Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Calcio Internazionale

Qualificazioni Europei U21: per l’Italia c’è l’insidia Norvegia

Gli azzurrini devono assolutamente vincere per conquistare il secondo posto del girone. Centrocampo di qualità con Casadei, Miretti e Baldanzi.

Evento: Italia U21-Norvegia U21
Luogo: Stadio Marco Druso, Bolzano
Data: 17 ottobre 2023
Orario: 17:45
Dove vederla: Rai 2

Vincere e basta, per agguantare il secondo posto e mettersi all'inseguimento della capolista Irlanda. Questo l'unico obiettivo dell'Italia Under 21, inclusa nel Gruppo A valevole per le qualificazioni ai prossimi Europei di categoria, in programma nel 2025. Gli azzurrini guidati da Carmine Nunziata ospitano la Norvegia e sono in cerca di conferme dopo il successo importantissimo contro la Turchia. Ricordando proprio quel match, i riflettori sono ovviamente puntati sullo juventino Fabio Miretti, autore dell'importantissimo gol del vantaggio (a conti fatti l'unico momento da ricordare di un avvio di stagione sottotono per il talento a tinte bianconere). 

Se l'Italia ha collezionato fin qui una vittoria e un pareggio, gli scandinavi sono stati protagonisti di due vittorie entusiasmanti con il larghissimo risultato di 7-0, al cospetto della Cenerentola San Marino e soprattutto di una Lettonia che un mese fa è riuscita a bloccare Casadei e compagni sul pari a reti bianche. Una prova di forza notevole da parte della Norvegia U21, che si affida ai giovani bomber Andreas Schjelderup (Nordsjaelland) e Kristian Arnstad (Anderlecht), autori rispettivamente di 4 e 3 gol. Per la serie, piccoli Haaland crescono.

Le probabili formazioni di Italia U21-Norvegia U21

In uno stadio Marco Druso che si preannuncia esaurito, l'Italia U21 si presenta con un undici molto simile a quello che ha recentemente superato la Turchia. Da segnalare, però, le assenze dell'esterno dell'Atalanta Matteo Ruggeri, infortunato, e dell'attaccante del Bari Marco Nasti, depennato per motivi disciplinari. Nella probabile formazione degli azzurrini, spazio al portiere Sebastiano Desplanches e alla retroguardia nel segno dei centrali Diego Coppola e Lorenzo Pirola e di due esterni di grande qualità come Michael Kayode (tra le sorprese della Fiorentina di Vincenzo Italiano) e Riccardo Calafiori (che a Bologna si sta dimostrando giocatore decisamente più completo e maturo di quello visto con Roma e Genoa). 

A centrocampo tutto passa per i piedi del gioiello Cesare Casadei, che sta vivendo una stagione da protagonista in Championship con la maglia del Leicester di Enzo Maresca. Al suo fianco un altro protagonista dell'esaltante avventura nel Mondiale Under 20: parliamo ovviamente del 19enne Cher Ndour, che ancora non è riuscito a ritagliarsi uno spazio nel Paris Saint-Germain di Luis Enrique. Ma è solo questione di tempo. Al loro fianco c’è il già citato Miretti, mentre a fare da trequartista dovrebbe esserci l’empolese Tommaso Baldanzi, un altro ormai pronto al definitivo salto di qualità. In attacco, a completare il 4-3-1-2 di Nunziata, ecco il duo all'insegna di Lorenzo Colombo (sempre più convincente con la maglia del Monza) e Francesco Pio Esposito (che al contrario non è riuscito ancora ad imporsi con la maglia dello Spezia, in Serie B).

Nella probabile formazione della Norvegia U21 ecco l'estremo difensore Magnus Sjøeng e la difesa a tre formata da Eskil Smidesang Edh, Leo Hjelde e Halvor Rødølen Opsahl. A centrocampo, nel 3-5-2 varato dal tecnico Jan Peder Jalland, ecco l’esterno destro Oscar Bobb, i centrali Sivert Mannsverk, Kristian Arnstad e Chrīstos Zafeirīs e il mancino David Møller Wolfe. In attacco, infine, il duo composto da Isak Hansen-Aarøen e dal già citato Andreas Schjelderup.

I convocati dell'Italia Under 21: squadra fortissima dalla cintola in su

PORTIERI: Desplanches (Palermo), Rinaldi (Olbia), Zacchi (Giana Erminio).

DIFENSORI: Calafiori (Bologna), Coppola (Verona), Ghilardi (Sampdoria), Guarino (Empoli), Kayode (Fiorentina), Pirola (Salernitana), Turicchia (Juventus), Zanotti (Sankt Gallen).

CENTROCAMPISTI: Baldanzi (Empoli), Bianco (Reggiana), Bove (Roma), Casadei (Leicester), Fabbian (Bologna), Fazzini (Empoli), Miretti (Juventus), Ndour (Paris Saint Germain), Prati (Cagliari).

ATTACCANTI: Colombo (Monza), Esposito (Spezia), Koleosho (Burnley), Oristanio (Cagliari).

L’Italia deve vincere assolutamente, ma guardando l’elenco dei convocati la missione appare tutto tranne che impossibile. Se in difesa sembrano mancare centrali di qualità e anche un portiere di sicura affidabilità, dalla cintola in su invece c’è l’imbarazzo della scelta. Basti pensare al centrocampo: stando alle probabili formazioni, Nunziata dovrebbe lasciare in panchina gente del calibro del romanista Bove e del bolognese Fabbian, senza dimenticare esterni dal futuro garantito come Luca Koleosho (titolare in Premier League con il Burnley) e il talentino del Cagliari Gaetano Oristanio. Un buon segnale per l’Italia che verrà, in vista soprattutto di un Mondiale 2026 al quale non si può assolutamente mancare.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.