Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
football generic
  1. Calcio
  2. Conference League

PAOK-Club Brugge: probabili formazioni, orario e dove vederla

I greci del PAOK devono fare a meno dell’ex Udinese Troost-Ekong, ma si affidano ad una trequarti di spessore. Club Brugge senza l’ex Bologna Skov Olsen e con un difesa da reinventare.

Il Club Brugge è avanti di un gol, ma guai a fidarsi di un PAOK che sogna l'exploit europeo e può ancora conquistare il quarto "Scudetto" greco della sua storia. La sfida di Salonicco, in programma giovedì sera e valida per il ritorno dei quarti di finale di Conference League, non è certamente di quelle dal pronostico facile. I greci possono fare affidamento su un organico niente male e soprattutto su un centrocampo ricco di goleador. Organico di tutto rispetto anche per il Club Brugge, squadra che nella storia ha certamente vinto di più (addirittura 46 titoli nazionali) ma che non ha mai alzato un trofeo europeo.

Le probabili formazioni di PAOK-Club Brugge

PAOK (4-2-3-1): Kotarski, Vierinha, Kedziora, Koulierakis, Baba; Ozdoev, Meite; Zivkovic, Despodov, Taison; Samatta. Allenatore: R. Lucescu.

Club Brugge (3-4-2-1): Jackers, Spilleers, Ordonez, Boyata; Sabbe, Onyedika, Vetslen, Skoras; Zinckernagel, Vanaken; Jutgla. Allenatore: Hayen.

Dove si gioca la sfida tra PAOK e Club Brugge?

La gara si gioca allo Stadio Toumba di Salonicco, impianto inaugurato nel 1959 e ristrutturato in cinque diverse occasioni (l'ultima nel 2013). La struttura, dotata di pista d'atletica, può ospitare 28.703 spettatori.

Orario e dove seguire PAOK-Club Brugge in streaming

Il match tra PAOK e Club Brugge, in programma giovedì 18 aprile alle 21:00, è un’esclusiva DAZN. Per seguire la sfida di Conference League servono una connessione ad internet e un abbonamento con la celebre piattaforma streaming. In più, è fondamentale disporre di un dispositivo come smart tv, computer, tablet, smartphone o anche di un televisore più antiquato ma connesso ad internet tramite un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Le ultime sul PAOK

Il PAOK non vuole fallire l'appuntamento con la storia: i greci non hanno mai partecipato alle semifinali di una competizione europea, arrivando ai quarti di finale della Coppa delle Coppe 1973/1974 (sconfitto dal Milan con un complessivo 5-2). La squadra di Razvan Lucescu, figlio del mitico Mircea, deve però fare i conti con assenze decisamente importanti: fuori gioco l'ex Udinese William Troost-Ekong (difensore di assoluto spessore), infortunato al pari del norvegese Ivan Nasberg.

Nonostante le assenze, i padroni di casa scendono in campo con il consueto 4-2-3-1: in attacco solito ballottaggio tra lo spagnolo Brandon Thomas e la stella della Tanzania Samata Mbwana (quest’ultimo conosce benissimo la realtà belga, avendo giocato per sei stagioni nel Genk). Sulla trequarti è sicuro del posto l'ex Benfica Andrija Zivkovic, che dovrebbe agire da esterno destro, mentre per la maglia numero 10 è ballottaggio tra i goleador Thomas Murg e Kiril Despodov (quest’ultimo ha addirittura realizzato 11 gol in questa edizione del campionato greco). Sull’out di sinistra, invece, si giocano il posto il brasiliano Taison (36enne con una lunghissima militanza nello Shakthar Donetzk) e il nazionale greco Ioannis Konstantelias (anche lui capace di superare la doppia cifra tra campionato e coppe).

A centrocampo una vecchia conoscenza del calcio italiano come Soualiho Meitè, che nel recente passato ha indossato le maglie di Cremonese, Milan e Torino. In difesa, invece, davanti al portiere Kotarski, dovrebbero trovare spazio i centrali Kedziora e Koulierakis.

Questi gli uomini chiave di un PAOK Salonicco che in questa Conference League ha dominato nel Gruppo G (5 vittorie e un pareggio, al cospetto di squadre come Eintrach Francoforte e Aberdeen) e che negli ottavi di finale ha superato la Dinamo Zagabria con un clamoroso 5-1, arrivato dopo la sconfitta all'andata per 2-0.

Le ultime sul Club Brugge

Il PAOK ha potuto godere di un turno di riposo in campionato (la gara verrà recuperata in seguito), mentre il Club Brugge è sceso in campo al cospetto dell'Anversa, vincendo con un netto 3-0 e salendo così al terzo posto dei play-off Scudetto. I belgi, in più, devono fare i conti con un numero decisamente importante di assenze: fuori dai giochi non solo gli infortunati Skov Olsen (ex Bologna dotato di ottimi colpi), Mignolet, Nielsen e Odoi, ma anche gli squalificati De Cuyper, Mechele e Igor Thiago.

Il tecnico Hayen è così costretto a rivoluzionare difesa e attacco: nella retroguardia, al fianco del titolarissimo Spilleers, fiducia ai centrali Ordonez e Boyata, mentre a centrocampo tutto dovrebbe passare per i piedi di Onyedika e Vetslen. Sugli esterni spazio a Sabbe e Skoras, mentre in attacco si passa dal consueto sistema a due punte al tridente leggero composto dai trequartisti Vanaken e Zinckernagel e dell'unica punta Jutgla.

Questi i protagonisti di un Club Brugge che nella fase a gironi, nel Gruppo D, ha conquistato gli stessi punti dei greci (16 contro clienti scomodi come Bodo/Glimt, Besiktas e Lugano) e che negli ottavi di finale ha avuto la meglio sul Molde con un complessivo 4-2.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.