Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Premier League

Premier League: l’Aston Villa può completare la rincorsa verso l’Europa col Brighton

Sotto gli occhi interessati di Tottenham e Brentford i Villans hanno la chance di qualificarsi in Conference League. Serve battere la squadra di De Zerbi, già qualificata in Europa League. 

Evento: Aston Villa-Brighton
Luogo: Villa Park, Birmingham
Quando: 17:30, 28 maggio 2023
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Football

Tutte le partite in contemporanea per un turno che sa di tuffo al passato. La Premier League chiude i battenti per questa edizione 2022/2023 che ha visto un bel duello per il titolo tra Arsenal e Manchester City, con trionfo in rimonta da parte del team di Pep Guardiola che ha bruciato nella rincorsa i londinesi. Nulla da fare, insomma, per la squadra di Mikel Arteta, protagonista di un cammino nettamente al di sopra delle aspettative estive che si è concluso senza uno scudetto, che continua a mancare dalla bacheca dei Gunners dal 2004. 

Anche la zona Champions ha già emesso verdetti definitivi con la qualificazione alla competizione per club più importante a livello internazionale per Manchester United e Newcastle. Con il Liverpool e il sorprendente Brighton di Roberto De Zerbi già in Europa League, giusto allora focalizzare l’attenzione sulla Conference League dove l’Aston Villa è in vantaggio di una lunghezza sul Tottenham. I Villans dovranno completare l’opera domenica in campo proprio contro il Brighton. All’andata fu la compagine guidata da Unai Emery a portarsi a casa i tre punti con la doppietta di Danny Ings a rimettere a posto le cose dopo il vantaggio iniziale dei Seagulls a firma del campione del mondo, nonché promesso sposo del Liverpool, Alexis Mac Allister. 

Occhi puntati sul Villa Park anche da parte del Tottenham, impegnato in un turno delicato contro il Leeds che gioca per la salvezza, e del Brentford che tecnicamente avrebbe ancora la chance di un clamoroso doppio sorpasso. Le Bees, al pari degli Spurs, avrebbero naturalmente la necessità dei tre punti da raggiungere nel match del Gtech Community Stadium contro il Manchester City. 

Ha chance di arrivare in Europa pure il West Ham ma non più, ovviamente, attraverso il campionato che li vede al quattordicesimo posto. Per gli Hammers l’unica occasione di misurarsi oltreconfine potrebbe arrivare proprio dalla finale di Conference contro la Fiorentina che allargherebbe a otto (tetto massimo raggiungibile) il numero di partecipanti inglesi alle competizioni internazionali.

Come arriva l’Aston Villa

La svolta ha una data precisa: 24 ottobre 2022. Quel giorno l’Aston Villa prese una decisione importante allontanando dalla panchina Steven Gerrard e andando a strappare, a suon di milioni, Unai Emery dalla panchina del Villarreal. Con lo stratega spagnolo la vita del club del Birmingham è cambiata radicalmente, dalla zona retrocessione fino quasi all’Europa. 

Quel quasi sono tre punti che possono essere tanti oppure pochi. Dipenderà dall’ultima giornata di campionato nella quale comunque i Villans hanno il coltello dalla parte del manico rispetto a chi rincorre. In caso di vittoria, infatti, non servirebbe neppure guardare gli altri risultati: la Conference League diventerebbe una certezza. Sarebbe un premio a una rincorsa disperata che porterebbe la firma, indelebile, di Emery all’ennesimo capolavoro di una carriera forse sottovalutata.

Come arriva il Brighton

Se Unai Emery sta per realizzare un capolavoro, non è certamente di minore entità quello che ha fatto Roberto De Zerbi con il Brighton. Anzi, in questo caso si potrebbe parlare di vero e proprio miracolo: i Seagulls nella propria storia centenaria non avevano mai raggiunto l’Europa. Dopo aver lasciato l’Italia e aver provato l’avventura ucraina, l’ex allenatore del Sassuolo ha tentato l’avventura nella difficile Premier League e in un club chiaramente non di prima fascia. 

Dopo aver congedato il dissidente Trossard, ha valorizzato le risorse interne come Mitoma, sette gol e sei assist, ha puntato su giovanissimi come Evan Ferguson e Julio Enciso trasformati quasi immediatamente in validi calciatori. Pensare che la preparazione estiva era stata portata avanti da Graham Potter, passato poi al Chelsea soltanto a settembre. Da allora è iniziata una favola conclusasi con l’Europa League e con un bilancio certamente lusinghiero di 14 vittorie, 6 pareggi e 10 sconfitte in 30 gare di campionato.

Le probabili formazioni di Aston Villa-Brighton

Nell’Aston Villa il numero uno è il campione del mondo Dibu Martinez; in difesa troviamo Cash, Konsa, Mings e Digne; Kamara e Douglas Luiz sono i due mediani; Bailey, McGinn e Ramsey sono i trequartisti alle spalle dell’unica punta Watkins. 

Recuperare dalle fatiche del match infrasettimanale e provare a far punti anche al Villa Park. Questo è l’obiettivo del Brighton che vuole chiudere al meglio un campionato storico per questi colori. Lo fa affidandosi ai titolari con Steele tra i pali; Groß, Van Hecke, Colwill e Estupiñán; a centrocampo Gilmour e Caicedo; davanti Buonanotte, Enciso e Mitoma a supporto di Welbeck. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.