Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. MotoGP

MotoGP: Gran Premio Malesia, vince Bastianini. Bagnaia, passo mondiale

Bastianini torna a vincere dopo una stagione condizionata dai troppi infortuni. Pecco conquista il terzo posto e guadagna su Martin: il piemontese è a +14.

Pecco Bagnaia non si arrende mai. Dopo il Gran Premio della Malesia, il campione del mondo in carica conserva la leadership nella classifica piloti: lo fa con una prova orgogliosa nella gara domenicale, quella più importante del lotto, con tanto di terzo posto che dirada le nubi che si erano addensate dopo una gara sprint tutt’altro che indimenticabile. 

Respinti, così, gli attacchi dello spagnolo Jorge Martin, altra Ducati che si ritrova a 14 punti dal piemontese, quando mancano due GP alla fine di una stagione decisamente emozionante. Un divario che certamente non lascia dormire sonni tranquilli, vero, ma l’appuntamento malese ci mostra ancora una volta un Bagnaia che sa reggere la pressione e soprattutto già abituato a vincere, a differenza del dirimpettaio iberico.

Riecco Bastianini: per il 2024 c’è anche lui. “Argento” per Alex Marquez

Prima di concentrarci sulla lotta serrata tra i due apripista del Motomondiale, non possiamo non parlare della grandissima vittoria di Enea Bastianini, in forza alla Ducati ufficiale al pari di Bagnaia. Il riminese, già protagonista di un buon quarto posto nella gara sprint, conquista il primo successo (e il primo podio) in una stagione dominata dagli infortuni. Per il classe '97, l'anno scorso terzo nella classifica finale alle spalle dello stesso Pecco e di Quartararo, sono addirittura nove i Gran Premi in cui è rimasto ai box: per questo l'oro in terra malese ha un sapore ancora più dolce. 

Per lui, per la Ducati e per gli appassionati italiani: perché, per come è arrivato, questo successo dimostra che in vista del 2024, in ottica mondiale, bisognerà tenere in considerazione anche la "Bestia". E non esageriamo: perché il 26enne domina letteralmente la gara sul complicato circuito di Sepang, conquistando il primo posto al via, senza lasciarlo mai, grazie ad un ritmo che per gli altri è nei fatti insostenibile.

Il secondo posto è di Alex Marquez, a conferma del dominio assoluto delle Ducati in questa stagione. Lo spagnolo, che l’anno prossimo continuerà a correre con il Team Gresini e ritroverà al suo fianco il fratello Marc, completa così un weekend da incorniciare, segnato anche dal successo nella Sprint Race del sabato.

Duello mondiale senza grandi acuti a Sepang. Bagnaia già campione di Lusail?

Questa volta la strategia attendista funziona, tanto che Bagnaia riesce addirittura a guadagnare un punto sul diretto inseguitore. La gara di Pecco è di quelle che non emozionano, con il torinese che non spinge mai, a meno che non abbia alternative: come nel terzo giro, quando deve respingere l'attacco dello stesso Martin, rendendosi protagonista di un controsorpasso nell'immediato. Da lì in poi lo spagnolo può veramente poco, ritrovandosi davanti un vero e proprio muro. Anche alla luce dell'andamento della gara di Sepang, la netta impressione è che il discorso Mondiale non si deciderà tra una settimana in Qatar. Nel caso, tutto rimandato al 25 e 26 novembre, quando è in programma il Gran Premio di Valencia. 

Per gli amanti dei numeri, Bagnaia sarà campione già a Lusail solo se guadagnerà 23 punti su Martin. Lo spagnolo della Pramac Racing, invece, non potrà in nessun caso conquistare il titolo già in terra qatariota, anche in caso di un suo en plein e di un contemporaneo (e clamoroso) harakiri dell’italiano.

Gli altri: bella gara di Quartararo. Bezzecchi solo sesto

Bastianini si candida per il 2024. Lo stesso fa l'ex campione del mondo Fabio Quartararo, che - dopo lo stesso risultato in Thailandia - conquista un altro quinto posto a Sepang. Anche qui le impressioni sono positive: il francese è protagonista di una bella rimonta (partiva dall'ottavo posto), dimostrazione che adesso la Yamaha è all'altezza di un rider di questo spessore. A testimoniarlo, anche il settimo posto del compagno di squadra Franco Morbidelli, che chiude con un ottimo settimo posto. Guardando agli altri italiani, sesta piazza per un deludente Bezzecchi, ottava per Di Giannantonio.

Nel week-end si corre in Qatar

Non c’è un attimo di respiro. Nemmeno il tempo di archiviare il successo di Bastianini ed ecco che parliamo già di un altro Gran Premio, il penultimo della stagione. Sabato e domenica si corre in Qatar, sul circuito di Losail che l'anno scorso vide trionfare lo stesso Bastianini e che, incredibile a dirsi, fu segnato dai ritiri di Bagnaia e Martin. Proprio i due che da qui alla fine non possono permettersi errori.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.