Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Manchester City
  1. Calcio
  2. Champions League

Manchester City-Real Madrid: probabili formazioni, orario, dove vederla

Il Manchester City vuole continuare il magic moment: in attacco i soliti Foden e Haaland. Real Madrid senza lo squalificato Tchouameni. La gara è un’esclusiva Amazon Prime Video.

Evento:

Manchester City-Real Madrid

Luogo:

Etihad Stadium, Manchester

Data:

17 aprile 2024

Orario:

21:00

Dove vederla:

Amazon Prime Video

Qui si fa la storia. Manchester City e Real Madrid scendono in campo per il ritorno dei quarti di finale di Champions League e sono pronti a dare ancora una volta spettacolo. Le squadre di due guru come Guardiola e Ancelotti (tanto diversi, entrambi vincenti) vogliono ripetersi dopo l’incredibile 3-3 della sfida d'andata, a conti fatti uno dei momenti più esaltanti dell'ultimo ventennio della coppa dalle grandi orecchie. Per il match dell'Etihad Stadium, visto l’enorme potenziale offensivo in campo, ci sono dunque da aspettarsi gol e colpi di scena.

Le probabili formazioni di Manchester City-Real Madrid

Manchester City (4-2-3-1): Ederson, Stones, Akanji, R. Dias, Gvardiol; Rodri, Kovacic; B. Silva, Foden, Grealish; Haaland. Allenatore: Guardiola.

Real Madrid (4-3-1-2): Lunin, Carvajal, Nacho Fernandez, Rudiger, Mendy; Valverde, Reus, Camavinga; Bellingham; Vinicius Jr, Rodrygo. Allenatore: Ancelotti.

Dove si gioca la sfida di Champions tra Manchester City e Real Madrid?

La gara si gioca al City of Manchester Stadium, struttura che dal 2011 ha il nome commerciale di Etihad Stadium. L'impianto, inaugurato nel 2002 e ristrutturato nel 2015, può ospitare poco più di 55mila spettatori.

Dove seguire Manchester City-Real Madrid in streaming

Manchester City-Real Madrid è un'esclusiva Amazon Prime Video. Per seguire il match è dunque necessario un abbonamento con il servizio streaming collegato al celeberrimo e-commerce. Necessaria una connessione ad internet per guardare il match su smart tv, computer, tablet e smartphone. Chi possiede una televisione più obsoleta deve munirsi di un Dongle HDMI come Fire TV Stick o Chromecast.

Le ultime sul Manchester City

La truppa di Pep Guardiola sta vivendo un momento magico: non solo gli exploit in Europa (con tanto di 9 gol realizzati in tre gare della fase finale di Champions), ma anche un’incredibile cavalcata in Premier League. A certificarlo il recente sorpasso ai danni di Liverpool e Arsenal, protagonisti di un clamoroso harakiri in contemporanea: ora al primo posto c’è proprio il City, reduce da tre successi consecutivi, ultimo il perentorio 5-1 ai danni del Luton. Nel pokerissimo contro gli Hatters da segnalare il 20esimo gol in campionato di Erling Haaland, la seconda rete consecutiva di un bomber inatteso come Josko Gvardiol e soprattutto l'ottima prestazione del campionissimo Kevin De Bruyne (che, dopo la panchina dell'andata, potrebbe scendere in campo nella seconda parte del match).

Ora, prima di riprendere la corsa verso il decimo titolo della storia (sarebbe, eventualmente, il quarto di fila), c'è da pensare alla spettacolare sfida con il Real Madrid. I padroni di casa arrivano al meglio: i Citizens, già sulle ali dell'entusiasmo per gli ultimi risultati, si presentano nei fatti con la rosa al completo, alla luce dei ritorni degli ex infortunati Nathan Ake e Kyle Walker. I due, comunque, non dovrebbero far parte della difesa titolare. Stesso discorso per il secondo portiere Ortega: al suo posto ci sarà il titolarissimo Ederson, anche lui reduce da un periodo in infermeria e una settimana fa lasciato in panchina perché ancora lontano dalla forma migliore. Nel frattempo le cose sono cambiate, con il brasiliano che è stato proposto dal primo minuto contro il Luton e non ha riscontrato ulteriori problemi.

Il portiere, così, potrebbe essere l’unica novità rispetto all’undici visto a Madrid: nella retroguardia Akanji e Ruben Dias agiranno da centrali, con Stones e Gvardiol a fare da terzini atipici (occhio soprattutto al nazionale inglese, che si accentra fungendo spesso da mediano aggiunto). A centrocampo intoccabili Rodri e l'uomo d'ordine Kovacic, mentre sulla trequarti è impossibile rinunciare ad un Phil Foden in forma pazzesca e agli esterni Bernardo Silva e Grealish. In attacco, ovviamente, il già citato Haaland.

Le ultime sul Real Madrid

Anche il Real Madrid è primo in classifica nel proprio campionato, e non è certamente una notizia. Nell'ultimo turno i Blancos hanno vinto sul campo del Maiorca di Muriqi e possono fare leva su ben 8 punti di vantaggio sul Barcellona secondo in graduatoria. Gli uomini di Ancelotti vengono da 4 vittorie di fila nella Liga e sembrano ormai destinati a conquistare il 36esimo titolo di Spagna della loro storia. Certezze che i madrileni non possono avere in ottica Champions League: mercoledì c'è bisogno di una prova perfetta contro il City, al netto delle pesanti assenze del duttile Tchouameni (squalificato) e dei lungodegenti Alaba e Courtois.

Per questo i Blancos - che negli ottavi hanno sofferto maledettamente contro il Lipsia - si presentano all'Etihad Stadium con una formazione che per dieci undicesimi ricalca quella dell'andata. L’unica novità dovrebbe essere rappresentata dal difensore Nacho Fernandez, che dovrebbe essere proposto in sostituzione di Tchouameni, al fianco dunque del collega di reparto Rudiger e degli esterni Carvajal e Mendy. A centrocampo ancora Kroos (Modric in panchina), Camavinga e Valverde, mentre in attacco spazio al trio delle meraviglie composto dal trequartista Bellingham e dai brasiliani Rodrygo e Vinicius Junior.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.