Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. La Liga

La Liga: sfida Champions tra Betis e Real Sociedad

I biancoverdi inseguono e si possono portare ad appena tre lunghezze dai baschi quarti in classifica. A confronto due squadre che non stanno vivendo un ottimo momento.

Evento: Betis-Real Sociedad
Luogo: Estadio Benito Villamarín, Siviglia
Quando: 22:00, 25 Aprile 2023
Dove vederla: Dazn

Vincere per blindare la zona europea e continuare a sognare. Questa la missione di Betis e Real Sociedad, in campo nella tarda serata di martedì per l'anticipo della 31esima giornata della Liga spagnola. A confronto due compagini che stanno vivendo una stagione decisamente importante, ma che nelle ultime settimane non riescono a garantire una continuità di risultati: i padroni di casa, quinti in classifica con una sola lunghezza di vantaggio sul Villarreal e due sul lanciatissimo Athletic Bilbao, hanno raccolto appena tre punti nelle ultime quattro gare; la Real Sociedad, invece, occupa il quarto posto e non riesce a vincere due gare consecutive dalla fine di gennaio, dimostrazione che qualcosa si è rotto negli ultimi tempi.

Betis, in difesa confermato l’italo-brasiliano Luiz Felipe. In attacco la certezza Borja Iglesias

Il Betis deve assolutamente vincere, da un lato per difendere il quinto posto in chiave Europa League, dall'altro per avvicinarsi proprio ai baschi e portarsi così a soli tre punti dalla zona Champions. Un'impresa tutt'altro che impossibile per una squadra che tra le mura amiche si è sempre comportata bene: al netto della recente sconfitta con il Cadice, i biancoverdi hanno conquistato in casa 27 dei 48 punti totali. Per la sfida in programma nella notte di martedì (si gioca, infatti, a partire dalle 22:00), il tecnico Manuel Pellegrini deve ancora una volta rinunciare agli infortunati Juanmi, Victor Ruiz, Nabil Fekir e Youssouf Sabaly. La buona notizia è invece rappresentata dal ritorno del duttile Aitor Ruibal, reduce da uno stop di due giornate per squalifica.

Per quanto riguarda la probabile formazione dei padroni di casa, nel solito 4-2-3-1 dovrebbero trovare spazio il portiere Rui Silva e la retroguardia composta dall'ex Fiorentina German Pezzella e dall'altro centrale Luiz Felipe (italo-brasiliano ex Lazio, nel giro della nazionale di Mancini). In ottica esterni bassi, invece, Montoya appare in vantaggio sul già citato Ruibal, mentre sull'out mancino dovrebbe agire il classe 2000 scuola Barcellona Juan Miranda (un po' a sorpresa, autore di due gol nelle ultime due partite). A centrocampo appaiono intoccabili l'argentino Guido Rodriguez (anche lui in gol nel recente K.O. contro l'Osasuna) e il portoghese William Carvalho, che si appresta a terminare la sua quinta stagione con la casacca dei Verdiblancos. 

Qualche metro più avanti, Sergio Canales dovrebbe giocare da rifinitore alle spalle dell'unica punta, con il brasiliano Luiz Henrique e l'ex Leicester Ayoze Perez che dovrebbero essere confermati come esterni offensivi. Inizialmente in panchina, invece, il giovane Rodri e il messicano Andres Guardado. In attacco, imprescindibile il numero 9 Borja Iglesias: il nazionale spagnolo è in cerca del suo 13esimo gol stagionale e vuole mettersi alle spalle la lunga serie di cinque gare senza nemmeno una segnatura. Un dato insolito per un bomber che negli ultimi anni si è dimostrato implacabile.

Real Sociedad: Sorloth in attacco, a centrocampo c’è il campione David Silva

Assenze importanti anche per la Real Sociedad, di scena a Siviglia senza Sadiq Umar, Diego Rico e Martin Merquelanz. Nel classico 4-4-2 basco ecco il portiere Remiro e il pacchetto difensivo composto dai centrali Zubeldia e Le Normand (quest'ultimo al rientro dopo la squalifica) e dai terzini Elustondo e Munoz. A centrocampo le redini del gioco sono nelle mani di Merino e Zubimendi, affiancati da un giocatore dalla classe immensa (e che ha vinto di tutto in carriera) come David Silva e dal mancino Illarramendi. In attacco il norvegese Alexander Sorloth (dieci gol in campionato per lui) e il velocissimo Mikel Oyarzabal. Questo l’undici della squadra ospite, che deve difendere la zona Champions League e per questo deve assolutamente tornare a fare la voce grossa in trasferta. Il rendimento recente, però, non fa dormire sonni tranquilli, con i K.O. in casa di Bilbao, Villarreal e Valencia che hanno riportato i baschi tra i comuni mortali. E pensare che fino a due mesi fa parlavamo della compagine dal migliore rendimento fuori dalle mura amiche.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.