Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Ligue 1 generic
  1. Calcio
  2. Ligue 1

Ligue 1: il punto sul campionato, PSG primo, ma il Nizza di Farioli non molla

Il team di Luis Enrique ha un punto di vantaggio sui rossoneri e tre sul Monaco, poi il vuoto. Annaspa il Marsiglia di Gattuso, mentre il Lione di Grosso è ultimo.

Dodici giornate disputate, quasi un terzo del cammino, e in testa alla Ligue 1 c'è la squadra costruita per primeggiare in Francia e in Europa. Quello del Paris Saint-Germain di Luis Enrique e Mbappé, però, è tutt'altro che un dominio. Anzi, i parigini sono balzati in vetta proprio nell'ultimo turno prima della sosta. 

Per tutta la prima parte di stagione hanno dovuto inseguire, prima il Monaco e poi il Nizza. E proprio le due formazioni della Costa Azzurra, al momento, sono le rivali più accreditate dello squadrone della Capitale. Le uniche, forse, che possono metterne in discussione l'ennesimo titolo. 

PSG, partenza incerta e risalita

Gli addi di Messi e Neymar e l'avvento di Luis Enrique al posto di Galtier hanno determinato qualche incertezza nel PSG, almeno in avvio. Come ogni rivoluzione, il nuovo corso dei parigini ha avuto bisogno di un po' di tempo. La sconfitta col Nizza dei miracoli e qualche passo falso in Champions sono state compensate dalla lunga serie di vittorie consecutive che hanno collocato il PSG al vertice della classifica. 

L'ultima a Reims, 3-0 griffato – indovinate un po' – da Mbappé, che a dispetto delle querelle contrattuali e delle voci di mercato si sta rivelando il vero, unico trascinatore di una squadra zeppa di stelline ma mai come quest'anno povera di autentici fuoriclasse. Una squadra, comunque, che ha un solo obiettivo: primeggiare.

Il Nizza di Farioli a un punto dalla vetta

La più bella sorpresa di questa prima parte di stagione in Francia è senz'altro il Nizza di Farioli, l'ex collaboratore di De Zerbi che sta attirando le attenzioni delle grandi del calcio europeo. La sua squadra è un mix di modernità e pragmatismo, segna poco ma subisce pochissimi gol. E soprattutto non perde mai. Sette vittorie e cinque pareggi per il Nizza nelle prime dodici partite, un ruolino di marcia valso la seconda posizione a una sola lunghezza dalla vetta, persa proprio nell'ultimo turno prima della pausa dopo lo 0-0 di Montpellier.

Monaco terzo a -3 dal Paris Saint-Germain

Chi ha perso punti nell'ultima giornata è pure il Monaco, fermato sullo 0-0 a Le Havre e ritrovatosi così a tre lunghezze dalla vetta. La squadra di Hutter ha occupato a lungo la prima posizione, ma ha difettato di continuità. Già due le sconfitte rimediate in campionato, l'ultima della serie alla decima giornata sul campo del Lilla. Le individualità ci sono (Minamino, Fofana, Balogun sono giocatori in grado di fare la differenza non solo in Ligue 1, ma ovunque) e dunque impossibile non collocare il Monaco tra le possibili antagoniste del Paris Saint-Germain. Le altre ipotizzate a inizio anno sono già a debita distanza. 

La lotta per l'Europa e l'OM in difficoltà

L'Olympique Marsiglia, ad esempio, ha già cambiato allenatore ed è in tremendo ritardo in classifica. Appena 13 i punti in cassaforte per l'OM, che da Marcelino è passato sotto l'egida di Gattuso. Un cambio della guardia che non sembra, almeno per il momento, aver risolto i problemi. Il Marsiglia, infatti, è a sette lunghezze da Lilla e Reims, che occupano la quarta posizione, e a -3 dal Lens, seconda forza dell'ultima Ligue 1 e quest'anno partito col freno a mano tirato. 

Non sta convincendo neppure il Rennes, che di punti ne ha 12 e non vince dal primo ottobre, mentre il Nantes – che pure era partito benissimo – è reduce da tre ko consecutivi e vivacchia a metà classifica. 

La bagarre per non retrocedere: compito duro per il Lione

La big che più di ogni altra ha deluso le attese è però il Lione, ultimo in classifica con appena sette punti. Tre sono arrivati grazie alla prima vittoria in campionato, ottenuta a Rennes prima della pausa. Un successo griffato O'Brien, che ha restituito entusiasmo a una squadra scossa dalle polemiche. L'avvento di Grosso al posto di Blanc dovrà servire a traghettare l'OL il prima possibile fuori dalla zona rossa, per non rischiare che il campionato si trasformi definitivamente in un'odissea. La concorrenza in coda è agguerrita e nel novero delle squadre a rischio ci sono pure Tolosa, Strasburgo e lo stesso Rennes, partite con ben altri obiettivi.

Ligue 1, il prossimo turno

Alla ripresa, tra il 24 e il 26 novembre, si riparte col big match PSG-Monaco, mentre il Nizza ospita il Tolosa. Il Marsiglia va a Strasburgo, il Lione affronta in casa il Lilla.

Ligue 1: dove vederla in tv

I diritti tv di Ligue 1 sono di Sky, che settimanalmente decide la programmazione delle sfide da mandare in onda.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.