Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Premier League

Premier League 2023/24: le possibili sorprese

Il Brighton di De Zerbi va a caccia di conferme. Mercato grandi firme per l'Aston Villa; Brentford e Fulham vogliono continuare a crescere. E occhio al Burnley di Kompany.

Manca sempre meno all'inizio della Premier League 2023/2024: si parte con l'anticipo dell'11 agosto tra il neopromosso Burnley e i campioni d'Inghilterra e d'Europa del Manchester City. Qualcuno riuscirà a fermare i fenomeni allenati da Pep Guardiola? I Citizens hanno vinto gli ultimi tre campionati, che diventano cinque se si considerano le ultime sei stagioni. Un vero e proprio dominio.

Evento: Premier League 2023/24
Luogo: Inghilterra
Quando: 11 agosto 2023-19 maggio 2024
Dove vederla: Sky

Concentriamoci, però, sulle possibili sorprese del torneo che sta per prendere il via. No, in questo focus non includeremo i top club. Dunque, non troverete il Chelsea di Pochettino, che può contare su una rosa di prim'ordine; né il Tottenham affidato al greco Ange Postecoglou. Partiamo da una squadra che già nel 2022/23 si è rivelata l'autentica sorpresa della Premier League e che punta a confermarsi ad alti livelli: il Brighton di Roberto De Zerbi.

Le possibili sorprese del campionato 2023/24: il Brighton

Subentrato a Potter lo scorso settembre, il tecnico bresciano ex Sassuolo ha fatto innamorare l'Inghilterra del suo Brighton. Gioco, idee, risultati: così De Zerbi, più volte elogiato da Guardiola, ha compiuto l'impresa di portare il Brighton in Europa League, alla sua prima qualificazione in una competizione continentale in 122 anni di storia. 

Ora, però, arriva la parte più difficile: confermarsi. Anche perché i Seagulls hanno perso una delle loro stelle più luminose: l'argentino campione del mondo Mac Allister, passato al Liverpool. Finora il mercato ha regalato il portiere Verbruggen dall'Anderlecht, il difensore brasiliano Igor dalla Fiorentina, il centrocampista Dahoud, svincolatosi dal Borussia Dortmund, il duttile veterano James Milner e il 21enne attaccante João Pedro, che viene da una stagione da 11 gol e quattro assist col Watford in Championship. 

Molto dipenderà anche dalla conferma di altri giocatori chiave come Caicedo, seguito dal Chelsea, e dalla crescita dei giovani come Buonanotte, Enciso e Ferguson. Il sogno? Approdare in Champions League. Allora sì che il Brighton sarebbe di nuovo una sorpresa, visto il livello della Premier.

L'Aston Villa di Emery punta al salto di qualità

L'ottima seconda parte di stagione dei Villans e il settimo posto finale inducono a pensare che la squadra guidata dallo spagnolo Unai Emery possa ritagliarsi un ruolo importante nel prossimo campionato. C'è un dettaglio da non trascurare: questa volta l'allenatore ha avuto la possibilità di lavorare dall'inizio col gruppo, dal momento che è approdato al Villa Park lo scorso novembre, dopo aver lasciato il Villarreal per far ritorno in Inghilterra. Inoltre la società ha piazzato già tre colpi di assoluto spessore. 

Il pezzo da novanta è rappresentato dall'esterno offensivo Moussa Diaby, che nelle ultime due stagioni si è imposto in Bundesliga con la maglia del Bayer Leverkusen. Tredici gol e 12 assist nel 2021/22, nove reti e altrettanti passaggi vincenti nel 2022/23: insomma, Emery si ritrova un gioiellino tra le mani. E, ancora, il centrale difensivo Pau Torres, che il tecnico conosce benissimo per averlo avuto al Villarreal: parliamo di uno dei marcatori più forti d'Europa, sul quale erano piombati i club più blasonati del Vecchio Continente. 

Infine, Yuri Tielemans: il centrocampista belga è stato prelevato a costo zero dopo essersi liberato dal retrocesso Leicester. E non è finita qui. Perché l'Aston Villa sta seguendo anche altri giocatori di prima fascia: da Joao Felix, tornato all'Atletico Madrid dopo la parentesi al Chelsea, a De Ketelaere, che potrebbe cercare il rilancio altrove in seguito a una prima annata complicata col Milan.

Le altre possibili sorprese della prossima Premier League

Non si può non menzionare il Brentford, che, nelle prime due stagioni in Premier League, ha ottenuto un tredicesimo e un nono posto. Le 'Bees' nel segno della continuità: in panchina siede sempre il danese Thomas Frank, in carica dal 2018. Il mercato ha portato in dote un doppio colpo dal Friburgo: il portiere Flekken e l'ala destra Schade. Dal Wolverhampton, invece, ecco il difensore centrale Collins. 

Occhio al Fulham del portoghese Marco Silva: tutto ruota intorno al futuro di Mitrovic, che pare sia intenzionato a lasciare il club londinese. Dovesse restare, sognare è lecito. Lo dicono i suoi numeri: lì davanti è stato preso anche l'esperto Raul Jimenez, mentre il reparto difensivo è stato rinforzato con Bassey dell'Ajax. 

Chiudiamo con il Burnley. Già, il neopromosso Burnley. Che ha come allenatore uno dei prospetti più interessanti del panorama mondiale: quel Vincent Kompany, che, da giocatore, ha avuto modo di studiare da Guardiola ai tempi del Manchester City. I Clarets hanno stravinto l'ultima Championship, conquistando la promozione in Premier con 101 punti.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.