Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
basket
  1. Basket
  2. NBA

NBA: Playoff, che battaglie a Est e a Ovest

LeBron sfida Curry, Denver può chiudere la serie con Phoenix: grande equilibrio tra New York e Miami e tra Boston e Phila.

Evento: Los Angeles Lakers-Golden State Warriors
Luogo: Chase Center, San Francisco
Quando: 03:00, 5 Maggio 2023
Dove: Sky

La corsa alle Finals continua. In NBA è tempo di semifinali di Conference, quattro serie avvincenti ed equilibrate da Est a Ovest. Quella che richiama le maggiori attenzioni, naturalmente, è la sfida tra LeBron James e Steph Curry, pardon: tra Los Angeles Lakers e Golden State Warriors. Il primo round l'hanno vinto i losangelini, ma tutto è ancora in gioco. Denver, invece, può già chiudere in anticipo la serie con Phoenix, mentre c'è grande equilibrio nei due abbinamenti della Eastern: New York-Miami e Boston-Philadelphia. 

Golden State-Los Angeles Lakers 0-1

La prima puntata della grande sfida tra James e Curry è stata contrassegnata dallo show di Anthony Davis. È stato il centro dei Lakers il vero dominatore di gara-1, giocata nella tana dei Warriors. Con trenta punti e 23 rimbalzi ha dettato legge sotto canestro sia in difesa che in attacco, riuscendo a intimidire persino fuoriclasse come Curry, Thompson o Poole. A Golden State, che pure non ha giocato male ma forse ha pagato lo scotto delle fatiche della serie contro Sacramento, protrattasi fino a gara-7, non sono bastati i 23 rimbalzi di un altro gigante: Looney. 

Il risultato finale di gara-1, 117-112 per i Lakers, è testimone comunque di un sostanziale equilibrio che promette di ripetersi in gara-2, ancora a San Francisco. Poi la serie si sposterà a Los Angeles e arrivarci sullo 0-2 per la squadra guidata da Steve Kerr sarebbe come dover scalare il K2. Anche perché i Lakers, dopo una prima parte di stagione negativa, sembrano aver raggiunto il top della forma proprio al momento giusto. 

Denver Nuggets-Phoenix Suns 2-0

Chi è già sul 2-0, avendo vinto entrambe le sfide casalinghe della prima parte della serie, sono i Denver Nuggets. Perentorie le affermazioni di Jokic e compagni davanti ai propri tifosi contro i malcapitati Suns. Nella prima partita, vinta 125-107, la differenza l'ha fatta un superlativo Murray, autore di 34 punti e letteralmente immarcabile per il quintetto dell'Arizona, a cui non sono bastati i 29 a referto di un Durant tanto ispirato quanto poco seguito dai compagni. 

In gara-2, invece, a salire in cattedra è stato proprio Jokic con 39 punti all'attivo, quattro in più del miglior marcatore dei Suns, Booker, che si è fermato a 35. Più contenuto, questa volta, il gap tra le due squadre: 97-87. Nuggets, comunque, sempre in controllo e capaci di dettare i ritmi della partita. Phoenix, adesso, potrà contare sul fattore campo e dovrà lavorare soprattutto sulla tenuta della difesa, che sin qui non è riuscita a contrastare con efficacia le terribili bocche da fuoco della franchigia del Colorado. 

New York Knicks-Miami Heat 1-1

Spostandoci a Est, una vittoria per parte nella serie tra New York Knicks e Miami Heat. La squadra della Florida, vera mina vagante di questi Playoff, dopo aver eliminato i Bucks ha iniziato col botto anche la serie con i newyorchesi. In gara-1, i 25 punti di Butler hanno trascinato i suoi al successo: 108-101, con Barrett (26) a consolarsi col titolo di miglior marcatore della partita. 

In gara-2, invece, è stato Brunson a segnare più punti di tutti: 30. Punti decisamente pesanti, visto che hanno aiutato i Knicks a raggiungere l'equilibrio nella serie grazie al 111-105 ai danni degli Heat. Adesso si va a Miami: i Knicks devono provare a vincere almeno una delle due gare se non vogliono ritrovarsi con l'acqua alla gola al ritorno al Madison Square Garden, nella quinta partita.

Boston Celtics-Philadelphia 76ers 1-1

Uno a uno anche nella serie tra Celtics e Sixers, con Boston che, dopo aver perso in volata la prima partita (115-119, con 45 punti di uno scatenatissimo 'Barba' Harden a vanificare i 39 di un altrettanto ispirato Tatum), è riuscito a spezzare il cammino vincente di Philadelphia nei Playoff, sino a quel momento assolutamente immacolato, e a riportarsi in parità grazie al terrificante 121-87 di gara-2. Gara dominata dalla squadra di coach Mazzulla, brava a scappar via dopo un avvio equilibrato ed efficace soprattutto in difesa. 

La buona notizia per Philadelphia è il ritorno in campo di Embiid, utilizzato a scartamento ridotto nella seconda sfida della serie ma pronto a dare il suo contributo nei prossimi incontri, a cominciare proprio da quelli in programma nel fortino dei 76ers. Il calendario, infatti, prevede adesso due sfide di fila tra sabato e domenica a Philadelphia: due match che potrebbero indirizzare in modo significativo la serie, in un senso o nell'altro.

Notizie Basket

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.