Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Conference League

Conference League: Fiorentina-West Ham, ad un passo dal sogno

La finalissima di Praga mette a confronto due squadre che hanno vinto pochissimo in Europa. I viola vogliono confermarsi dopo un 2023 pirotecnico, gli inglesi invece vogliono riscattare una stagione molto deludente.

Evento: Fiorentina-West Ham
Luogo: Eden Arena, Praga (Repubblica Ceca)
Quando: 21:00, 7 giugno 2023
Dove vederla: Dazn, Sky, in chiaro su TV8

La Fiorentina sogna di conquistare il secondo trofeo europeo a distanza di più di sessant’anni. Il West Ham, invece, punta con decisione alla prima vera affermazione in terra continentale, dopo aver conquistato l’Intertoto nel 1999 insieme a Montpellier e Juventus. Questi gli obiettivi di toscani e londinesi, mercoledì sera in campo alla Eden Arena di Praga per la finalissima di Conference League. 

A confronto due squadre dalle grandi ambizioni: la Fiorentina ha vissuto un’ottima seconda parte di stagione, tanto da riemergere dai bassifondi della classifica e conquistare l’ottavo posto in Serie A. Più lineare il percorso nella competizione europea, dove i viola hanno hanno eliminato clienti scomodi come Braga, Sivasspor e soprattutto Basilea, dopo avere letteralmente dominato nella fase di qualificazione. 

Il West Ham, invece, ha vissuto una stagione molto complicata in patria, come testimoniano il 14esimo posto in graduatoria (a 21 punti dalla zona europea) e una salvezza conquistata solo nelle ultime giornate. Tutt'altra storia in Conference per gli Hammers, come certificano i recenti successi contro formazioni di spessore come Gent e Az Alkmaar.

Fiorentina, solito ballottaggio tra i bomber di coppa. Amrabat è il faro della squadra

Continuare a vincere e divertire. Questa la missione della Fiorentina di Vincenzo Italiano, che - dopo avere perso la finale di Coppa Italia - vuole arricchire la bacheca dei trofei con la seconda affermazione europea della sua storia (da ricordare il successo in Coppa delle Coppe del lontano 1961). Per questo il tecnico ex Spezia dovrebbe fare affidamento sul migliore undici possibile: nel consueto 4-2-3-1 confermato il numero 1 Terracciano, che fino a qualche anno fa sembrava destinato ad una carriera "da secondo" e che oggi, invece, sogna di conquistare una coppa europea. In difesa spazio ai centrali Milenkovic e Igor, affiancati da due esterni dalle spiccate doti offensive come Dodò e capitan Cristiano Biraghi. 

A centrocampo riflettori puntati sul marocchino Amrabat, voglioso di nobilitare ulteriormente una stagione segnata da grandi prestazioni e da un Mondiale in Qatar da assoluto protagonista. Al fianco dell'ex Verona è ballottaggio tra Mandragora (favorito) e un Castrovilli ancora una volta alle prese con fastidiosi problemi muscolari. Tra le linee, a fare da numero 10 ma chiamato anche a ripiegare a centrocampo in fase difensiva, ecco l'ex milanista Jack Bonaventura: il classe '89 non alza un trofeo dal lontano 2016, quando vinse la Supercoppa Italiana con i rossoneri guidati allora da Vincenzo Montella.

In attacco un trio di tutto rispetto: sugli esterni impossibile rinunciare ad un Nico Gonzalez in grande spolvero e al francese Jonathan Ikoné, mentre per il ruolo di centravanti si preannuncia la solita staffetta tra i due bomber di Conference. Il favorito è il brasiliano Arthur Cabral, capocannoniere della manifestazione con 7 reti. Occhio, però, alle quotazioni al rialzo del serbo Luka Jovic, che di gol in coppa ne ha siglati sei. 

West Ham, occhio allo scatenato Antonio. Ma sono Rice e Paquetà i pezzi pregiati di Moyes

Poche sorprese per il West Ham guidato dal tecnico David Moyes, che propone i suoi con uno speculare 4-2-3-1. In porta c’è l’ex PSG Areola, protetto da una retroguardia composta dai centrali Zouma e Aguerd e dai terzini Kehrer e Cresswell. Centrocampo di grande qualità anche per i londinesi: confermati, infatti, il gioiello del prossimo calciomercato Declan Rice e il possente e tecnico Soucek. Sulla trequarti, sulla falsariga di Bonaventura, ecco l’altro ex rossonero Paquetà, chiamato ad agire da regista avanzato e ad innescare gli uomini d’attacco. 

Guardando proprio al reparto avanzato, occhio alla velocità e all’imprevedibilità di Bowen e Benrahma, al servizio di un altro bomber della manifestazione come Michail Antonio. Quest’ultimo, tra i punti fermi anche della nazionale giamaicana, ha realizzato 6 gol nella terza competizione UEFA e vuole rimpinguare il suo bottino di 14 reti stagionali. Assente, invece, l’altro centravanti Gianluca Scamacca, infortunato e destinato a tornare in Italia in vista della sessione estiva del calciomercato. Solo panchina, infine, per gli altri italiani Ogbonna ed Emerson Palmieri.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.