Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Europa League

Europa League: la Roma va in casa del Feyenoord

Olandesi e giallorossi si ritrovano dopo la finale di Conference dell’anno scorso. Slot medita la rivincita mentre Mou vuole proseguire il favorevole trend europeo dei suoi. 

Evento:  Feyenoord-Roma
Luogo: Stadion Feijenoord, Rotterdam
Quando: 18:45, 13 aprile 2023
Dove vederla: Sky Sport (canale 201), Dazn; in streaming su SkyGo e NOW

Quarti di finale di Europa League. In ballo ci sono ancora due squadre italiane che proveranno a tenere alta la bandiera tricolore nella seconda competizione per club a livello internazionale. Tra queste c’è naturalmente la Roma di José Mourinho che affronterà il Feyenoord in un doppio confronto di centottanta minuti per assicurarsi la qualificazione in semifinale. 

La gara di andata si giocherà allo Stadion Feijenoord di Rotterdam, anche noto con il soprannome di de Kuip (la vasca) nel pomeriggio di giovedì 13 aprile alle ore 18:45. Sono tre i precedenti tra i due club, l’ultimo ancora nella memoria dei giallorossi e piuttosto recente: parliamo, ovviamente, della finale di Conference League della passata stagione vinta proprio dal club capitolino per una rete a zero con firma di Nicolò Zaniolo. 

Positivi anche gli altri due confronti, risalenti all’edizione di Europa League del 2014/2015 con pareggio allo stadio Olimpico e trionfo della Lupa al ritorno con un due ad uno in terra olandese determinato dai sigilli di Adem Ljajic e Gervinho. Se allarghiamo il bilancio anche alle altre formazioni d’Olanda affrontate dalla Roma nel corso della sua storia la situazione cambia leggermente. 

Non che siano molti i precedenti: soltanto PSV ed Ajax sono transitate di passaggio nel cammino del club capitolino che contro di loro ha raccolto una vittoria, un pareggio e subìto due sconfitte. Curiosità: la prima rete in assoluto ad una rappresentante del mondo orange fu segnata da Fabio Capello nel 1969 nell’allora Coppa Uefa. 

Come arriva il Feyenoord

Il Feyenoord è ben lanciato verso il suo sedicesimo scudetto. Il club del popolo, come viene ribattezzato in patria, sta infatti dominando in Eredivisie con otto lunghezze di vantaggio su Ajax e PSV Eindhoven. La squadra guidata da Arne Slot vince da otto turni consecutivi in campionato ed ha espugnato anche l’Amsterdam Arena durante questo maxi ciclo. 

Nel corso dell’ultima sgambata i biancorossi hanno strapazzato il malcapitato RKC con cinque colpi ben assestati e lasciando a Julen Lobete la possibilità del gol della bandiera a partita ormai terminata. Stessa sorte è toccata pure allo Shakthar Donetsk che allo stadio de Kuip di reti ne ha invece beccate sette nel match di ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Anche nel proprio girone gli olandesi avevano fatto bene il proprio dovere, vincendo un gruppo nel quale era presente pure la Lazio (poi retrocessa in Conference League). 

Unica nota stonata in una stagione ampiamente positiva, l’eliminazione nella Coppa Nazionale, giunta per mano dell’Ajax al penultimo atto della competizione. Il Feyenoord non ha né il miglior attacco né la miglior difesa nella propria lega, tuttavia il mix finora ha funzionato ed i tulipani sognano la vendetta contro la Roma dopo la finale dello scorso anno.

Come arriva la Roma

Se c’è un difetto evidenziato dalla Roma in questa stagione è stato nella mancanza di continuità. Otto sconfitte in campionato non sono poche per i giallorossi che, nonostante ciò, sono comunque ampiamente in linea con gli obiettivi di inizio annata. Il terzo posto attuale, alle spalle di Napoli e Lazio, lascia fondate speranze di poter centrare la qualificazione in Champions League che sarebbe l’epilogo perfetto del biennio targato José Mourinho. 

In Europa la Roma ha fin qui trovato il proprio habitat ideale: dopo la Conference dello scorso anno, anche di questi tempi i capitolini non hanno fin qui sbagliato un colpo giungendo fino ai quarti di finale di Europa League. Dopo essersi classificata seconda alle spalle del Betis nel proprio girone, la Roma ha poi eliminato l’RB Salisburgo negli spareggi e la Real Sociedad agli ottavi. 

Per chi dovesse passare il turno, tra i giallorossi e gli olandesi del Feyenoord, ci sarebbe poi una semifinale contro la vincente tra Bayer Leverkusen e Union SG. All’appuntamento la Roma ci arriva in buona condizione, come certificato dai due successi consecutivi in campionato a spese di Sampdoria e Torino e per giunta senza subire gol. 

Le probabili formazioni di Feyenoord-Roma

Feyenoord a trazione anteriore con un 4-3-3 che non prevede troppi calcoli. Davanti al portiere Wellenreut troviamo una linea difensiva formata da Pedersen, Trauner, Hancko e Hartman; in mediana spazio a Kocku, Szymanski e Wieffer; tridente composto da Jahanbakhsh, Gimenez e Idrissi.

La Roma si presenta con il miglior undici possibile. Rui Patricio in porta; difesa a tre con Mancini, Smalling e Llorente; Zalewski e Spinazzola esterni a tutto campo con Matic e Cristante in mezzo; Abraham è il centravanti titolare con Dybala e il recuperato Pellegrini alle spalle. Ma attenzione anche alla soluzione Joya falso nueve: a quel punto Wijnaldum rileverebbe l’inglese. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.