Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Real Madrid
  1. Calcio
  2. La Liga

Real Madrid-Barcellona: orario, probabili formazioni, dove vederla

Il Real Madrid di Carlo Ancelotti può portarsi a +11 sui rivali di sempre. Si rivede Tchouameni, ballottaggi in attacco. Il Barcellona deve rialzarsi dopo il K.O. con il PSG.

Evento:

Real Madrid-Barcellona

Luogo:

Stadio Santiago Bernabeu, Madrid

Data:

21 aprile 2024

Orario:

21:00

Dove vederla:

DAZN

Tra paradiso e inferno nell’arco di pochi giorni. Da un lato il Real Madrid che, dopo le fatiche dell’andata, è riuscito a stanare il City di Guardiola in Champions e adesso può chiudere anche il discorso per il 36esimo titolo nella Liga. Dall’altro lato il Barcellona che, nonostante la vittoria al Parco dei Principi, è stato annichilito nel match di ritorno dal PSG del grande ex Luis Enrique.

Adesso i catalani rischiano di dire addio anche all’obiettivo “Scudetto”: quando mancano sette gare alla fine del campionato, l’obbligo è vincere domenica sera al Bernabeu per portarsi a -5 e sperare in un Real distratto dalle semifinali ed eventualmente dall’ultimo atto di Champions League. Tanta l'attesa in vista di un Clásico che mai come quest’anno rappresenta un crocevia della stagione.

Le probabili formazioni di Real Madrid-Barcellona

Real Madrid (4-3-1-2): Lunin, Carvajal, Nacho Fernandez, Rudiger, Mendy; Valverde, Tchouameni, Modric; Bellingham; Vinicius Jr, Joselu. Allenatore: Ancelotti.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen, Koundé, Cubarsi, Koundé, Cancelo; De Jong, Christensen, Pedri; Yamal, Lewandowski, Raphinha. Allenatore: Xavi.

Dove si gioca la sfida tra Blancos e blaugrana?

La gara tra Real Madrid e Barcellona si gioca nel mitico stadio Santiago Bernabeu, inaugurato nel 1947 e recentemente ristrutturato. Adesso l'impianto può ospitare poco più di 81mila spettatori.

Orario e dove vedere Real Madrid-Barcellona in televisione e streaming

Il match (calcio di inizio alle 21:00 di domenica) è proposto in diretta su DAZN. Per seguire la sfida serve una connessione ad internet e un abbonamento con la celebre piattaforma streaming. In più, è fondamentale disporre di un dispositivo come smart tv, computer, tablet, smartphone o anche di un televisore più antiquato ma connesso ad internet tramite un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Le ultime sul Real Madrid

Stati d’animo agli antipodi, dicevamo. Entusiasmo a mille per il Real Madrid, reduce dall’incredibile scalata contro il Manchester City (successo ai rigori dopo il complessivo 4-4 nell’arco di 210 minuti di gioco). Ora l’occasione di chiudere il discorso per il titolo: portarsi a +11 dal Barcellona, a sei giornate dal termine, permetterebbe al mago Carlo Ancelotti di dosare le forze nei week-end e concentrarsi così sulla doppia sfida con il Bayern Monaco di Harry Kane. Un vantaggio non da poco, considerando anche che i bavaresi non possono invece tirare i remi in barca in campionato, perché rischierebbero addirittura di perdere il quarto posto e la certezza di partecipare alla prossima Champions.

L’occasione, insomma, è di quelle da non lasciarsi sfuggire. Per questo, Mister Ancelotti sembra intenzionato a mettere in campo il migliore undici possibile, al netto delle assenze dei lungodegenti Courtois e Alaba. Tra i pali, così, confermato l’ucraino Lunin, protetto dal duo di centrali composto da Nacho Fernandez e Rudiger (il brasiliano Militao è ancora in pieno rodaggio dopo il lungo infortunio che lo ha tenuto ai box). Sugli esterni conferme per Carvajal e Mendy, mentre a centrocampo spicca il rientrante Aurelien Tchouameni, squalificato in Champions League e mancato come il pane al cospetto di Rodri e Kovacic. A completare la mediana dovrebbero esserci Modric e Valverde, con l'eterno Toni Kroos inizialmente in panchina.

Tra le linee è impensabile rinunciare al top player Jude Bellingham, mentre in attacco l'unico che sembra sicuro del posto è il brasiliano Vinicius. Per l'altra maglia è ballottaggio a tre che vede protagonisti Joselu (favorito), Brahim Diaz e Rodrygo, con quest'ultimo che potrebbe essere inizialmente tenuto a riposo dopo l'ottima prestazione contro il City (suo il gol del momentaneo vantaggio).

Le ultime sul Barcellona

Il Barcellona deve subito archiviare la cocente delusione in Champions League e provare a riaprire il discorso per il titolo. Il tecnico Xavi, però, deve rivitalizzare una squadra apparsa troppo nervosa contro il PSG, incapace di gestire il vantaggio accumulato tra andata e primi scampoli del ritorno e fin troppo condizionata dall’espulsione (giusta) di Araujo. In ogni caso, non manca la qualità per mettere in difficoltà anche una big assoluta come il Real Madrid: senza l'enfant prodige Gavi, l'attacco sarà ancora guidato da Lewandowski, affiancato da Yamal e dall'esterno mancino Raphinha.

A centrocampo dovrebbe rivedersi il duttile Christensen (squalificato contro il PSG, assenza che si è decisamente sentita): con lui anche il canterano Pedri e un Frenkie de Jong chiamato a mettere ordine nella zona nevralgica del campo. In difesa, davanti al portiere Ter Stegen, conferme per Araujo e per il giovane Cubarsi, con Koundé e Cancelo sugli esterni.

Questi i protagonisti di un Barcellona che deve assolutamente confermarsi squadra in grande ripresa in campionato: a parlare, in questo senso, sono le quattro vittorie consecutive e - dando uno sguardo più ampio - gli otto successi e i due pareggi raccolti negli ultimi dieci turni. Un rendimento da prima della classe. Adesso, però, arriva il difficile: ci sono da affrontare il Real leader della classifica e i fantasmi della prestazione contro Mbappé e compagni. I catalani riusciranno a reggere la pressione?

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.