Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Calcio Internazionale

Coppa d’Asia: tra la Corea del Sud e la finale c’è la Giordania

La Corea del Sud non vince il titolo da 64 anni e le sue speranze passano da una Giordania che ha già scritto un pezzo della propria storia e non ha intenzione di fermarsi.

Evento:Giordania-Corea del Sud
Luogo:Ahmed bin Ali Stadium, Al Rayyan (Qatar)
Data: 6 febbraio 2024
Orario:16:00
Dove vederla: in streaming su OneFootball

Siamo alle battute conclusive di questa diciottesima edizione di Coppa d’Asia versione qatariota. Ne sono rimaste in quattro tra le contendenti al titolo, pronte a dimezzarsi ancora una volta per decretare il nome delle due finaliste. Tra queste sicuramente ci sarà una tra la Giordania e la Corea del Sud. Le due nazionali dovranno sfidarsi martedì 6 febbraio alle ore 16:00 presso l’Ahmed bin Ali Stadium di Al Rayyan. 

L’ultimo confronto diretto è recentissimo, datato 20 gennaio nella fase a gironi del torneo, e si concluse in parità col punteggio di 2-2. Son Heung-min portò in vantaggio dopo pochi minuti la Corea ma la Giordania riuscì a completare la rimonta già nel primo tempo grazie all’autogol di Park Yong-woo e alla rete di Yazan Al-Yamat. Le Tigri Asiatiche trovarono l’ormai insperato gol del pareggio grazie ad un’altra autorete, stavolta a firma di Yazan Abu Arab. Così il Gruppo E terminò col Bahrain qualificato col primo posto, la Corea col secondo e la Giordania rientrò tra le migliori quattro terze del torneo dati i 4 punti racimolati in tre partite. 

I prossimi 90 minuti saranno inevitabilmente di fuoco considerata la posta in palio. Ne vedremo delle belle in un torneo partito coi riflettori spenti ma che man mano sta coinvolgendo sempre di più.

Come arriva la Giordania

Non si è mai spinta così lontano, nel corso della propria storia, la Giordania. Questa è solamente la quinta partecipazione ad una Coppa d’Asia per questa piccola realtà che poco conosciamo anche perché mai vista in una Coppa del Mondo. Nelle altre quattro, per ben due volte aveva comunque centrato i quarti di finale, dimostrandosi competitiva. Oggi nel ranking FIFA occupa la casella numero 87 e chissà che non possa guadagnare qualche posizione in più anche per la visibilità che sta ottenendo con l’attuale rassegna qatariota. Che li ha visti partire con fari assolutamente spenti: quello della Giordania non è stato un cammino spedito fino a questo punto. Ma anzi, pieno denso di difficoltà. 

Eppure la gara d’esordio era andata decisamente bene per la formazione guidata dal marocchino Houcine Ammouta, con la larga vittoria ai danni della Malesia. Dopodiché è arrivato il già descritto 2-2 con la Corea prima del ko con il Bahrain che l’ha fatta retrocedere in terza posizione. Agli ottavi, poi, la Giordania ha dimostrato di avere carattere ribaltando nei minuti di recupero la partita con l’Iraq fino al 3-2 finale. Di misura anche il successo ai quarti con il Tagikistan (1-0 con autogol di Hannovov). 

Come arriva la Corea del Sud

A differenza della Giordania, in Asia la Corea del Sud può essere considerata come una big. Per undici volte ha preso parte ad un Mondiale, arrivando in un’occasione anche al quarto posto (in quello organizzato in casa nel 2002). Per quanto riguarda le esperienze nella competizione continentale questa è la quindicesima nel complesso. Due volte le Tigri Asiatiche sono riuscite a portare a termine la missione ottenendo il trofeo: la prima nel 1956 e la seconda giusto quattro anni dopo nel 1960. Da allora qualche podio (4 argenti e 4 bronzi) ma mai più una soddisfazione simile. 

Chissà che questa non sia la volta buona, con un tedesco come Jürgen Klinsmann a comandare la baracca. E con giocatori di una certa levatura del calibro di Son del Tottenham o dell’ex napoletano oggi al Bayern Monaco Kim Min-Yae. Se il girone è andato così così i Guerrieri hanno faticato anche nei turni successivi ricorrendo ai rigori per eliminare l’Arabia Saudita e ai supplementari per mandare ko l’Australia. Ora dovranno provare a non vanificare tutti gli sforzi fatti, sebbene di fronte ci sia una Giordania col vento in poppa.

Le probabili formazioni di Giordania-Corea del Sud

Giordania (3-4-2-1): Yazeed Abu Laila; Nasib, Al-Arab, Al-Ajalin; Ehsan Haddad, Raja’ei Ayed, Al-Rawabdeh, Mahmoud Al-Mardi; Mousa Al-Tamari, Al-Olwan; Al-Naimat. Ct: Ammouta.

Corea del Sud (4-2-3-1): Cho Hyun-Woo; Kim Tae-Hwan, Kim Min-Jae, Kim Young-Gwon, Seol Young-Woo; Park Yong-Woo, Hwang In-Beom; Lee, Son, Hwang; Cho Gue-Sung. Ct: Klinsmann.

Dove vedere la Coppa d’Asia in TV e in streaming

Nessuna emittente televisiva ha acquisito i diritti della Coppa d’Asia 2024. Tuttavia è possibile comunque seguire tutte le partite della manifestazione in streaming su OneFootball in maniera completamente gratuita tramite l’app o il sito. 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.