Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Conference League

Conference League: Fiorentina contro il Lech con vista sulla semifinale

Il traguardo è vicino per i gigliati dopo l’1-4 ottenuto in territorio polacco. Ma vietato distrarsi per il team di Italiano che è una macchina da gol in Europa. 

Evento:  Fiorentina-Lech Poznan
Luogo: Stadio Franchi, Firenze
Quando: 18:45, 20 aprile 2023
Dove vederla: DAZN, Sky SportUno, Sky Sport 4K e Sky Sport (254)

L’ultima semifinale europea giocata dalla Fiorentina è datata otto anni fa. In quella circostanza si trattava di Europa League e i gigliati vennero eliminati dal Siviglia che poi si aggiudicò il trofeo. A distanza di tempo i toscani possono riprovarci, forti di un netto successo all’andata contro il Lech Poznan abbattuto in terra polacca da quattro sonori colpi ben assestati dalla formazione guidata da Vincenzo Italiano. I Ferrovieri non hanno precedenti favorevoli contro compagini italiane. Nelle sei partite in cui hanno sfidato una rappresentante dello Stivale hanno raccattato soltanto una vittoria, proprio contro la Fiorentina perdendo poi al ritorno quando eravamo ancora nella fase a gironi della competizione nell’edizione del 2015. I viola hanno invece un bilancio assolutamente positivo contro i team polacchi con cinque successi su sette gare. La vincente del prossimo incontro troverà di fronte la vincente di Basilea-Nizza, terminata in parità all’andata.

Come arriva la Fiorentina

La Fiorentina è stata fin qui una delle migliori squadre dell’intero torneo. Le vittorie consecutive, con quella di Poznan, sono diventate nove per la viola che ha anche il miglior attacco della competizione con trenta reti messe a segno dalla fase a gironi ad oggi. In più, tra le fila dei gigliati, ci sono anche i capocannonieri della Conference che sono proprio i due criticati bomber della prima parte di stagione: Arthur Cabral e Luka Jovic sono infatti a quota sei reti come nessun altro è riuscito a fare. Il brasiliano, ex Basilea, è poi il migliore in assoluto dal punto di vista realizzativo nella neonata manifestazione che ha due anni ancora da compiere con undici marcature. 

Le note liete nel cammino europeo del team toscano non sono ancora terminate: anche Christian Kouamé ha avuto modo di mettersi in luce in qualità di assistman con cinque giocate determinanti tramutatesi in gol. La buona stagione della Fiorentina, che ha ribaltato completamente una prima parte ampiamente sottotono, è confermata pure dalla semifinale di Coppa Italia dove giovedì 27 aprile sfiderà la Cremonese nella gara di ritorno dopo il successo per 2-0 nell’andata.

Come arriva il Lech Poznan

Il Raków Częstochowa è ben avviato verso il suo primo scudetto in Polonia. Con buona pace delle inseguitrici Legia Varsavia e Lech Poznan che si sono affrontate proprio nell’ultimo turno dell’Ekstraklasa, la massima divisione polacca. Il 2-2 che ne è venuto fuori ha di fatto scontentato entrambe: il Legia perché ha ritardato così la sua rincorsa al primo posto mentre per il Lech c’è da fare i conti con una qualificazione alle competizioni europee ancora in bilico per la prossima stagione. Una delle note liete dell’annata dei Ferrovieri è rappresentata proprio dal rendimento a livello internazionale. Nel girone il team guidato dall’olandese John van den Brom si era classificato secondo alle spalle del Villarreal così ha dovuto effettuare un turno in più del necessario, quello degli spareggi, per restare dentro la competizione. La vittoria di misura ottenuta allo stadio Miejski ha consentito al Lech di eliminare i norvegesi del Bodo Glimt, mentre agli ottavi la pratica Djurgarden è stata archiviata con estrema facilità. Sarà un’impresa ardua adesso per i polacchi ribaltare l’1-4 subito all’interno delle proprie mura domestiche.

Le probabili formazioni

La Fiorentina si affida a Terracciano in porta; difesa formata da Venuti, Martinez Quarta, Igor e Biraghi; possibile chance per Castrovilli in mediana con Mandragora e Barak; in attacco c’è Jovic tra Nico Gonzalez e Saponara. Dodô, Milenkovic e Amrabat verso un turno di riposo, considerato anche che sono tutti diffidati.

Nel Lech invece l’operazione rimonta non può prescindere da un atteggiamento offensivo che si tramuta sul campo in un 4-2-3-1. Tra i pali Bednarek; linea difensiva formata da Pereira, Milic, Satka e Rebocho; Murawaski e Dagerstal i due centrocampisti; Ishak è il riferimento offensivo con Skoras, Afonso Sousa e Velde a supporto. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.