Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Motori
  2. Formula 1

F1: Gran Premio d’Australia, Verstappen in pole

Delude la Ferrari nelle qualifiche mentre il campione in carica continua a volare. La Mercedes prova a tenere botta e pure l’Aston Martin di Alonso appare in crescita.

Evento: Gran Premio d’Australia
Luogo: Circuito Albert Park, Melbourne
Quando: 07:00, 2 Aprile 2023
Dove vederla: Sky Sport F1, Sky Sport Uno e in streaming su NOW

Terza tappa del Gran Premio di Formula Uno, edizione 2023. Dopo il Bahrein che ha incoronato Max Verstappen, già campione in carica, e l’Arabia Saudita dove è stato Sergio Pérez a prendersi lo scettro, adesso si cambia completamente continente passando dal Medio Oriente all’emisfero australe. 

L’appuntamento per la gara è fissato per domenica 2 Aprile alle ore 07:00 presso il circuito Albert Park di Melbourne, Australia. Toccherà mettere la sveglia per seguire il delicato evento che esattamente un anno fa eleggeva Charles Leclerc come suo autentico dominatore (suo anche il record assoluto di 1'17"868). 

Inserito nel calendario mondiale dal 1985, è la trentaseiesima edizione valevole per il titolo iridato. Originariamente il circuito scelto era quello di Adelaide con spostamento poi a Melbourne a partire dal 1996. Rispetto ad un anno fa il tracciato ha subìto qualche modifica al fine di renderlo più veloce: anzitutto la rimozione delle chicane nelle curve nove e dieci e poi un’altra serie di cambiamenti all’interno di altre curve. Il percorso prevede complessivamente 5,278 chilometri sintetizzabili in cinquantotto giri. 

Verstappen parte davanti a tutti. Male le Ferrari

Strada in salita per la Ferrari che da queste parti un anno fa festeggiava. La strada della Rossa per ottenere un podio nel circuito Albert Park di Melbourne parte in salita. Per la prima volta dal 2014 nell’evento della capitale australiana, la Ferrari buca le qualifiche non piazzando nessuno dei suoi tra i primi quattro posti della griglia di partenza. All’epoca Fernando Alonso arrivò quinto e Kimi Räikkönen soltanto undicesimo. 

Anche stavolta soltanto un quinto posto per un ferrarista, si tratta dello spagnolo Carlos Sainz. Due posizioni indietro invece si è classificato Charles Leclerc. In cima a tutti, per la ventiduesima volta in carriera c’è Max Verstappen, che domina in ognuna delle fasi delle qualifiche mettendosi alle spalle le Mercedes guidate da George Russell e Lewis Hamilton. 

Finiscono nella top ten pure Alexander Albon con la Williams, Pierre Gasly con la Alpine e Nico Hulkenberg con la Haas che chiudono seguendo questo rigoroso ordine dalla ottava alla decima posizione. Male, invece, Sergio Pérez che in Arabia Saudita aveva vinto e che qui invece partirà dall’ultima fila dopo essere finito fuori pista con la sua Red Bull nella prima fase delle qualifiche. Sostanzialmente l’unica che ha avuto il merito di provare a star dietro a Verstappen è stata quindi la Mercedes.

Chi sale e chi scende: il borsino della gara

Dunque l’attenzione è quasi tutta su Max Verstappen, nel tentativo di comprendere se porterà a termine la missione o sarà costretto ad abdicare. In caso di successo da parte del belga, la Red Bull avrebbe di fatto realizzato un perfetto ruolino di marcia di tre su tre, dal momento che anche la seconda tappa è andata al suo compagno di scuderia. 

Altro fattore di curiosità circa la gara di Melbourne è legato alla Aston Martin, apparsa in netta crescita e con un Fernando Alonso che si sta prendendo le sue soddisfazioni data la macchina a disposizione. Certamente prima ancora c’è però la Mercedes, con George Russell e Lewis Hamilton che proveranno a tenere testa al campione in carica nei limiti del possibile e data una pista particolarmente congeniale, per velocità, al venticinquenne di Hasselt. Il cui obiettivo è quello di arrivare al terzo Mondiale consecutivo, dopo aver portato a casa quelli del 2021 e del 2022. 

Ad oggi è difficile ipotizzare che a contrastarne il dominio possa essere la Ferrari, che ha palesato troppi limiti in questo inizio di stagione, peraltro confermati anche con le qualifiche di Melbourne. Carlos Sainz partirà soltanto dalla terza fila mentre ancora più indietro sarà il suo partner Charles Leclerc, apparso tutt’altro che efficace in questi giorni. Le aspettative erano sicuramente più alte ed ora, date le condizioni attuali, non resta che tentare una disperata rimonta nella speranza di piazzarsi quanto più in alto possibile.

Azzardato fare ogni tipo di pronostico, ma è chiaro che la strategia messa in atto dalla scuderia di Maranello non si è rivelata finora vincente. In particolare la partenza accelerata, per scongiurare un possibile rischio pioggia in realtà mai concretizzatosi sul circuito di Albert Park, ha avuto un effetto boomerang che ha fatto alterare non poco Leclerc. Ora Verstappen è lontano, e "il dobbiamo fare di più" del pilota monegasco è un monito da tenere in considerazione. 

Notizie Formula 1

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.