Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
La Liga generic
  1. Calcio
  2. La Liga

La Liga: è l’ora di Atletico Madrid-Real Madrid

Atletico Madrid-Real Madrid è il posticipo della sesta giornata della Liga. I precedenti, il momento delle due squadre e le possibili scelte di formazione di Simeone e Ancelotti. 

Evento: Atletico Madrid-Real Madrid
Luogo: Stadio Civitas Metropolitano, Madrid
Data: 24 settembre 2023
Orario: 21:00
Dove vederla: DAZN

Non può essere una partita come tutte le altre. Dal 1906 ad oggi il derby madrileño ha fatto sognare numerose generazioni contribuendo all’appeal del massimo campionato spagnolo. Non si è mai trattato di un duopolio, dal momento che anche il Barcellona ha spesso e volentieri reclamato la propria fetta della torta, tuttavia anche se in qualche circostanza non hanno lottato per il medesimo traguardo, il fascino della stracittadina è rimasto sempre intatto. Sommando tutte le competizioni Atletico Madrid e Real Madrid hanno giocato contro 294 volte con la bilancia che pende nettamente in favore dei Blancos. 152 sono i successi di questi ultimi, a fronte di 72 affermazioni biancorosse e 70 pareggi. 

Complessivamente abbiamo assistito alla bellezza di 875 gol, non equamente suddivisi, e nella maggior parte delle volte realizzati da veri e propri campioni. Da quando sulla panchina dei Colchoneros c’è Diego Pablo Simeone la situazione non è migliorata anche se l’allenatore argentino è riuscito comunque a portare a casa due scudetti degli undici vinti in totale dai Blancos. Il gap è attualmente evidente anche in classifica, con il team di Carlo Ancelotti che precede i rivali (che hanno comunque una gara in meno) di otto lunghezze. 

Come arriva l’Atletico Madrid

La beffa di Provedel è dura da digerire. L’Atletico Madrid aveva cullato l’idea di una rigenerante vittoria in Champions League facendosi però beffare nel finale di partita dal portiere laziale che come un centravanti puro ha trafitto Oblak. Se c’è qualcosa che sa fare, però, la squadra del Cholo Simeone è reagire e il calendario da questo punto di vista aiuta mettendogli di fronte un club che più di tutti riesce a motivare la furia rojiblanca.

Finora il rendimento degli Indios in Liga è stato piuttosto altalenante, giudizio condizionato in negativo dall’ultima terribile sconfitta rimediata a Valencia con un pesantissimo 3-0. Prima erano arrivati due successi, rispettivamente contro Granada e Rayo Vallecano e un pareggio a Siviglia contro il Betis. Non basta un ruolino di marcia simile per poter anche solo pensare di infilarsi nella lotta scudetto tra Barcellona e Real Madrid. Anche la campagna acquisti estiva non è stata così esaltante, con qualche parametro zero a rimpinguare la rosa e il riscatto di fatto obbligatorio di Griezmann.

Come arriva il Real Madrid

Veder trionfare il Barcellona da queste parti non è cosa bella. Così quest’anno il Real Madrid si è messo in testa di riprendersi lo scettro, sottraendolo dalle grinfie blaugrana. Anche così si spiega l'ottimo avvio di stagione dei Blancos, che di fatto non hanno sbagliato neanche un colpo. Cinque partite e cinque vittorie, con dieci gol realizzati e soltanto tre subiti. 

Se il punto di riferimento offensivo non è più Karim Benzema, uno che ha fatto la storia del blasonato club spagnolo, ecco che spunta Jude Bellingham a togliere le castagne dal fuoco e trasformarsi in bomber affamato e implacabile. Sono cinque le reti del brillante ventenne inglese, ex Borussia Dortmund, a certificare il superbo impatto avuto con una realtà tanto bella quanto complicata come quella della Liga spagnola. Anche in Champions la tendenza è stata confermata con il gol decisivo siglato al 94esimo che ha consentito ai quattordici volte campioni d’Europa di portare i tre punti a casa contro l’Union Berlino. 

Le probabili formazioni di Atletico Madrid-Real Madrid

Difesa a tre o a cinque? Cambia poco perché tatticamente l’Atletico Madrid ha una veste ben precisa per cui davanti a Oblak ci dovrebbero essere Molina, Savic, Witsel, Hermoso e Lino; Marcos Llorente, Koke e Saul in mezzo al campo; Morata dovrebbe essere l’uomo scelto per affiancare Griezmann.

Più semplice delineare il 4-3-3 del Real Madrid con Kepa tra i pali; poi Lucas Vazquez, Rüdiger, Alaba e Fran García; Valverde, Tchouameni e Camavinga a centrocampo; in attacco ci sono Rodrygo, Bellingham e Joselu. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.