Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Europa League

Europa League: quando e dove vedere la finale

La finale di Europa League si giocherà mercoledì 22 maggio alla Dublin Arena, in Repubblica d'Irlanda: ecco tutto quello che c'è da sapere.

Evento:

Finale di Europa League

Luogo:

Dublin Arena, Dublino (Repubblica d’Irlanda)

Data:

22 maggio 2024

Orario:

21:00

Dove vederla:

TV8, DAZN, Sky Sport; in streaming su NOW e Sky Go

Data della finale di Europa League

La finale di Europa League 2024 si giocherà mercoledì 22 maggio, dieci giorni prima della finale di Champions League. Per quel giorno non saranno ancora terminati i principali campionati nazionali, anche se – complice la presenza dell’Europeo in Germania – saranno di fatto tutti alle battute conclusive.

L’orario della finale di Europa League

Il fischio d'inizio della finale di Europa League è previsto alle 21:00 italiane. Il regolamento della competizione prevede che, in caso di pareggio al 90esimo, le due squadre si contenderanno il trofeo nel corso dei due tempi supplementari dalla durata totale di 30 minuti. Se dovesse permanere il segno “X”, allora si procederà con la lotteria dei calci rigori.

Considerando anche la vecchia Coppa Uefa, la finale è stata decisa ai tempi supplementari in ben quattro occasioni: la più recente è relativa all’edizione 2009/2010, quando l’Atletico Madrid sconfisse il Fulham per 2-1 dopo l’1-1 dei tempi regolamentari. Otto volte, invece, per l’assegnazione del trofeo si è dovuto ricorrere ai penalty. L’ultima squadra a trionfare grazie ai tiri dagli undici metri è stata l’Eintracht Francoforte nell’edizione del 2022 con il successo sui Glasgow Rangers.

Dove si gioca la finale di Europa League

L’Europa League edizione 2024 si concluderà alla Dublin Arena di Dublino. L’impianto, inaugurato nel 2010, ospita abitualmente le partite delle nazionali di calcio e rugby dell'Irlanda. Nel 2011 in questo stadio si è disputata un’altra finale di questa competizione, quella che ha visto protagoniste in un derby tutto portoghese Porto e Braga, conclusosi 1-0 in favore dei Draghi grazie alla rete di Radamel Falcao.

Finale di Europa League: dove vederla in TV e in streaming

La finale di Europa League sarà trasmessa in chiaro su TV8 e andrà in onda anche su Sky Sport e DAZN. Per quanto riguarda la copertura in streaming dell'evento, le opzioni sono diverse. Sarà possibile seguire il match sullo stesso DAZN, mentre gli abbonati alla pay-tv satellitare potranno utilizzare anche l'app Sky Go, disponibile su pc, computer, tablet e smartphone, oppure ricorrere alla piattaforma NOW, che trasmette i contenuti del palinsesto targato Sky.

I biglietti per la finale di Europa League

Sarà possibile acquistare i biglietti per la finale di Europa League in tre diversi modi. Il primo è tramite il sito della UEFA che organizzerà l'evento. Per accedere all'acquisto tramite il sito della UEFA è obbligatorio registrarsi e provare a entrare nel sorteggio per aggiudicarsi i biglietti. Come in ogni grande evento che si rispetti infatti la domanda è elevata e pertanto bisognerà essere fortunati per essere sorteggiati per l'acquisto dei biglietti per la finale.

Questo però non è l'unico modo: infatti, le due squadre finaliste avranno a disposizione un numero non ancora precisato di biglietti per i propri sostenitori. Ogni squadra deciderà le modalità di vendita dei rispettivi biglietti.

Storia della finale di Europa League

Nel tempo ha mutato varie volte pelle l’Europa League. Che resiste, nonostante tutto, dal 1971 motivo per cui si appresta a vivere la sua cinquantatreesima edizione nella storia. Chi ne ha vinte più di tutti è il Siviglia, con sette affermazioni, ultima delle quali datata proprio lo scorso anno quando in finale riuscì a sconfiggere la Roma di José Mourinho.

Così come è la Spagna la nazione più titolata nella competizione con quattordici trionfi che hanno visto festeggiare, oltre agli andalusi, pure l’Atletico Madrid (tre volte), il Real Madrid (due), il Valencia e il Villarreal (una a testa). Alle spalle degli iberici si collocano Inghilterra e Italia che hanno sollevato al cielo la coppa in nove circostanze. Entrambe però condividono pure il record di finali perse: otto ciascuna. L’ultima squadra inglese a portare a casa il trofeo è stata il Chelsea nel 2013. Molto più datate, invece le soddisfazioni per il Belpaese. L’ultima italiana a vincere quella che allora si chiamava ancora Coppa Uefa fu il Parma di Alberto Malesani nel 1999 in un’edizione particolarmente fortunata per i club rappresentanti il tricolore.

Oltre ai gialloblù, che in finale si imposero contro l'Olympique Marsiglia allo Stadio Lužniki di Mosca, va segnalata anche la performance del Bologna, che raggiunse la semifinale del torneo, stabilendo il primato italiano di 16 gare europee giocate in una sola stagione. Il record poi fu successivamente battuto nel 2003 dal Milan con 19 gare disputate. Sono due, comunque, le squadre italiane che hanno vinto per il maggior numero di volte la manifestazione: l’Inter e la Juventus con tre successi a testa. I nerazzurri si aggiudicarono proprio l’edizione precedente a quella descritta del Parma; i bianconeri invece conquistarono la coppa nel 1993 battendo sia all’andata che al ritorno i tedeschi del Borussia Dortmund. Se il Siviglia è stato l’ultimo a gioire, il primo in assoluto fu il Tottenham nel 1972.

Europa League, curiosità sulla coppa

Non c’è trofeo più pesante di quello dell’Europa League. Almeno tra quelli messi in palio dalla UEFA. La coppa, che a differenza di quella della Champions non ha i manici, pesa infatti ben 15 chili. La squadra vincitrice guadagna anche un posto nella fase a gironi di UEFA Champions League 2024/25, se non si qualifica attraverso le competizioni nazionali.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.