Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. MotoGP

Moto GP: Gran Premio d’Argentina con Alex Marquez in pole

Lo spagnolo, fratello di Marc, chiude primo alle qualifiche davanti agli italiani Bezzecchi e Bagnaia. Continua a deludere, invece, Fabio Quartararo. Allo Sprint Race sorprende Binder.

Evento: Gran Premio d’Argentina
Luogo: Autodromo di Termas de Río Hondo
Quando: 19:00, 2 aprile 2023
Dove vederla: TV8, Sky Sport (canale 208) e in streaming su NowTV e Sky Go

Dal Portogallo all’Argentina: la MotoGP si trasferisce nel continente americano per la sua seconda tappa del Mondiale edizione 2023. Si tratta della diciottesima volta che viene svolto qui in territorio sudamericano. Dal 2014 è stato cambiato circuito selezionando l’autodromo di Termas de Río Hondo. Nel 2022 a trionfare da queste parti fu lo spagnolo Aleix Espargaró, abile a precedere due connazionali sul podio come Jorge Martin e Álex Rins, mentre il campione del mondo Francesco Bagnaia arrivò soltanto quinto. 

Complessivamente il percorso prevede in totale 4,806 chilometri divisi in venticinque giri. Il record di vittorie appartiene a Mick Doohan, Hugh Anderson e Marc Márquez con tre successi a testa. Si tratta di un circuito, quello di Termas de Río Hondo che storicamente è favorevole agli spagnoli capaci di vincere per ben cinque volte nelle sette edizioni totali. Le uniche eccezioni al dominio iberico sono state Valentino Rossi nel 2015 e Cal Crutchlow nel 2018. 

Tornando alla stretta attualità alla prima tappa ha vinto l’italiano Bagnaia con Marco Bezzecchi, sempre del team Ducati, a chiudere il podio. Tra i due ha trovato posto invece lo spagnolo Maverick Viñales. Maluccio Fabio Quartararo, soltanto ottavo, che un anno fa in terra lusitana brillava a seguito di una prestazione pressoché perfetta.

La pole di Alex Marquez e i problemi di Quartararo alle qualifiche

In pole position, dopo le qualifiche della vigilia, parte Alex Marquez. Lo spagnolo, appartenente al team Ducati Gresini, disputa una prova eccellente chiudendo in n 1'43''881 e mettendosi alle spalle due azzurri quali Marco Bezzecchi e Francesco Bagnaia. Premesse ampiamente soddisfacenti per gli italiani, con “Pecco” che si è dovuto accontentare dell’ultimo gradino del podio pagando a caro prezzo la scelta di aver montato gomma slick nel finale del Q2 mentre la pista si stava asciugando. 

Più bravo di tutti è stato Alex Marquez, fratello di Marc, che ha completato il quadro delle pole in famiglia dopo aver assistito a quella del sei volte campione del mondo nella precedente tappa. Per Alex si tratta della prima pole assoluta dal momento in cui è passato in MotoGP. Dietro le Ducati è sbucato Franco Morbidelli della Yamaha, mentre Vinales dell’Aprilia precede un altro terzetto a firma Ducati composto da Johann Zarco, Luca Marini e Jorge Martin. 

Fabio Quartararo, invece, parte soltanto dalla quarta fila con la sua Yamaha: fa notizia l’avvio difficoltoso del francese per la seconda volta su due fuori dai primi dieci e costretto a passare dalla Q1. Presto per azzardare pronostici circa le sue possibilità nella lotta al titolo ma è chiaro che è necessario dare una sterzata immediata alle performance per poter tornare competitivo. Di contro c’è una moto che dal 2021, anno in cui Quartararo vinse il titolo, è rimasta praticamente invariata al netto di qualche miglioramento al motore mentre le altre hanno colmato il divario fino a crearne uno nuovo. 

Nello Sprint Race la sorpresa è Brad Binder

La MotoGp si è rifatta il look per questa edizione 2023. Tra le novità più importanti, già ammirata nel corso della prima tappa, c’è la Sprint Race in stile Formula Uno ma con qualche differenza sostanziale. Anzitutto i risultati della Sprint non sono influenti ai fini della griglia di partenza della gara ufficiale, anche se i punti accumulati sono conteggiati per il Mondiale. In Argentina c’è stata un’autentica sorpresa rappresentata da Brad Binder che ha compiuto una rimonta incredibile dalla quindicesima posizione di partenza fino alla prima. 

Alle spalle del sudafricano della KTM ci sono finiti Marco Bezzecchi e Luca Marini del team Ducati, seguiti poi dalla Yamaha guidata da Franco Morbidelli. Soltanto nono Fabio Quartararo, mentre nella lista dei delusi ci finisce pure Francesco Bagnaia, beffato da Alex Marquez al fotofinish in quinta posizione. “Pecco” ha pagato la falsa partenza dopo la quale gli è risultato impossibile rimontare. 

Poche gioie anche in casa Aprilia con Viñales, che ha chiuso settimo e Aleix Espargaro out a quattro giri dal termine. Peggio ancora è andata alla Honda priva di Marc Marquez e con Joan Mir finito a terra praticamente al primo giro. Il giapponese Takaaki Nakagami e lo spagnolo Álex Rins hanno chiuso invece rispettivamente in undicesima e quindicesima posizione. Non impatterà sulla giornata clou di questa tappa ma anche da qui si possono trarre indicazioni importanti su ciò che andremo a vivere tra poche ore. 

Notizie Moto GP

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.