerca punti salvezza sul campo di una Salernitana ormai quasi definitivamente spacciata.

Nell’anticipo della 31esima giornata di Serie A si affrontano le ultime due della classe. Venerdì 5 aprile alle ore 20:45 è infatti in programma la gara tra la Salernitana di Stefano Colantuono e il Sassuolo di Davide Ballardini. Le due squadre sono distanziate in classifica da dieci lunghezze, con i neroverdi avanti e che nutrono ancora speranze di salvezza. Manca solo l’aritmetica, invece, per sancire l’ormai certa retrocessione dei granata.

Salernitana-Sassuolo: le probabili formazioni

Il tempo è quasi scaduto per la Salernitana che deve limitarsi a gestire al meglio queste otto partite che mancano da qui alla fine. Anche per questo qualche gerarchia è stata rivista, come quella tra i pali che vede ormai titolare Costil in luogo di Ochoa. Non sono previste variazioni rispetto all’undici che ha giocato contro il Bologna.

Il Sassuolo mantiene inalterato il suo 4-2-3-1, nonostante il cambio della guida tecnica. Toljan è ormai pienamente recuperato e ha ripreso il suo posto sulla destra a completamento di un reparto che include pure Erlic, Ferrari e Doig. In mediana Racic ed Henrique devono proteggere la linea arretrata e pulire il gioco per favorire la folta schiera di giocatori offensivi. Defrel e Laurienté sono gli esterni con Thorsvedt ad agire da sottopunta alle spalle di Pinamonti.

Salernitana (4-3-2-1): Costil; Pierozzi, Manolas, Pirola, Bradaric; Basic, Coulibaly, Maggiore; Candreva, Tchaouna; Simy. Allenatore: Colantuono.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Erlic, Ferrari, Doig; Racic, Matheus Henrique; Defrel, Thorsvedt, Laurienté; Pinamonti. Allenatore: Ballardini.

Salernitana-Sassuolo: dove si gioca

Salernitana-Sassuolo si gioca allo stadio Arechi di Salerno. L’impianto è stato costruito tra il 1984 e il 1990 per sostituire l’ormai obsoleto Vestuti. La capienza omologata è di circa 31mila spettatori per quello che è definito come il “Principe degli stadi” a causa della denominazione derivante da un duca longobardo.

Dove vedere Salernitana-Sassuolo in TV e in streaming

Salernitana-Sassuolo è un’esclusiva DAZN. Per seguire l’evento, così, serve una connessione ad internet e un abbonamento con la celebre piattaforma streaming. In più, è fondamentale disporre di un dispositivo come smart tv, computer, tablet, smartphone o anche di un televisore più antiquato ma connesso ad internet tramite un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Le ultime sulla Salernitana

La Salernitana ha cambiato quattro allenatori senza riuscire ad alterare il senso della propria stagione. Difficile, oggi, immaginare una serie di risultati che possa allontanare la compagine campana dall’ultimo posto e più in generale dalla zona retrocessione. Dopo Paulo Sousa, Filippo Inzaghi e Fabio Liverani, la società ha deciso di tentare la soluzione interna con il cambio ruolo di Stefano Colantuono passato dalla scrivania alla panchina.

All’esordio il tecnico romano ha perso 3-0 contro il Bologna di Thiago Motta ma più che il passivo, a preoccupare è stato l’atteggiamento remissivo della sua squadra, come se avesse già tirato i remi in barca. La Salernitana ha vinto solamente due partite in campionato, l’ultima il 30 dicembre sul campo del Verona. Dei 14 punti totalizzati otto sono arrivati da pareggi.

Le ultime sul Sassuolo

La stagione del Sassuolo non è neppure lontanamente vicina a quella ipotizzata ai nastri di partenza. Col passare dei mesi i neroverdi si sono completamente sciolti: dai clamorosi successi contro Juventus e Inter, si è passati a tonfi inspiegabili e ad una crisi di risultati che anche qui ha portato ad un cambio di allenatore. Dall’esteta Dionisi si è così passati al pragmatico Ballardini che sta provando a tirare la squadra fuori dalla zona pericolante.

Due sconfitte, un pareggio e una vittoria il bilancio dall’avvento del nuovo condottiero: un bilancio parziale che richiede necessariamente ulteriori verifiche per darne un’accezione positiva o negativa. Ciò che sembra evidente, al di là di tutto, è che la squadra abbia ritrovato una certa solidità difensiva come attestano i “soli” tre gol subiti in quattro gare. Gli emiliani ne avevano presi ben dodici nelle precedenti tre gare disputate. Il piatto però piange ancora: la classifica recita penultimo posto.

Salernitana-Sassuolo: i precedenti

Partiamo proprio dalla partita d’andata dello scorso 10 novembre. In quell’occasione partì forte la Salernitana che nel giro di 17 minuti aveva già trafitto due volte la porta neroverde prima con Ikwuemesi e poi con Dia. La reazione del Sassuolo non si fece attendere con la doppietta di Thorsvedt che portò il risultato sul definitivo 2-2.

Il bilancio dei precedenti, stando a quanto accaduto negli ultimi anni, è in favore degli emiliani che hanno battuto due volte i campani su un totale di cinque scontri diretti. Un solo successo per gli Ippocampi, risalente allo scorso campionato con un perentorio 3-0 che servì a vendicare lo 0-5 dell’anno precedente. Completano il quadro due pareggi tra i quali quello già citato di qualche mese fa nel quale entrambe uscirono decisamente scontente.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.