Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Premier League

Premier League: la nona sinfonia del Manchester City

Terzo titolo consecutivo per la corazzata di Guardiola, il quinto nelle ultime sei stagioni: e ora è caccia al Treble.

Il nono titolo inglese della storia del Manchester City, il quinto nelle ultime sei stagioni, il terzo consecutivo, è arrivato addirittura con tre gare d'anticipo, quando per larghi tratti della stagione sembrava destinato all'Arsenal, la grande rivale crollata nella parte finale della Premier. E invece l'ha spuntata ancora una volta la corazzata di Guardiola, sempre più dominatrice in Inghilterra, in attesa di spadroneggiare anche in Europa. Un titolo che Haaland e compagni, ironia della sorte, hanno festeggiato davanti alla tv, spettatori interessati del match dei Gunners. 

Arsenal ko, il Manchester City è campione

A consegnare il titolo ai Citizens è stato un gol di Taiwo Anowiyi, centravanti nigeriano del Nottingham Forest, che al 19' del match contro l'Arsenal ha fatto impazzire il pubblico del City Ground e, di riflesso, tutti i tifosi degli Sky Blues. Una rete che ha regalato la salvezza al Forest e il titolo alla truppa di Guardiola, comodamente sistemata in poltrona. Un titolo da festeggiare nel match del giorno dopo contro il Chelsea, davanti ai propri tifosi, senza alcuna ansia da risultato. E dire che pochi avrebbero immaginato un epilogo simile al termine del girone d'andata, quando il City era costretto a inseguire. 

A metà campionato Arsenal saldamente al comando

Dopo 19 partite, infatti, in testa alla classifica della Premier c'erano i Gunners con 50 punti, otto in più del Manchester City che nella parte centrale della stagione, a cavallo tra la sosta per i Mondiali e la ripresa post torneo in Qatar, ha vissuto il suo momento più delicato. La partita della svolta, probabilmente, è stata proprio un match tra City e Arsenal a fine gennaio, valevole per la FA Cup. L'1-0 della squadra di Guardiola ha dimostrato che i londinesi di Arteta non erano invincibili e ha dato corpo e fondamento ai propositi di rimonta degli Sky Blues. Che, in effetti, nella seconda metà della stagione hanno letteralmente fatto a fette qualsiasi avversario.

La clamorosa rimonta del Manchester City

Dopo il ko del 5 febbraio in casa del Tottenham, infatti, il Manchester City non ha più perso. In Premier League ha colto 13 vittorie in 14 gare, di cui 11 consecutive, battendo per due volte proprio l'Arsenal negli scontri diretti che hanno fatto la differenza. La prima vittoria all'Emirates, 3-1 con reti di De Bruyne, Grealish e Haaland. La seconda a fine aprile, 4-1 all'Etihad, grazie ad una prova di forza impressionante. 

Disarmante la facilità con cui lo squadrone di Guardiola ha dominato gli unici, veri rivali per il titolo, con le prodezze di De Bruyne (doppietta), Stones e Haaland a sancire la superiorità, di gioco, uomini e organizzazione della squadra di Manchester. La vittoria dell'ennesimo titolo, insomma, è stata la logica conseguenza dell'impressionante accelerazione impressa nella seconda metà dell'annata. Quella decisiva per portare a casa i trofei.

Manchester City, i protagonisti del trionfo

Quando si parla della rosa del Manchester City c'è solo l'imbarazzo della scelta nell'individuare i calciatori copertina. Facile citare le 36 marcature in 33 presenze (per ora) di Haaland, centravanti giovane ma dalla potenza e dal senso del gol devastanti. Oppure l'eleganza di De Bruyne, i piedi fatati di Rodri, il tempismo negli inserimenti di Bernardo Silva, i numeri brucianti di Foden, Grealish o Alvarez. 

Ma il City meno gestore del possesso palla e più spietato di questa stagione è anche imperniato sulla solidità della sua difesa, con Akanji, Stones o Walker a fare da cani da guardia della porta difesa da Ederson. Un Manchester City più verticale e meno orizzontale rispetto al passato, in grado di adattarsi ai ritmi e alle esigenze di ogni singola gara, sfruttando le eccezionali qualità dei suoi leader. 

Premier, FA Cup e Champions: Citizens a caccia del Treble

Dopo il titolo numero nove, il Manchester City ha l'opportunità di rendere davvero leggendaria la sua già fantastica stagione. Messo in bacheca il trionfo in Premier League, infatti, lo squadrone di Guardiola può andare ora all'inseguimento di altri due obiettivi di grandissimo prestigio. Il 3 giugno a Wembley è in programma la finale di FA Cup contro i rivali cittadini del Manchester United. Una settimana più tardi, a Istanbul, c'è invece la finale di Champions League contro l'Inter

Due appuntamenti a cui i tifosi degli Sky Blues tengono in modo particolare, non necessariamente con priorità da accordare allo storico appuntamento europeo. Il miraggio del Treble è quantomai alla portata: campionato, coppa nazionale e Champions per entrare una volta di più nel mito del calcio, come una delle corazzate più forti e impressionanti di tutti i tempi.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.