Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Conference League

Conference League: Fiorentina, contro il Sivasspor serve un’altro prova super

I viola vogliono continuare a vincere dopo la rinascita in Serie A e la goleada contro il Braga. I turchi stanno deludendo in patria, ma in Europa si trasformano.

Evento: Fiorentina-Sivasspor
Luogo: Stadio Artemio Franchi, Firenze
Quando: 21:00, 9 Marzo 2023
Dove vederla: Sky Sport, Dazn

Non ci sono avversari da sottovalutare, nemmeno in Conference League. Lo sa bene la Fiorentina, che giovedì sera sfida i turchi del Sivasspor negli ottavi di finale dell’ultima nata (e sulla carta meno importante) tra le competizioni Uefa. I viola non possono permettersi cali di tensione, anche alla luce dell’inatteso K.O. subito dalla Lazio di Maurizio Sarri contro il tutt’altro che irresistibile AZ Alkmaar, sempre nell’ambito degli ottavi della manifestazione continentale. L’obiettivo, così, è dare seguito alle recenti tre vittorie consecutive, ultima quella prestigiosa al cospetto del Milan campione d'Italia. 

Dal canto suo, la compagine ospite è in cerca di conferme dopo avere conquistato il primo posto in un gruppo che ha visto protagonisti anche i rumeni del Cluj (poi eliminati dalla Lazio) e uno Slavia Praga che negli scorsi anni aveva ben figurato nelle competizioni europee. Non vanno per niente bene, invece, le cose nel campionato turco, con il Sivasspor che si ritrova ad appena due punti dalla zona salvezza (avendo, per giunta, giocato una gara in più rispetto all'Ankaragucu quartultimo). 

Fiorentina, tanti dubbi tra centrocampo e attacco. La certezza è bomber Jovic

Il momento in casa viola è di quelli da incorniciare: dopo una buona parte della stagione passata nella parte destra della classifica di Serie A, la squadra di Vincenzo Italiano sembra avere finalmente (ri)trovato la quadratura del cerchio. A dimostrarlo i recenti successi in campionato (importante anche il tris in casa di un Verona mai domo) e ovviamente il 7-2 complessivo inflitto al Braga nei play-off per l’accesso agli ottavi. L’impressione, così, è che sia stata proprio la prova di forza contro i lusitani a dare il là ad un rinascimento fiorentino che - al netto delle delusioni in campionato - potrebbe fare da prologo a qualche impresa inaspettata, tra le semifinali di Coppa Italia ancora da vivere e un sogno europeo che adesso appare tutt’altro che impossibile da realizzare.

Per emulare la Roma, vincitrice della prima edizione della Conference League, Biraghi e compagni sono chiamati ad un’altra vittoria schiacciante al Franchi, per vivere un ritorno in Turchia con qualche certezza in più. Per questo servono i gol del capocannoniere della manifestazione Luka Jovic, già a quota 6 gol in questa seconda edizione della Conference. Il centravanti serbo sarà il perno del 4-3-3 proposto da Mister Italiano, con il brasiliano Arthur Cabral che dovrebbe così iniziare dalla panchina. Sugli esterni l'unico sicuro del posto è l'ormai imprescindibile Riccardo Saponara, mentre sul versante opposto è ballottaggio tra Kouamé e il nuovo acquisto Brekalo, con Sottil che potrebbe essere utilizzato nei minuti finali (il figlio d'arte è al rientro dopo un lungo infortunio). Turno di riposo per l'argentino Nicolas Gonzalez, protagonista di un vero e proprio tour de force nelle ultime settimane.

Tanti dubbi anche a centrocampo, con sei giocatori in lizza per tre maglie: il marocchino Amrabat appare in vantaggio sull'ex interista Duncan, mentre come interni l'ormai recuperato Castrovilli e Antonin Barak potrebbero scalzare Mandragora e Bonaventura. Nella retroguardia, invece, appare certo il ritorno dal primo minuto di Nikola Milenkovic, affiancato dall'altro centrale Igor. Senza Terzic, probabile l'utilizzo a destra di Lorenzo Venuti e a sinistra del duttile Luca Ranieri (panchina per Cristiano Biraghi). Tra i pali, invece, flebili speranze per il campione d'Europa Salvatore Sirigu, che dovrebbe ancora una volta rimandare l'appuntamento con il suo debutto stagionale. Favorito, infatti, il solito Terracciano.

Sivasspor, in attacco spicca il nazionale ecuadoriano Jordy Caicedo

Una squadra da prendere con le pinze, nonostante un rendimento in patria da retrocessione diretta. Parliamo, infatti, di una squadra decisamente viva: a dimostrarlo la recente sconfitta per 4-3 al cospetto del Karagumruk di Andrea Pirlo e Fabio Borini, che certifica la grande propensione offensiva ma anche le inadeguatezze difensive del Sivasspor. 

Per quanto riguarda la probabile formazione contro i viola, i turchi dovrebbe presentarsi con il solito 4-3-2-1: tra i pali spazio ad Ali Sasal Vural, mentre in difesa ecco i centrali Appindangoye e Goutas e i terzini Yesilyurt e Ciftici. A centrocampo il mediano con propensioni difensive dovrebbe essere Isaac Cofie, supportato dalla bandiera Hakan Arslan (nona stagione con i biancorossi) e da Charisis. Qualche metro più avanti ecco gli esterni offensivi Samu Saiz e Max-Alain Gradel, alle spalle dell'unica punta Jordy Caicedo.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.