Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Champions League

Champions League: in campo la storia con Liverpool-Real Madrid

Venti coppe dalle grandi orecchie in due. Dopo la finale della scorsa edizione le squadre di Klopp e Ancelotti si trovano ancora una volta l’una di fronte all’altra nell’andata degli ottavi di finale del torneo.

Evento: Liverpool-Real Madrid 
Luogo: Anfield, Liverpool
Quando: 21:00, 21 febbraio 2023
Dove vederla: Sky Sport Football, Sky Sport, Sky Go, NOW, Mediaset Infinity+

Tutto pronto per la seconda ondata di match di andata degli ottavi di finale di Champions League. Se la settimana scorsa il main event era rappresentato da Paris Saint-Germain versus Bayern Monaco, adesso sicuramente molti occhi saranno puntati su Liverpool-Real Madrid. A prescindere dal rendimento attuale delle due squadre, questo è un grande classico della massima competizione per club a livello europeo. 

In campo andranno ben venti coppe dalle grandi orecchie distribuite così: quattordici per gli spagnoli (record assoluto) e sei per gli inglesi. L’ultimo confronto diretto è probabilmente ancora nella mente di tutti gli sportivi, dato che di tempo non ne è trascorso molto. Naturalmente ci riferiamo proprio alla precedente edizione della Champions che ha visto in finale gli uomini di Carlo Ancelotti battere quelli di Jürgen Klopp. A determinare il risultato di una partita tutto sommato molto equilibrata fu una rete di Vinicius che mandò in visibilio il mondo blanco. 

Adesso per entrambe l’annata sembra meno entusiasmante delle precedenti ma andiamo a vedere nel dettaglio perché. Con una premessa importante: alle altre contendenti non dispiacerà veder andar via una delle due già prematuramente a questo punto del torneo. Data l’esperienza e la qualità che possono mettere in campo sono sicuramente due avversarie da evitare per tutti. 

Come arriva il Liverpool

Jürgen Klopp è all’ottavo anno sulla panchina del Liverpool. Di stagione in stagione le sue squadre hanno toccato picchi altissimi e vissuto momenti di grande difficoltà. Negli ultimi tempi i Reds hanno però perso competitività e questo è certificato dal momentaneo ottavo posto in Premier League. Le ultime due gare sono comunque andate bene a Salah e compagni, in particolar modo sabato scorso è stato vinto un importante scontro diretto per l’Europa contro il Newcastle, per giunta fuori casa. 

Adesso i punti dal Tottenham quarto sono sette ma con due gare in meno che possono rendere meno proibitiva la rincorsa Champions del Liverpool. Giochi ancora aperti, insomma, anche se sembra passata un’era da quando si lottava per il titolo punto su punto con il Manchester City di Pep Guardiola. Persino superfluo rimarcarlo ora, ma qualcosa è stato sbagliato anche sul mercato da parte dei Reds ai quali è comunque concessa la possibilità di battagliare con il Real Madrid campione in carica per superare il turno e accedere ai quarti di finale della Champions. 

Ai gironi la compagine di Klopp si è qualificata come seconda alle spalle del Napoli, vincendo cinque partite su sei e perdendo proprio al Diego Armando Maradona contro la formazione di Luciano Spalletti. Insomma, in Europa la ricetta del tecnico tedesco ha comunque funzionato e chissà che proprio da qui non si possa ripartire per cambiare una stagione sinora assai deludente. 

Come arriva il Real Madrid

Il Brasile chiama Carlo Ancelotti. Tra conferme e smentite il futuro del tecnico italiano è in bilico ma il presente lo porta nuovamente ad Anfield, uno dei teatri più belli, per mostrare al mondo il volto quasi perfetto del suo Real Madrid in versione europea. Dal successo dello scorso maggio ad oggi qualcosa è cambiato nell’universo delle Merengues. In Spagna, ad esempio, non sono più padroni del campionato. 

L’avvento di Xavi sulla panchina del Barcellona ha infatti inesorabilmente modificato le gerarchie del torneo ed ora i catalani vantano ben otto punti di distacco sui rivali. Come il Liverpool, anche il Real viene da due vittorie consecutive nel proprio torneo nazionale anche se non è riuscito a rosicchiare nessun punto alla capolista. 

In Champions i Blancos avevano vinto il proprio girone mettendosi alle spalle il Lipsia, lo Shakthar Donetsk e il Celtic con un bilancio di tre vittorie, un pareggio ed una sconfitta. Il minimo sindacale se ti presenti ai nastri di partenza come il più forte di tutti. Ma ora, come in ogni febbraio, comincia un’altra storia e questa durerà centottanta minuti all’interno dei quali il Real dovrà dimostrare ancora una volta di essere il migliore.

Le probabili formazioni di Liverpool-Real Madrid 

Nel Liverpool davanti ad Alisson troviamo linea difensiva a quattro formata da Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson; a centrocampo Henderson, Fabinho e Bajcetic; in attacco Núñez è il centravanti con Salah e Gakpo ai lati. 

Il Real Madrid schiera Carvajal, Militão, Rudiger e Alaba a protezione del numero uno Courtois; Modrić, Ceballos e Camavinga in mediana; davanti tocca a Valverde, Benzema e Vinicius. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.