Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
MotoGP generic
  1. Motori
  2. MotoGP

GP Silverstone: Bagnaia trionfa e prova a riaprire il Mondiale

Ducati sugli scudi in Inghilterra, il pilota torinese centra la seconda vittoria consecutiva e riapre la corsa al titolo iridato insieme a Aleix Espargarò.

Un successo fondamentale, quello conquistato da Pecco Bagnaia a Silverstone. Non solo perché, dopo la pausa estiva, il pilota della Ducati ha centrato la sua seconda vittoria consecutiva, la quarta in questa stagione contrassegnata dalla discontinuità di rendimento, ma perché in un colpo solo Bagnaia è riuscito a recuperare ben 17 punti a Fabio Quartararo, che ha chiuso il Gran Premio di Silverstone in ottava posizione, ha riconquistato il terzo posto in classifica piloti e, di fatto, ha riaperto la corsa al Mondiale. Resta sempre ampio il vantaggio di Fabio Quartararo, che a quota 180 punti ha un rassicurante +49 dal pilota della Ducati, ma con otto gare ancora da disputare e con un Bagnaia in così grande spolvero, tutto è possibile.

Gran Premio di Silverstone: Bagnaia, una gara strepitosa

E dire che il weekend di Bagnaia non era iniziato sotto i migliori auspici. I soliti problemi di gomme avevano creato scompiglio nella scuderia di Borgo Panigale. I risultati delle qualifiche del sabato erano la fotografia di quelle difficoltà, con Bagnaia quinto e consapevole che, al netto del long lap che avrebbe dovuto scontare Fabio Quartararo, quarto in griglia, centrare la vittoria sarebbe stato complicatissimo anche perché la pole del sabato era stata conquistata da Johan Zarco che, in sella alla Pramac, aveva centrato anche il record della pista.

La gara, però, come spesso accade è tutt'altra storia e dopo la caduta di Zarco, al comando per metà gara, Bagnaia ha prima ripreso Miller, poi superato Rins. Alla bandiera a scacchi Bagnaia era quasi incredulo della vittoria, un premio alla tenacia del pilota torinese e al suo talento, perché in condizioni così difficili vinci solo se hai la stoffa. Alle sue spalle al secondo posto Maverick Vinales, in un inatteso capovolgimento di ruoli con Aleix Espargarò, che ha chiuso in nona posizione alle spalle di Fabio Quartararo ma che resta ben saldo in seconda posizione nel mondiale piloti. A chiudere il podio la Ducati di Jack Miller, con Enea Bastianini che chiude in quarta posizione ma vince la sua personalissima sfida con Jorge Martin, bruciato nel finale. 

Articoli Correlati Motomondiale

GP Silverstone – Motomondiale: Zarco in pole, Vinales e Miller in prima fila 

GP Silverstone - Motomondiale: Tutto ciò che c'è da sapere

Valentino Rossi – Motomondiale: La storia di un campione

Motomondiale: Yamaha, Ducati o Aprilia, chi vincerà la Moto GP?

Gran Premio di Silverstone, le sofferenze di Quartararo

Nel 2021 Fabio Quartararo fu il dominatore di Silverstone. Quest'anno invece il pilota della Yamaha ha sofferto per tutto il weekend. La long lap penalty, che il campione del mondo in carica e leader della classifica piloti ha scelto di scontare nel corso del quarto giro, non ha influenzato in minima misura la sua prova. Prima, infatti, Quartararo era quarto. Al termine della penalità aveva perso solo una posizione. Da quel momento si è difeso, ma poi ha chiuso in ottava posizione, rischiando il sorpasso anche di Aleix Espargarò. Alla fine è riuscito a mantenere la posizione sul pilota della Aprilia, che ora ha uno svantaggio di 22 punti dal pilota Yamaha, ma l'avanzata di Pecco Bagnaia è l'elemento di maggior preoccupazione per Quartararo, consapevole che il divario tecnico emerso a Silverstone nei confronti della Ducati è un elemento di rischio.

"Ho sofferto, non mi sono divertito" ha ammesso Quartararo al termine della gara. Le difficoltà della scuderia giapponese sono certificate dal quindicesimo posto di Franco Morbidelli. Chi invece sorride è Enea Bastianini. Il quarto posto regala punti importanti in classifica piloti, ma è l'aver vinto la personalissima sfida con Jorge Martin a rendere srepitoso il weekend del "Bestia". Un messaggio indirizzato alla Ducati, che ancora non ha sciolto la riserva su chi, tra i due, affiancherà Bagnaia nella prossima stagione in sella alla Desmosedici ufficiale.

Le prossime tappe del motomondiale

Una settimana di stop, come di consueto. Poi si volerà in Austria, tredicesima tappa del motomondiale sulle ventuno in programma questa stagione. Sul Red Bull Ring, Pecco Bagnaia avrà una nuova occasione per accorciare in classifica piloti, anche se in Austria la Yamaha è per tradizione velocissima. Lo scorso anno quello austriaco fu il Gran Premio degli outsider. 

La pole fu conquistata da Jorge Martin, mentre la vittoria del Gran Premio se la aggiudicò Brad Binder in sella alla KTM. Bagnaia conquistò un'ottima seconda piazza, mentre Fabio Quartararo dovette accontentarsi del record in pista – suo il giro più veloce – visto che chiuse al settimo posto. Quest'anno sarà una tappa decisiva nella corsa al titolo mondiale.

Lungo 4,3 chilometri e con 10 curve, ha in Andrea Dovizioso il detentore del giro più veloce di sempre, un 1'23'':827 centrato nel 2019. Sliding doors, visto che quello austriaco sarà il penultimo Gran Premio in sella ad una Moto GP del pilota italiano, che ha annunciato il ritiro dalle corse dopo il gran premio di Misano, tappa successiva a quella austriaca.

Scommesse Motociclismo

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.