Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. Formula 1

F1: Gran Premio di Gran Bretagna, Verstappen vince ancora. Ma che prova di Norris!

L’olandese conquista la sesta vittoria consecutiva (record in carriera) e mette un’ipoteca sulla vittoria finale. Prestazione da urlo per l’inglese della McLaren, che nei primi istanti di gara passa anche in testa. Malissimo le Ferrari.

Ottava vittoria stagionale, la sesta di fila per il campione del mondo Max Verstappen. L'olandese si conferma il più forte di tutti anche a Silverstone, nonostante la prova superlativa del giovane idolo di casa Lando Norris. Così, dietro al cannibale olandese, destinato al terzo successo iridato di fila, è il classe ‘99 a prendersi la scena: il talentino della McLaren è protagonista di una prestazione sontuosa, segnata dall’incredibile fuga all’avvio e da una gestione dell’argento da pilota navigato. 

Un’impresa straordinaria che dà nuova dignità al Mondiale fin qui anonimo della McLaren: oltretutto, non è cosa da tutti i giorni riuscire a tenere a bada un campione come Lewis Hamilton, terzo all'arrivo, lui che nel Gran Premio di casa ha vinto per ben otto volte. Deludenti, invece, le due Ferrari, che non riescono a confermarsi dopo i progressi delle ultime settimane.

Verstappen in fuga

Se l’anno scorso proprio le Ferrari riuscirono a rendere le cose un minimo più movimentate, in questa stagione il dominio Red Bull si sta facendo, di settimana in settimana, sempre più schiacciante. Così, se Verstappen va sull’ottovolante, l’unico che è riuscito a fare suoi gli altri due GP è stato il compagno di squadra Sergio Perez, a dimostrazione della superiorità sconcertante della monoposto austriaca. 

La netta impressione, così, è che l’olandese - ora a +99 sullo stesso Perez - abbia tutta l'intenzione di migliorare il record assoluto di vittorie stagionali, che già gli appartiene. L'obiettivo, insomma, è superare le 15 affermazioni in un anno e al momento la proiezione (mostruosa) parla addirittura di 20 successi totali a fine novembre, quando si terrà l'ultimo Gran Premio in quel di Yas Marina, Abu Dhabi. 

Un altro record, comunque, Verstappen lo ha già stabilito: in questo caso è personale, perché in carriera non era mai riuscito ad inanellare sei successi consecutivi nell’arco dello stesso Mondiale. Ora l’obiettivo è superare il mitico Sebastian Vettel, che detiene il primato con 9 vittorie di fila.

Norris-Hamilton, Inghilterra tra futuro e passato

Norris ha vissuto una giornata fantastica, raccogliendo il primo podio stagionale (e secondo "argento" in carriera) dopo un avvio di 2023 che definire deludente è poco. Il 23enne originario di Bristol prima è protagonista di una partenza da sogno, con cui - anche se solo per un attimo - fa vacillare la leadership dell'immenso Max, poi nel finale riesce a tenere botta nonostante gli attacchi di Hamilton (l'uomo di Silverstone) e il fatto che monti le gomme più dure tra gli uomini di testa. Superlativo.

Così, il Gran Premio di Gran Bretagna assume i connotati del passaggio di consegne tra due inglesi veri: certo, Lando non può fare altro che sognare anche solo la metà dei successi di Hamilton, ma la classe e la personalità mostrati a Silverstone fanno ben sperare.

Che delusione la Ferrari

Giornata veramente storta per le Ferrari. Passo gara non all'altezza per le due Rosse di Maranello, penalizzate anche da qualche errore strategico di troppo (vedi alla voce sosta in anticipo) e dall’entrata della safety car nel momento peggiore possibile. Aggiungici i limiti nella trazione e l'inadeguatezza nelle curve veloci, unite all'incapacità di effettuare sorpassi anche contro monoposto inferiori (come quella di Albon). A questo giro le migliorie delle ultime settimane non hanno portato vantaggi, anzi, sembra essere tornati alla Ferrari impalpabile di un mesetto fa.

Gli altri: Oscar Piastri promosso a pieni voti

Tra le note positive troviamo invece l’altra McLaren dell'australiano Oscar Piastri, che onestamente avrebbe meritato il podio: anche lui, però, maledice la safety car, sfruttata invece al meglio da Hamilton. Si difende bene l'altra Mercedes di Russell (quinto), mentre non convince appieno il messicano Sergio Perez, che guida la stessa Red Bull di Verstappen ma che negli ultimi tempi non riesce proprio ad ingranare. Settimo posto per Fernando Alonso (da lui ci si aspetta sempre di più), un gradino più giù c'è un Albon bravo a non arrendersi quando Leclerc lo punta nel finale. 

La prossima gara in Ungheria

Ora una settimana di stop: si torna a correre il 23 luglio sull'Hungaroring di Mogyorod, sede del Gran Premio d'Ungheria. Anche in terra magiara il week end si svilupperà come da tradizione, e quindi nel segno di prove libere, qualifiche e Gran Premio. Diverso il discorso per la gara successiva, quella in programma in Belgio, sul mitico Spa-Francorchamps: sul circuito più lungo del Mondiale di F1 si disputerà infatti la Sprint Race, la terza della stagione.

Notizie Formula 1

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.