Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. Formula 1

F1: Gran Premio del Giappone, dominio Verstappen e la Red Bull è campione

Sesto titolo costruttori per gli austriaci, con sei gare d’anticipo (record). L’olandese può già esultare in Qatar. Ferrari deludenti, bene le McLaren.

Nessuno come la Red Bull. Con la vittoria numero 13 di Max Verstappen, arrivata al termine di una prestazione perfetta in quel di Suzuka, la scuderia austro-britannica conquista il titolo costruttori con ben sei gare d'anticipo. Nessuno nelle precedenti 65 edizioni del Mondiale di Formula 1 in cui si è assegnato questo titolo era mai riuscito in un’impresa del genere. Certo, il calendario allungato e i tanti punti a disposizione aiutano in questo senso, ma qui parliamo di un dominio assoluto, nel segno di 15 vittorie di scuderia su 16 Gran Premi disputati. 

Un dominio - interrotto solo dalla Ferrari di Carlos Sainz - marchiato a fuoco dalle prestazioni incredibili di un fuoriclasse come Max Verstappen, di quelli che ne nasce uno su un milione. Un talento che sta facendo la storia e che sta riscrivendo i record di questo sport: basti pensare che altri due successi, obiettivamente tutt'altro che impronosticabili, consentirebbero all’olandese volante di superare il suo stesso primato di 14 vittorie nell'ambito di una stagione. Senza limiti.

Per gli altri non rimangono che le briciole. Disastrosa, rimanendo in tema Red Bull, la prestazione nel Gran Premio del Giappone del messicano Sergio Perez, tra penalità (fortunatamente per lui già scontate), contatti pericolosi (già all’avvio con Hamilton) e un ritiro che onestamente fanno rumore. Il nordamericano si ritrova pur sempre a guidare la migliore monoposto su piazza e non è un caso che ci siano indiscrezioni sempre più insistenti su un divorzio con la Red Bull a fine stagione. 

Tutt’altra musica per le due McLaren: se Lando Norris è ormai una certezza (per lui quarto "argento" stagionale, il secondo consecutivo dopo Marina Bay), la grande sorpresa è rappresentata dall'australiano Oscar Piastri, protagonista con un fantastico terzo posto. Il campione del mondo della Formula 2 del 2021 (a bordo dell'italiana Prema Racing) conquista il primo podio in una gara domenicale, dopo l'esaltante secondo posto nella Sprint in Belgio. La scuderia britannica sale così a 172 punti nella classifica costruttori e sogna di rientrare tra i fantastici 4 della Formula 1. La missione non è impossibile, considerando i 49 punti di distacco dall'Aston Martin di un Fernando Alonso in fase calante. 

In ottica secondo posto, guardando sempre alla classifica costruttori, la Ferrari regge botta nonostante una domenica che ha deluso chi - tra appassionati e addetti ai lavori - si aspettava un altro ruggito dopo Singapore. Per Leclerc un dignitoso quarto posto davanti ad Hamilton, mentre Sainz è sesto e tiene alle spalle Russell: tirando le somme, sono adesso 20 i punti di distanza dalle Mercedes: niente di impossibile, ma per confermarsi la seconda squadra dietro gli extraterrestri serve un'altra Ferrari.

La gara: per Verstappen anche il giro veloce

In tanti speravano in un’altra giornata no di Verstappen. Invece, l’olandese mostra ancora una volta la sua netta, indiscutibile superiorità: lo fa dominando dall’inizio alla fine, tra pole position da applausi, una gara sempre davanti a tutti e finanche la soddisfazione del giro veloce che lo porta a 400 punti tondi tondi. Alle sue spalle c’è un abisso, nonostante la grande giornata delle McLaren, tenute sempre più a distanza giro dopo giro e alla fine distanziate di ben 19 e 36 secondi. 

Vanno peggio le cose per la Ferrari e la Mercedes: riflettori puntati soprattutto sulle rosse, che dopo l’exploit di Singapore palesano limiti nel passo gara evidenti. In ogni caso, proprio con uno sguardo alle Ferrari, da segnalare il sorpasso pregevole di Leclerc ai danni di Russell al 45esimo giro, al termine del rettilineo d'arrivo. Anonima, invece, la prova di Sainz, brutta copia di quello visto a Singapore.

Tra due settimane in Qatar: Verstappen può fare tris

Ora c’è una settimana di stop. Si torna a correre l'8 ottobre a Lusail, teatro del Gran Premio del Qatar. Qui Max Verstappen ha la possibilità di chiudere la pratica e mettere le mani sul terzo Mondiale di Formula 1 consecutivo. In realtà l'olandese può conquistare il titolo iridato già nella giornata di sabato, quando è in programma la gara sprint: gli basteranno appena 3 punti e dunque conquistare almeno il sesto posto. Niente di impossibile per l’uomo che sta riscrivendo i record di questo sport.

Notizie Formula 1 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.