Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Ciclismo

Mondiali di ciclismo: Filippo Ganna, ecco il sesto oro!

Il fuoriclasse piemontese è protagonista di una prova incredibile nell’inseguimento individuale. Per tre quarti della gara è alle spalle di Bigham, poi al fotofinish realizza l'impresa.

Immenso Filippo Ganna. Il fuoriclasse del ciclismo italiano conquista il sesto oro personale in un Mondiale: questa volta il trionfo arriva al Sir Chris Hoy Velodrome di Glasgow, sede dei Mondiali di Ciclismo 2023. Top Ganna, com'è soprannominato il ciclista originario di Verbania, riesce in una missione impossibile, superando al fotofinish il britannico Daniel Bigham nella specialità dell’inseguimento individuale. 

Lo fa in una gara in cui non doveva partecipare, con una gamba che - per sua stessa ammissione al termine dell'impresa - non era nemmeno delle migliori. Le motivazioni, dopo l’argento nell’inseguimento a squadre e la batosta contro i rivali danesi, hanno fatto tanto. Felice, così, la scelta di partecipare, arrivata solo a poche ore dalla gara, al termine di un lungo confronto con il commissario tecnico Marco Villa. 

La gara

Ganna non è al massimo della forma, è stanco dopo il quartetto e il K.O. tecnico contro gli scandinavi. Altri darebbero priorità alla cronometro su strada, lasciando stare la specialità che lo ha visto vincere già l’anno scorso. Qui, però, parliamo di una leggenda, di un artista delle due ruote che sta riscrivendo la storia di questo sport. Il guizzo, insomma, è sempre dietro l’angolo. 

Il campione italiano scioglie le ultime riserve, partecipa e si qualifica alla finale con il migliore tempo assoluto, completando i quattro chilometri previsti con un tempo da applausi: 4'01''344, andando vicino al suo record personale, contro il comunque eccellente 4’02”961 dell'avversario. Mica male. In gara, poi, il vero capolavoro, con il piemontese protagonista di una rimonta che definire straordinaria è poco. Basti pensare che l'idolo di casa Bigham è, a conti fatti, avanti per tre quarti della prova e nell'ultimo chilometro ha un vantaggio di oltre due secondi (2''184 per la precisione). Un abisso, se si pensa alle dinamiche di questo sport e soprattutto di questa specialità. 

Niente, però, è impossibile per un ciclista inossidabile come Ganna, che - dopo essersi ritrovato dietro in tutti gli intermedi - all'arrivo fa registrare un vantaggio di 54 millesimi. Per un soffio. Clamoroso. Ma non una sorpresa: perché il campionissimo italiano non è nuovo a sprint finali incredibili, parlando di un’azione (superlativa) che ricorda tantissimo quella di Tokyo, anch’essa entrata nella leggenda.

Daniel Bigham: chi è lo sconfitto

Per quanto riguarda Danil Bigham, rimandato l'appuntamento con l'oro nell'individuale: per lui, infatti, da segnalare il primo gradino del podio nell'inseguimento a squadre dell'anno scorso, in occasione dei Mondiali su pista di Saint-Quentin-en-Yvelines. Una grossa delusione per l'inglese, battuto da un ciclista che conosce benissimo: lui e Ganna sono grandi amici e, soprattutto, compagni di squadra alla Ineos.

Ganna, una costanza incredibile

Dal Mondiale 2016 Filippo Ganna è sempre andato a podio: si tratta, così, dell'ottava medaglia iridata della sua carriera, proprio come una leggenda della disciplina come Hans-Henrik Orsted. Per quanto riguarda gli ori, non c'è concorrenza: questo successo, che si aggiunge a quelli del 2016, 2018, 2019, 2020 e 2022, porta il piemontese a sei medaglie d'oro, due in più dell'altra leggenda Hugh Porter. A questi successi bisogna aggiungere un oro Olimpico, altri due titoli mondiali a cronometro e un oro nell’inseguimento a squadre in quartetto. Un palmares incredibile, dimostrazione ulteriore che parliamo di un fuoriclasse assoluto dell'inseguimento individuale e non solo. 

Esulta anche Jonathan Milan

In una serata segnata dal trionfo di Filippo Ganna, c'è gloria anche per l'altro italiano Jonathan Milan. Il 22enne originario di Tolmezzo conquista il bronzo, sempre nell'inseguimento individuale, ai danni del portoghese Ivo Oliveira. In questo caso non c'è stata proprio partita, con un tempo di 4'05"868 e nello specifico, vantaggio di più di due secondi e mezzo ai danni dell'avversario lusitano.

Il prossimo obiettivo di Filippo Ganna

Messo in archivio il successo nell'inseguimento individuale, Filippo Ganna può concentrarsi del tutto sulla prova a cronometro. L'obiettivo è tornare a vincere l'oro, dopo i successi del 2020 e del 2021 e la cocente sconfitta dell'anno scorso. La gara è in programma venerdì 11 agosto, dalle 15:15 italiane. Si corre a Glasgow, su un percorso lungo 48 chilometri.

Notizie Ciclismo

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.