Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Premier League

Premier League: corsa a due per il titolo, bagarre Champions

Arsenal e Manchester City per la vetta, mentre sei squadre si contendono gli altri due posti per l'Europa che conta. Occhio al Brighton di De Zerbi.

La sosta per le nazionali offre il consueto spunto per analizzare campionati e trarre bilanci. Bilanci che, a questo punto dell'annata, iniziano ad avere un peso rilevante, visto che si va verso il rush finale. La Premier League si appresta a vivere un'ultima parte di stagione a dir poco entusiasmante.

Lotta al titolo

Tutto lascia presagire, a meno di rovinosi crolli, che siano due le squadre in corsa per la Premier League: la capolista Arsenal e i campioni d'Inghilterra in carica del Manchester City. I Gunners, autentica rivelazione di questo 2022-23, hanno accumulato otto punti di vantaggio sui fuoriclasse di Pep Guardiola che, però, si ritrovano con una partita in meno non avendo disputato l'ultima col West Ham. Un testa a testa che s'annuncia appassionante, tra due squadre che stanno attraversando un ottimo momento di forma. Ben sei i successi di fila centrati in campionato dai londinesi dopo aver perso lo scontro diretto con i Citizens. Londinesi che hanno salutato l'Europa League, quasi a voler concentrare tutti i loro sforzi sulla Premier. Sei, invece, i successi consecutivi tra le varie competizioni del Manchester City, che, nelle ultime due gare, ha voluto esagerare: 7-0 al Lipsia nel ritorno degli ottavi di finale di Champions League e 6-0 al Burnley in FA Cup. Capitolo Haaland: il mostruoso centravanti norvegese ha rifilato una cinquina ai tedeschi in 57' e una tripletta ai Clarets in 59'. In totale l'ex Borussia Dortmund e Salisburgo è andato a bersaglio 42 volte in 37 presenze con la casacca della sua nuova squadra. È senza dubbio lui l'elemento su cui fa affidamento Guardiola per provare la 'remontada' ai danni dall'Arsenal.

La corsa per l'Europa

Con i primi due posti che non sono in discussione, i riflettori sono puntati sugli altri due slot liberi che valgono la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. La terza casella della classifica è occupata dal Manchester United, che si sta riproponendo ad alti livelli grazie alla gestione Ten Hag. Cinquanta i punti messi in cassaforte dai Red Devils in 26 partite, uno in più del Tottenham di Antonio Conte, che di gare ne ha disputate 28, e tre in più dell'ambizioso Newcastle. Ma dalla corsa all'Europa che conta non possono essere esclusi il Liverpool di Jurgen Klopp, tra le delusioni della stagione insieme al Chelsea, il Brighton di Roberto De Zerbi e il Brentford, che inseguono a 42.

Con un punto nelle ultime due gare il Manchester United ha perso terreno, ma va ricordato che Bruno Fernandes e compagni hanno la possibilità di raggiungere la Champions League anche attraverso l'Europa League, visto che sono ancora in corsa (ai quarti la doppia sfida col Siviglia, una specialista della competizione). Rendimento altalenante e nervi tesi in casa Tottenham, con un Conte letteralmente inviperito con i suoi dopo il pareggio esterno per 3-3 col fanalino di coda Southampton. Avanti di due reti, gli Spurs si sono fatti acciuffare nel finale, sprecando la ghiotta chance di superare i Red Devils. Una delusione che fa seguito all'euroflop col Milan. L'undici della bandiera Harry Kane è stato eliminato agli ottavi da un Milan che in Serie A è in forte difficoltà. 

Sembra, invece, essersi ritrovato il Newcastle: due vittorie consecutive per i ragazzi di Howe, che si sono lasciati alle spalle un momento tutt'altro che positivo. Nuovo passo indietro del Liverpool, che, dopo aver ottenuto quattro successi, di cui uno roboante per 7-0 con il Manchester United, e un pareggio in cinque gare, è stato sconfitto a sorpresa dal Bournemouth penultimo in classifica. Con l'eliminazione dalla Champions per mano del Real Madrid, a Klopp non resta che il campionato per puntare al ritorno tra i big del Vecchio Continente. Nessuno, in estate, avrebbe potuto mai immaginare un tale ritardo dei Reds dai club di vertice.

L'Inghilterra si è innamorata di De Zerbi, che sta facendo cose egregie al timone del Brighton. La sua squadra, che ha disputato 'solo' 25 partite, ha l'Europa nel mirino, che può essere acciuffata anche via FA Cup (semifinale col Manchester United). La Champions League sarebbe un sogno, l'Europa League è un obiettivo reale. I complimenti per l'ex allenatore del Sassuolo sono più che mai meritati, anche perché la sua avventura ha preso il via a stagione in corso. In lizza c'è anche il Brentford, mentre più indietro proveranno a sgomitare per un posto in Europa League o Conference League, il Fulham (39 punti), il Chelsea (38) e l'Aston Villa (38).

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.