Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

Masters 1000 Miami: per Sinner c’è Dimitrov. Terza volta nel 2023 per Lajovic contro Alcaraz

L’azzurro ha un precedente sfavorevole contro il bulgaro ma stavolta l’epilogo può essere diverso. Per il serbo serve una vera e propria impresa contro lo spagnolo. 

Evento: Jannik Sinner-Grigor Dimitrov
Luogo: Sun Life Stadium, Miami
Quando: 16:00, 26 marzo 2023
Dove vederla: Sky Sport Tennis (canale 205 Sky), Sky Sport Uno (canale 201)

I Masters 1000 di Miami sono arrivati ai sedicesimi di finale. La prima settimana di torneo è in chiusura e si apre quindi quella decisiva che porterà all’assegnazione del titolo. Tra gli azzurri impegnati nella competizione scende in campo Jannik Sinner che ha superato i trentaduesimi contro il serbo di origini ungheresi Laslo Djere e si appresta quindi ad affrontare Grigor Dimitrov. L’altoatesino fino ad ora è stato senza alcun dubbio il miglior italiano in questo primo scorcio di 2023 ed è forse quello sul quale sono riposte le maggiori chance di successo da parte dei suoi connazionali. 

Dopo le parentesi australiane, non particolarmente esaltanti, Sinner ha poi trionfato in Francia sfiorando il bis pure a Rotterdam dove però si è fermato in finale a dispetto di Daniil Medvedev. Anche ad Indian Wells l’azzurro ha ben figurato arrendendosi però in semifinale contro un altro mostro come Carlos Alcaraz. Chissà che Miami non possa concedergli una rivincita con lo spagnolo: prima però c’è un test bulgaro da superare nel migliore dei modi. 

Dimitrov e il peso delle aspettative: il bilancio con Sinner gli è però favorevole

Grigor Dimitrov è uno di quei casi, non rari, in cui una straordinaria promessa del tennis non riesce a mantenere le aspettative. Di altri esempi ce ne sono bizzeffe ma il bulgaro, ai tempi della Juniores, era considerato un vero e proprio enfant prodige tanto da diventare il numero uno al mondo della categoria vincendo Wimbledon e US Open. 

Dal 2008 è poi diventato professionista realizzando comunque discreti successi tra i quali spiccano le ATP Finals e il Master 1000 di Cincinnati, entrambi nel 2017, anno nel quale raggiunse la terza posizione del ranking. Non entrano nel palmarès, ma anche le semifinali di Wimbledon nel 2014, degli Australian Open nel 2017 e degli US Open nel 2019 restano traguardi importanti. Oggi nel ranking è ventisettesimo e nel suo 2023 è stato eliminato da Djokovic e Medvedev nei tornei di Melbourne e Rotterdam mentre Bublik lo ha estromesso dagli Open 13 di Marsiglia. 

Prima dei Masters 1000 di Miami ha disputato gli Indian Wells Masters finendo però subito ko contro Jason Kubler. In Florida ha invece strappato il pass per i sedicesimi battendo il tedesco Jan-Lennard Struff nel turno precedente. Oggi il suo ostacolo si chiama Jannik Sinner, contro il quale però ha un bilancio favorevole: nell’unica volta in cui i due si sono incrociati, infatti, la vittoria è andata al bulgaro con successo in rimonta in tre set negli Internazionali d’Italia a Roma. 

Tutti vogliono fermare Alcaraz: a Dusan Lajovic il primo tentativo

Evento: Carlos Alcaraz-Dusan Lajovic
Luogo: Sun Life Stadium, Miami
Quando: 16:00, 26 marzo 2023
Dove vederla: Sky Sport Tennis (canale 205 Sky), Sky Sport Uno (canale 201)

Nel tennis il personaggio del momento è senza alcun dubbio Carlos Alcaraz. Reduce da un lungo infortunio, appena ha rimesso piede in campo è immediatamente tornato a vincere riprendendosi pure dalle mani di Novak Djokovic lo scettro di numero uno al mondo. Lo spagnolo arriva all’appuntamento di Miami da campione in carica ed è pertanto bersaglio principale di chi vorrebbe raccoglierne lo scalpo.

Obiettivo che ora spetterebbe a Dusan Lajovic, serbo di ventidue anni che in tutta la carriera ha però vinto solo un titolo Atp facendo meglio soltanto nei tornei minori. I tre precedenti sono andati tutti a favore del murciano con gli ultimi due recentissimi, poiché appartenenti all’anno corrente. Lajovic ha infatti incontrato Alcaraz sia a Rio de Janeiro che a Buenos Aires uscendone in entrambi i casi con le ossa rotte. L’altro incrocio è invece di un anno fa agli Australian Open. 

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.