Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Calcio Internazionale

Nations League: le vincitrici delle edizioni precedenti

Nel 2019 l'ha spuntata il Portogallo, nel 2021 la Francia: il racconto delle prime due stagioni dell'ultimo nato tra i tornei Uefa.

Evento: Final Four Nations League
Luogo: Paesi Bassi
Quando: 14-18 Giugno 2023
Dove vederla: Rai, Mediaset

È l'ultimo nato tra i tornei Uefa per nazionali, ma è già diventato un appuntamento fisso, di notevole interesse e fascino. Del resto, il motivo principale che ha animato la sua creazione è stato proprio quello di eliminare (o quanto meno ridurre il più possibile) le amichevoli, facendo giocare alle nazionali europee sfide contro avversarie di pari livello, dall'esito mai scontato. Siamo giunti alla terza Final Four di Nations League, con Olanda, Croazia, Italia e Spagna che si giocheranno il successo nella manifestazione (per tutte e quattro sarebbe la prima volta). Come è andata nelle due edizioni precedenti? Diamo uno sguardo a quanto accaduto nel 2019 e nel 2021. 

Oporto 2019: il trionfo del Portogallo

Nella stagione 2018/19 si è disputata la prima edizione della Nations League. Squadre divise in quattro divisioni, le prime due a dodici squadre, la terza a quindici, la quarta a sedici. A contendersi l'accesso alla Final Four in programma in Portogallo, le nazionali di primo livello (Lega A) suddivise in quattro gironcini da tre. Missione compiuta per Olanda, prima nel raggruppamento comprendente anche Francia e Germania, Svizzera (davanti a Belgio e Islanda), Portogallo (leader con otto punti del Gruppo C davanti a Italia, seconda con cinque, e Polonia terza con due) e infine Inghilterra, brava a vincere il proprio raggruppamento precedendo Spagna e Croazia. 

Final Four giocata, appunto, tra Oporto e Guimaraes. Queste le semifinali: Portogallo-Svizzera e Olanda-Inghilterra. Cristiano Ronaldo, il grande protagonista della prima, vinta 3-1 dalla nazionale di casa grazie a una tripletta del fenomenale attaccante, all'epoca in forza alla Juventus. Al 25' del primo tempo la prima, poi – dopo il pareggio su rigore di Rodriguez in apertura di ripresa – le due marcature decisive sul finire del match, al 43' e al 45' del secondo turno. 

Stesso risultato, 3-1, anche nell'altro incontro, vinto dall'Olanda sull'Inghilterra. Di Rashford la prima marcatura dal dischetto, al 32'. Nella ripresa il gol del pareggio dei Tulipani firmato da De Ligt. Poi, nei tempi supplementari, il completamento della rimonta, firmato da un'autorete di Walker e dal gol della sicurezza olandese realizzato nel finale da Promes. Terzo posto agli inglesi, grazie al successo sulla Svizzera giunto ai calci di rigore dopo lo 0-0 di fine match. Nella finale per il titolo, invece, trionfo portoghese a tre anni di distanza dallo storico successo agli Europei in Francia. Con CR7 insolitamente a secco, è stato Guedes in apertura di ripresa a decidere il match e a scatenare il delirio sugli spalti del Do Dragao. 

Milano 2021: l'exploit della Francia

Due anni dopo, scenari completamente stravolti. Nessuna delle quattro protagoniste della prima Final Four ha raggiunto infatti l'atto finale della manifestazione, in programma in Italia negli stadi di Milano e Torino. Lega A ampliata, come la B e la C, a quattro squadre per girone, con vittorie nei rispettivi raggruppamenti per l'Italia (davanti a Olanda, Polonia e Bosnia), il Belgio (a scapito di Danimarca, Inghilterra e Islanda), la Francia (su Portogallo, Croazia e Svezia) e la Spagna (prima nel girone comprendente Germania, Svizzera e Ucraina). 

Nella prima semifinale, vittoria delle Furie Rosse sugli azzurri a San Siro. Per la nazionale di Luis Enrique doppietta nel primo tempo griffata Ferran Torres, con l'Italia in dieci per l'espulsione di capitan Bonucci. Nella ripresa inutile il gol nel finale di Pellegrini, dopo una controfuga orchestrata da Chiesa. Nell'altro match, pirotecnico 3-2 in rimonta della Francia sul Belgio. Diavoli Rossi avanti di due reti (Carrasco e Lukaku) ma raggiunti e superati dai Bleus nella ripresa: di Benzema, Mbappé e Theo Hernandez le reti del ribaltone. 

Dopo il 2-1 dell'Italia sul Belgio nella finalina dello Juventus Stadium, il match decisivo a San Siro. Spagna contro Francia, una grande classica del calcio europeo e mondiale. Partita bloccata ed estremamente tattica. Al 19' della ripresa un lampo spagnolo, con Oyarzabal a portare in vantaggio i suoi. Immediata la reazione della nazionale di Deschamps. Due minuti dopo, ecco servito il gol del pareggio a opera di Benzema: splendido il destro a giro di “Karim The Dream” dal limite dell'area. 

Supplementari? No, grazie. Al 35' è stato Mbappé a completare la nuova rimonta della Francia, con la rete del definitivo 2-1 sul filo del fuorigioco. Primo successo per i Galletti nella competizione, in quella che per tutti doveva essere la prova generale del Mondiale dell'anno successivo in Qatar. Dove le cose però, per Mbappé e per i suoi compagni, si sarebbero concluse diversamente.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.