Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. MotoGP

Moto GP 2023: calendario, piloti e tutto quello che c'è da sapere

Tutti a caccia di Pecco Bagnaia e della sua Ducati: dalle modifiche al regolamento al calendario, ecco le novità.

La MotoGP scalda i motori: manca appena poco più di un mese al via della nuova stagione. Tra le presentazioni dei nuovi bolidi e i primi test che vedono già impegnati i piloti che calcheranno le piste di tutto il mondo, i team si stanno preparando per quella che sarà una stagione avvincente e ricca di cambiamenti. 

Tutti a caccia di Francesco 'Pecco' Bagnaia e della sua Ducati, campioni del mondo in carica: l'Italia ha ancora negli occhi l'incredibile rimonta del pilota torinese ai danni di Fabio Quartararo e della sua Yamaha nel trionfale successo nel mondiale del 2022.

Le modifiche al regolamento: arriva il nuovo format delle Gare Sprint

Il 2023 sarà un anno di rivoluzioni all'interno della MotoGP. Il cambiamento principale riguarda infatti il nuovo format del weekend, che abbandona il solito schema composto dalle qualifiche al sabato e dalla gara alla domenica. Da quest'anno, infatti, saranno introdotte le Gare Sprint in tutti e 21 i Gran Premi del Motomondiale. 

Si tratta di prove simili in tutto e per tutto alla gara vera, che si disputeranno di sabato e che avranno come differenza principale il fatto che copriranno solo il 50% della distanza di gara solita. Verranno assegnati punti ai primi nove classificati con questo schema: 12 punti al vincitore, nove al secondo classificato, sette al terzo classificato e così via fino al nono posto, che si aggiudicherà solo un punto.

Attenzione, però, a non confondere il format con quello che già da diversi anni vediamo in Formula 1: l'ordine di arrivo delle Gare Sprint, infatti, non andrà a comporre la griglia di partenza della gara vera e propria della domenica, che sarà comunque determinata dalle qualifiche, quest'anno anticipate al sabato mattina. Inevitabilmente si va a ridurre il numero di prove libere, che da quattro passano a tre: due nella giornata di venerdì e solo una nella giornata di sabato.

Il calendario della MotoGP 2023

Tante le novità anche nel calendario, a partire dalla gara che inaugurerà il mondiale il 26 marzo: per la prima volta dal 2006 non si parte in Qatar, ma in Portogallo, sul circuito di Portimao. L'appuntamento con Losail è infatti stato rinviato a novembre. Debuttano in MotoGP invece India e Kazakistan, con i tracciati del Buddh International Circuit e del Sokol International Racetrack. Saluta il programma dopo 13 anni, invece, il Gran Premio di Aragon. 

L'atto conclusivo del Motomondiale sarà il 26 novembre a Valencia. Nel mezzo tanti scenari iconici del motorsport: la tournée europea che parte in Spagna, al circuito di Jerez de la Frontera, passando quindi per Le Mans, il Sachsenring e Assen. Poi gli appuntamenti in piena estate sempre in Europa tra Silverstone, Spielberg e Montmelò, in Catalunya. Quindi, in autunno, il giro dei paesi asiatici: prima a Motegi, in Giappone, poi in Indonesia e quindi Australia, Thailandia e Malesia.

Come da tradizione ormai da diversi anni, restano due le tappe del circus della MotoGP in Italia: una all'inizio e una alla fine del periodo estivo. L'11 giugno si va all'Autodromo del Mugello, a Scarperia e San Piero in Toscana per il Gran Premio d'Italia. Bisognerà aspettare invece il 10 settembre per l'appuntamento con il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini al Misano World Circuit intitolato a Marco Simoncelli.

Le novità in griglia: i piloti e i team al via

Da annotare anche le numerose novità arrivate dal mercato piloti e da quello dei team al via in questo 2023. A partire dalla Ducati, che schiera un duo tutto italiano: con il campione del mondo Bagnaia quest'anno c'è Enea Bastianini, che ha ottenuto la promozione dal Team Pramac, rimpiazzando Jack Miller, passato in KTM al posto di Miguel Oliveira. Il portoghese quest'anno farà parte dell'RNF Aprilia Team. A inseguire 'Pecco' ci sarà Fabio Quartararo con Franco Morbidelli a bordo della Yamaha. Grande attesa anche per Marc Marquez su Honda: il numero 93 farà coppia con il connazionale Joan Mir.

Altra coppia tutta italiana formata da Luca Marini e Marco Bezzecchi nel Mooney VR46 Racing Team, mentre Fabio Di Giannantonio sarà al fianco di Alex Marquez nel team Gresini. Il ritiro del team Suzuki ha portato invece Alex Rins alla LCR Honda. Augusto Fernandez, campione della Moto2, entrerà nella classe regina con il GasGas Factory Racing Team, ex Tech3 KTM, al posto di Remy Gardner, che lascerà la MotoGP per approdare in Superbike. Darryn Binder, rimasto senza sedile, ha trovato invece una sistemazione in Moto2: sarà una stagione diversa ma comunque nuova per lui nella classe inferiore.

Notizie Moto GP

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.