Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. La Liga

La Liga: l’Atletico Madrid comincia di lunedì contro il Granada

I Colchoneros ospitano la neopromossa andalusa nella prima giornata del torneo iberico. Dopo il terzo posto della passata stagione la squadra del Cholo vorrebbe provare a insidiare il duopolio Real-Barça anche se il mercato non è stato scoppiettante.

Evento: Atletico Madrid-Granada
Luogo: Stadio Civitas Metropolitano, Madrid
Quando:21:30, 14 agosto 2023
Dove vederla: DAZN

Non solo la Premier e la Ligue 1, anche la Liga spagnola ha già cominciato il proprio torneo nazionale. Tra le big impegnate c’è pure l’Atletico Madrid del Cholo Simeone che ha avuto qualche ora in più delle rivali per preparare il proprio match inaugurale. I Colchoneros affronteranno nel proprio impianto del Civitas Metropolitano il Granada. Appuntamento fissato per lunedì 14 agosto alle 21:30 e trasmesso in diretta da DAZN. 

Nella passata stagione gli Indios sono arrivati terzi in classifica, alle spalle di Barcellona e Real Madrid ma non c’è mai stata reale competizione per il titolo. Dopo una lunga pausa invernale, i Colchoneros hanno ripreso la retta via nel finale di stagione con una rimonta che è servita a blindare la qualificazione alla prossima Champions League. Dunque, traguardo minimo raggiunto per un club che però vorrebbe contrastare maggiormente il duopolio delle due grandi antagoniste. 

Il Granada è invece una neopromossa: lo scorso anno la squadra di Paco Lopez ha infatti vinto la Segunda Division riconquistando finalmente un posto nella massima categoria iberica. Che inizia col botto, con un match indubbiamente complicato in casa di una delle compagini più forti della nazione. Insomma, un bentornato coi fiocchi agli andalusi.

Come arriva l’Atletico Madrid

Estate tranquilla finora per l’Atletico Madrid che non ha regalato particolari sussulti sul mercato. Antoine Griezmann, come programmato, è stato riscattato dal Barcellona mentre Javi Galan e Santiago Mouriño sono considerati tasselli di completamento rosa piuttosto che dei veri e propri rinforzi con impatto immediato sulle sorti del team. A parametro zero sono poi arrivati alla corte del Cholo Simeone Cesar Azpilicueta e Caglar Söyüncü, calciatori invece già pronti dai quali ci si attende molto. In attacco, invece, a dispetto delle tante sirene provenienti dalla Serie A è stato blindato Alvaro Morata che non dovrebbe cambiare aria ma addirittura rinnovare con i Colchoneros. 

Basterà tutto questo per competere con Barcellona e Real Madrid? Lo scopriremo nel corso dei prossimi mesi, anche se qualche altra cosa da qui a fine agosto potrebbe cambiare, specialmente nel settore offensivo, dove è tornato alla base pure Joao Felix che non rientra però nei piani del condottiero argentino. Chi ha già lasciato la capitale spagnola è Matheus Cunha, finito al Wolverhampton, così come Renan Lodi e Geoffrey Kondogbia spediti a Marsiglia.

Come arriva il Granada

Dal 2016, anno in cui la famiglia Pozzo ha ceduto il club, il Granada ha fatto saliscendi dalla Segunda Division alla Liga senza un particolare e preciso disegno. Nel mezzo, nel 2021, pure una piccola soddisfazione internazionale con un quarto di finale ottenuto in Europa League che però non ha impattato significativamente sulle sorti della squadra. Oggi comunque si apre un nuovo capitolo per il team andaluso, con l’obiettivo che chiaramente per una neopromossa non può che essere la salvezza, da ottenere nella maniera più tranquilla possibile. 

Sul mercato sono arrivati giocatori importanti e di esperienza come Vallejo, proveniente dal Real Madrid, e Gonzalo Villar che in Italia tra Roma e Sampdoria non è riuscito ad imporsi. In attacco, invece, il rinforzo si chiama Famara Diedhiou: centravanti senegalese di 30 anni che militava nel campionato turco. Non parliamo ovviamente di nomi altisonanti ma di elementi che possono essere funzionali per il raggiungimento dei traguardi che i Nasridi si sono prefissati. 

Le probabili formazioni di Atletico Madrid-Granada

Tra il 3-5-2 e il 4-4-2: l’Atletico Madrid spazia sempre tra questi due moduli che possono variare anche in corso d’opera. Simeone sembra orientato a schierare la difesa a tre all’esordio della sua squadra puntando su Hermoso, Söyüncü e Savic a protezione del numero uno Oblak; Azpilicueta e Ferreira-Carrasco esterni con compiti sia difensivi che offensivi ed in mezzo al campo Llorente, Koke e De Paul; davanti vince l’esperienza con la coppia formata da Morata e Griezmann.

Per quanto riguarda il Granada, invece, la scelta sembra essere 4-3-3. In porta c’è Ferreira; linea difensiva a quattro con Sanchez, Rubio, Miquel e Neva; Melendo, Gumbau e Ruiz a centrocampo; in attacco c’è l’ex napoletano Callejon ad occupare la consueta fascia destra con Antonio Puertas su quella opposta e l’albanese Uzuni punta centrale. A proposito di quest’ultimo: sono 23 le reti realizzate nell’ultimo campionato di seconda divisione spagnola. Riuscirà a confermare questi numeri anche in massima categoria?

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.